Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori , servizi e forniture

Deliberazione n.117 del 17.04.2007

PREC103/07

Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo n. 163/2006 presentata dalla GEO SISMICA – trattativa privata per l’affidamento del servizio relativo alla campagna di indagini geologiche e geognostiche per la revisione del piano regolatore generale del Comune di Maniace.


Il Consiglio


Vista la relazione dell’Ufficio Affari Giuridici


Considerato in fatto


In data 6.2.2007 il Comune di Maniace ha indetto una gara ufficiosa a trattativa privata per l’affidamento dei servizi indicati in oggetto, da aggiudicarsi al prezzo più basso, ai sensi dell’articolo 32 della legge regionale n. 7/2002 e s.m.i.

La lettera di invito alla trattativa privata prevedeva, tra l’altro, la presentazione di una dichiarazione con la quale i concorrenti attestassero le rispettive posizioni previdenziali assicurative e di essere in regola con i versamenti.


In data 22 marzo 2007 è pervenuta l’istanza di parere indicata in oggetto, con la quale l’impresa GEO SISMICA di Perdichizzi Giovanni rappresenta la controversia insorta con la S.A. in merito all’esclusione della stessa dalla gara di che trattasi, in quanto il certificato DURC, presentato in sede di gara ufficiosa al posto della dichiarazione sostituiva, riportava la non correntezza dei pagamenti alla Cassa Edile.

Successivamente ha inviato all’Amministrazione richiesta di riammissione, rappresentando di aver pagato in sanatoria, in data precedente la scadenza per la presentazione delle offerte, quanto dovuto alla Cassa Edile e di non aver presentato la dichiarazione sostitutiva per non incorrere, consapevole che il DURC non era stato rettificato, nell’illecito di falsa dichiarazione.

L’Impresa istante ritiene che alla fattispecie possa applicarsi quanto statuito dall’Autorità con deliberazione n. 28/2007, in base alla quale un certificato DURC che attesta l’irregolarità contributiva di una impresa, non comporta automatica esclusione, ma la S.A. è tenuta, anche in contraddittorio con l’impresa, a verificare l’effettiva situazione della stessa.

A parere della S.A., secondo quanto riportato nelle considerazioni dedotte in sede di contraddittorio documentale, l’Impresa avrebbe dovuto allegare, insieme al DURC irregolare, specifica dichiarazione nella quale si evidenziava la regolarizzazione della situazione.


In data 4 aprile 2007 si è tenuta una audizione alla quale l’istante e la stazione appaltante hanno ritenuto di non partecipare.


Ritenuto in diritto


Con deliberazione n. 28 del 6.2.2007 l’Autorità ha affrontato la problematica relativa alla presentazione di un certificato DURC irregolare, statuendo che, se l’impresa provi, prima della scadenza del termine per la presentazione delle offerte, di essersi avvalsa di ricorsi giurisdizionali o amministrativi avverso atti di accertamento del debito o di aver usufruito di condono previdenziale o infine, di aver ottenuto una rateizzazione del debito, deve essere considerata in regola con gli obblighi contributivi.

Ugualmente nel caso in cui l’impresa abbia provveduto, nel rispetto del termine sopra indicato, al pagamento in sanatoria di quanto dovuto ma ciò ancora non risulti dal certificato DURC.

Quanto sopra, tuttavia, presuppone che in sede di gara l’impresa si sia fatta parte diligente nel comunicare alla stazione appaltante la propria situazione, non potendosi imputare alla Commissione di gara un onere ricognitivo ulteriore rispetto alle evidenze di fatto risultanti dagli atti presentati in gara.

Infatti, nel caso di specie, l’impresa ha presentato un DURC irregolare senza allegare alcuna dichiarazione a chiarimento della propria situazione.

In tal caso non sussistono i presupposti che consentano alla Commissione di gara di procedere ad una richiesta di chiarimenti senza alterare la par condicio fra i concorrenti.


In base a quanto sopra considerato


Il Consiglio


ritiene che risulta conforme alla normativa di settore l’esclusione dell’impresa GEO SISMICA di Perdichizzi Giovanni dalla trattativa privata di che trattasi.



IL CONSIGLIERE RELATORE
  
Piero Calandra


IL PRESIDENTE

Luigi Giampaolino


Depositato presso la segreteria del Consiglio in data 20 Aprile 2007