Deliberazione n. 234 del 12 Luglio 2007

PREC 137/07

Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo n. 163/2006 presentata dal Comune di Luzzi – adeguamento sismico dell’ex convento della chiesa di San Francesco da adibire ad Uffici e Museo.


Il Consiglio

Vista la relazione dell’Ufficio Affari Giuridici


Considerato in fatto

In data 21.12.2006 il Comune di Luzzi poneva a gara il bando per l’affidamento dei lavori indicati in oggetto, da aggiudicarsi con procedura aperta, con il criterio di aggiudicazione del prezzo più basso, per un importo complessivo a base d’asta di Euro 355.942,04. La prima seduta pubblica per l’apertura delle offerte veniva fissata al 22.2.2007.

Nella seconda seduta del 27.3.2007, l’impresa Conforti Francesco veniva dichiarata aggiudicataria provvisoria.

Successivamente l’impresa Geom. Gallo Erminio, seconda classificata, segnalava alla S.A. l’avvenuta scadenza al 21.3.2007 dell’attestazione SOA dell’aggiudicataria e ne chiedeva, pertanto, l’esclusione dalla gara.

In data 12.04.2007 è pervenuta all’Autorità l’istanza di parere in oggetto, con la quale il Comune di Luzzi chiede se sia sufficiente che la SOA sia in corso di validità alla data di apertura della busta contenente la documentazione atta a dimostrare il possesso dei requisiti di partecipazione alla gara oppure se il periodo di validità debba coprire tutta la durata dei lavori.

In secondo luogo, chiede altresì se, nel caso in cui l’impresa vada esclusa occorra aggiudicare, in via provvisoria, la procedura aperta alla ditta seconda classificata o rideterminare la soglia di anomalia e procedere a nuova aggiudicazione.

In sede di contraddittorio documentale, l’impresa Conforti Francesco ha rappresentato di aver provveduto al rinnovo dell’attestazione in data 12.4.2007, che il contratto con la Società di attestazione è stato stipulato in data 16.10.2006 e che non è imputabile all’impresa il ritardo nell’emissione dell’attestazione SOA.


Ritenuto in diritto

Ai sensi dell’articolo 15, comma 5, del d.P.R. 34/2000 e s.m.i. la durata dell'efficacia dell'attestazione è pari a cinque anni con verifica triennale del mantenimento dei requisiti di ordine generale, nonché dei requisiti di capacità strutturale di cui all'articolo 15-bis.

Almeno tre mesi prima della scadenza del termine, l'impresa che intende conseguire il rinnovo dell'attestazione deve stipulare un nuovo contratto con la medesima SOA o con un'altra autorizzata.

Il requisito della qualificazione deve sussistere al momento della scadenza per la presentazione delle offerte, permanere per tutta la durata del procedimento di gara e, in caso l’impresa risulti aggiudicataria, per tutta la durata dell’appalto.

Nel caso di specie, la S.A. ha aggiudicato l’appalto in via provvisoria ad una impresa in possesso di attestazione SOA scaduta e quindi priva della prova del possesso dei requisiti di capacità tecnica e finanziaria indispensabili per la partecipazione alla gara e per l’affidamento dei lavori pubblici. Non ricorrono pertanto le condizioni per poter stipulare il contratto di appalto.

Né rileva l’eccezione sollevata dall’impresa Conforti Francesco in ordine al fatto di aver stipulato in data 16 ottobre 2006 il contratto per il rinnovo dell’attestazione: infatti, il rinnovo dell’attestazione avviene, ai sensi del comma 7 dell’articolo 15 citato, alle stesse condizioni e con le stesse modalità previste per il rilascio dell’attestazione. La società di attestazione deve effettuare una attività istruttoria tesa ad accertare il permanere in capo al richiedente dei requisiti di qualificazione, avente efficacia costitutiva, non potendo attribuirsi ad essa un mero valore ricognitivo.

In base a quanto sopra considerato


Il Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in motivazione, che l’impresa Conforti Francesco, priva dell’attestazione di qualificazione alla data di apertura delle offerte economiche, deve essere esclusa dalla gara e la stazione appaltante deve procedere all’annullamento dell’aggiudicazione, alla determinazione della nuova soglia di anomalia e alla conseguente nuova aggiudicazione.

 

Il Consigliere Relaore: Giuseppe Brienza

Il Presidente: Luigi Giampaolino

 

Depositato presso la segreteria del Consiglio in data 26 Luglio 2007