Parere n. 26 del 31/01/2008

PREC38/08/S

Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo n. 163/2006 presentata dal Comune di Sutri – servizio di nettezza urbana ed igiene ambientale. S.A.: Comune di Sutri.


Il Consiglio

Vista la relazione dell’Ufficio Affari Giuridici


Considerato in fatto


In data 20 novembre 2007 è pervenuta all’Autorità l’istanza di parere indicata in oggetto, con la quale il Comune di Sutri richiede di esprimersi in ordine alle esclusioni disposte nei confronti di due partecipanti alla procedura di gara, per l’affidamento del servizio di nettezza urbana ed igiene ambientale.

La stazione appaltante, in particolare, rappresenta che le motivazioni delle due esclusioni sono le seguenti: la ditta Mizzella S.r.l. è stata esclusa in quanto il nominativo del direttore tecnico che ha presentato la dichiarazione del possesso dei requisiti di cui all’art. 38, comma 1, lett. b) e c) non è riportato nel certificato della Camera di Commercio, non permettendo, così, all’amministrazione di verificare la coincidenza tra il sottoscrittore della dichiarazione ed il direttore tecnico indicato nella visura camerale; detto motivo di esclusione ha riguardato anche la ditta Autotrasporti Ecologici Citti s.n.c. alla quale, inoltre, è stato anche contestato che i servizi riportati nel certificato della Camera di Commercio, non corrispondono a quelli oggetto della gara, essendo la ditta iscritta per le attività di “autotrasporti di rifiuti solidi, liquidi, speciali e particolari; trasporto di merce di qualsiasi natura e trasporto di oggetti speciali”.

A riscontro dell’istruttoria procedimentale condotta da questa Autorità, ha presentato osservazioni la ditta Autotrasporti Ecologici Citti s.n.c. la quale ha replicato, in merito alla eccepita mancanza sul certificato camerale dell’indicazione di servizi analoghi, di aver svolto da molti anni il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani per conto del Comune di Sutri, nell’ambito del quale era anche ricompreso il servizio di spazzatura di vie e piazze. Pertanto,la società ha provveduto a far iscrivere anche tale attività nel certificato camerale, che è stato aggiornato e che ora riporta le attività di “spazzatura aree pubbliche, vie e piazze dal 18/10/2000”.

In data 31 gennaio 2008 si è tenuta l’audizione a cui hanno partecipato l’amministrazione e la ditta Mizzella S.r.l., le quali hanno ribadito quanto già esposto in via documentale.


Ritenuto in diritto

L’appalto in questione ha per oggetto il servizio di nettezza urbana e igiene ambientale che ricomprende, secondo quando previsto nel Capitolato speciale, i servizi di raccolta rifiuti (spazzatura giornaliera, raccolta rifiuti solidi urbani, pulizia delle griglie), trasporto dei rifiuti e nettezza e igiene urbana (diserbo dei cigli stradali a mezzo di estirpazione manuale, pulizia e disinfezione, annaffiatura delle piante, pulizia delle mura, etc.).

Dette attività non sembrano corrispondere a quelle descritte nel certificato camerale della ditta Autotrasporti Ecologici Citti s.n.c., il cui oggetto sociale indica solo l’”attività di autotrasporti di rifiuti solidi, liquidi, speciali e particolari; trasporto di merce di qualsiasi natura e trasporto di oggetti speciali”. Pertanto, l’attività esercitata, per essere pertinente all’oggetto dell’appalto, avrebbe dovuto ricomprendere non solo il trasporto dei rifiuti, ma anche l’attività di raccolta rifiuti e igiene urbana. L’aggiornamento della visura camerale eseguito dalla ditta, essendo avvenuto successivamente alla presentazione della domanda di partecipazione, è stato correttamente non considerato dalla commissione di gara, nel rispetto del principio della par condicio dei concorrenti.

Per quanto attiene al motivo di esclusione che accomuna le due ditte, si precisa che nessuna norma prevede l’obbligo, per le imprese, di comunicare alla Camera di Commercio il nominativo del proprio direttore tecnico, che viene inserito nel relativo certificato solo nel caso in cui la stessa impresa, di sua iniziativa, ne comunichi il nominativo alla Camera di Commercio stessa.

Inoltre, tale verifica, non era stata prevista dalla documentazione di gara e, pertanto, la stazione appaltante qualora avesse ritenuto comunque di operare un approfondimento in ordine alla corretta indicazione del direttore tecnico, l’avrebbe potuta eseguire, in ogni caso, attraverso una richiesta di integrazione documentale.

In base a quanto sopra considerato, nei limiti di cui in motivazione


Il Consiglio

- ritiene che la decisione di esclusione nei confronti della ditta Autotrasporti Ecologici Citti s.n.c. sia conforme alla lex specialis di gara in quanto l’oggetto dell’attività non è pertinente a quello del bando;

- ritiene che il provvedimento di esclusione nei confronti della ditta Mizzella S.r.l. non sia conforme alla normativa vigente di settore.


Il Consigliere Relatore: Alessandro Botto

Il Presidente f.f.: Guido Moutier


Depositato presso la Segreteria del Consiglio in data: 15.02.2008