Deliberazione n. 237 del 12 Luglio 2007

PREC145/07

Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo n. 163/2006 presentata dalla Gallo Costruzioni s.a.s. – lavori di sistemazione di tratti della viabilità comunale. S.A. Comune di Alife.

PREC146/07

Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo n.163/2006 presentata dalla Gallo Costruzioni s.a.s.–  lavori di sistemazione stradale e relativi sottoservizi in via Defenza 1° tratto con messa in sicurezza del canale laterale alla strada e predisposizione rete di pubblica illuminazione. S.A. Comune di Alife.


Il Consiglio

Vista la relazione dell’Ufficio Affari Giuridici


Considerato in fatto

In data 17.04.2007 e 18.04.2007 sono pervenute all’Autorità le istanze di parere in oggetto, che per identità soggettiva ed oggettiva vengono riunite, con le quali la Gallo Costruzioni s.a.s. contesta l’avvenuta esclusione dalle gare per documentazione incompleta, in riferimento al punto n. 16 dei rispettivi bandi di gara (mancanza dei dati identificativi del medico competente ai sensi degli artt. 3 e 55 D.lgs 277/1991).

L’impresa istante ha rappresentato di aver provveduto, a suo giudizio, alla suddetta dichiarazione, indicando, con identificazione completa, tutti gli estremi richiesti dal bando per il medico competente, ma aggiungendo anche la nomina di un secondo medico, nominato in un momento successivo (più di un anno dopo), di cui attestava solamente nome, cognome e indirizzo.

A riscontro dell’istruttoria procedimentale, la S.A. ha rappresentato di aver correttamente provveduto all’esclusione della ditta dalle due gare, in quanto al punto n. 16 dei rispettivi bandi, veniva espressamente richiesto che la dichiarazione in esame riportasse, a pena di esclusione, gli estremi dell’atto di nomina oltre che nome, cognome, estremi di nascita e qualifica dei responsabili.

In sede di istruttoria documentale, l’impresa controinteressata provvisoriamente aggiudicataria della gara per i lavori di sistemazione di tratti della viabilità comunale - L&M Engineering - rappresentava le proprie considerazioni avvalorando la tesi della Stazione Appaltante in riferimento all’avvenuta esclusione della ditta Gallo Costruzioni s.a.s. per inosservanza “delle chiare e non equivoche prescrizioni” richieste al punto n. 16 del bando di gara.

L’impresa controinteressata provvisoriamente aggiudicataria della gara per lavori di sistemazione stradale e relativi sottoservizi in via Defenza 1° tratto, ha ritenuto di non partecipare al contraddittorio documentale.


Ritenuto in diritto

Ai sensi del decreto legislativo n. 626/1991 e s.m.i. per alcune attività lavorative è richiesta obbligatoriamente la sorveglianza sanitaria: fra queste rientrano, ai sensi dell’articolo 16 del citato decreto “i rischi derivanti all’esposizione ad agenti chimici, fisici e biologici durante il lavoro (d. Lgs.n. 277/1991)”

Il punto 16 dei due bandi in esame richiedeva l’indicazione del medico competente, da rendersi con autocertificazione nella quale, a pena di esclusione, si doveva riportare il nome, il cognome, gli estremi di nascita, la qualifica e gli estremi dell’atto di nomina del soggetto in questione.

Nel caso di specie, il concorrente ha indicato i prescritti estremi in riferimento ad un soggetto che al momento della partecipazione alla gara non rivestiva più la carica di medico competente e pertanto non ha ottemperato a quanto prescritto dalla disciplina di gara a pena di esclusione.

Si precisa inoltre, che non ricorrono le condizioni per una integrazione documentale della dichiarazione di che trattasi, in quanto non si tratterebbe di una specificazione del contenuto della dichiarazione resa, ma di una sua integrazione ex post, con conseguente violazione del principio della par condicio.

L’Autorità sul punto ha chiarito che è possibile procedere all’integrazione documentale esclusivamente nel caso in cui la dichiarazione richiesta dalla disciplina di gara sia stata in qualche forma presentata e necessiti di chiarimenti: nel caso di specie mancavano gli estremi del medico competente in carica.

In base a quanto sopra considerato


Il Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in motivazione, la conformità della procedura posta in essere dalla S.A., in riferimento all’avvenuta esclusione della ditta Gallo Costruzioni s.a.s. dalle gare di che trattasi.

 

Il Consigliere Relatore : Andrea Camanzi

Il Presidente: Luigi Giampaolino

 

Depositato presso la segreteria del Consiglio in data 7 Settembre 2007