Massime per Atto Ricercato: Parere sulla Normativa del 18/07/2013 - rif. AG 24/13

Parere sulla Normativa del 18/07/2013 - rif. AG 24/13 d.lgs 163/06 Articoli 20 - Codici 20.1
Richiesta di parere – Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile – art. 6, comma 1, l. 24 febbraio 1992, n. 225 - Convenzioni con soggetti pubblici o privati in deroga in luogo di Accordi quadro – Soluzioni abitative di emergenza e servizio di recupero salme – Procedimento di preventiva individuazione di standard uniformi e di corrispettivi predeterminati in misura omogenea su base regionale e classificati per categoria – Obbligo di rispetto delle procedure del Codice dei contratti pubblici - Procedure da adottare nei casi di estrema urgenza derivante da eventi imprevedibili- La previsione di cui alla legge n. 225/1992, che autorizza le strutture di protezione civile a stipulare “convenzioni” con soggetti pubblici o privati finalizzate alle attività di protezione civile, deve essere coordinata con le disposizioni dettate dal Codice per l’affidamento dei contratti pubblici. Il termine “convenzione” può indicare sia un accordo concluso ai sensi dell’articolo 15 della legge n. 241 del 7 agosto 1990, integrando la fattispecie della c.d. “cooperazione pubblico-pubblico”, sia un vero e proprio contratto d’appalto di servizi, soprattutto se concluso con soggetti privati. Per quanto attiene alla c.d. “cooperazione pubblico-pubblico”, si richiamano i limiti e le condizioni di ammissibilità individuati dall’Autorità con la Determinazione n. 7/2010. Con riguardo alle ipotesi non riconducibili nell’alveo della cooperazione pubblico-pubblico, le modalità di affidamento vanno individuate all’esito della previa qualificazione dei servizi in questione alla luce delle pertinenti disposizioni del Codice.