Parere n. 177 del 05/06/2008

PREC174/08/L

Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo n. 163/2006 presentata dalla Thiene Costruzioni s.r.l. – lavori per il miglioramento della sicurezza SS.PP. 4M e 14M sopraelevata nord e sud di Olbia e relativi svincoli. S.A. Provincia di Olbia Tempio.


Il Consiglio

Vista la relazione dell’Ufficio del precontenzioso


Considerato in fatto

In data 10 marzo 2008 è pervenuta all’Autorità l’istanza di parere in oggetto con la quale l’impresa Thiene Costruzioni s.r.l. contesta l’esclusione dalla gara bandita dalla Provincia di Olbia Tempio per il miglioramento della sicurezza SS.PP. 4M e 14M sopraelevata nord e sud di Olbia e relativi svincoli, chiedendo, nel contempo, la riammissione alla procedura di gara.

In sede di gara la Commissione ha deciso l’esclusione dell’impresa istante per mancata presentazione della busta B-offerta economica, in violazione di quanto previsto dal punto 1 del disciplinare di gara, secondo il quale “i plichi devono contenere al loro interno 2 (due) buste, a loro volta debitamente sigillate e controfirmate sui lembi di chiusura, recanti l’intestazione del mittente e la dicitura, rispettivamente, “A-documentazione amministrativa” e “B-offerta economica”.

In assenza della busta B-offerta economica, la Commissione si determinava a non aprire l’unica busta presentata.

Successivamente al ricevimento della comunicazione di esclusione, l’impresa istante rivolgeva alla stazione appaltante richiesta di riammissione in gara, precisando che la busta contenente l’offerta economica era stata inserita nella busta contenente la documentazione amministrativa ed invitava l’Amministrazione ad aprire la medesima busta A.

In sede di istruttoria procedimentale, la S.A. ha comunicato che la Commissione di gara, riunitasi per esaminare la richiesta di riammissione alla gara, rigettava l’istanza in quanto il punto 2-avvertenze, del bando, disponeva che “si farà luogo all’esclusione dalla gara quando …… l’offerta o la documentazione non siano contenute nell’apposita busta debitamente sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura.”

Ha presentato memoria l’impresa provvisoriamente aggiudicataria dell’appalto, controinteressata al presente procedimento, evidenziando la correttezza dell’esclusione dell’impresa istante, tenuto conto della formulazione della disciplina di gara che prevedeva espressa comminatoria di esclusione in assenza della presentazione dei due plichi.


Ritenuto in diritto

La previsione contenuta nei bandi di gara, come nel caso in esame, che impone ai concorrenti di presentare due buste, debitamente sigillate e controfirmate, contenenti, rispettivamente, l’offerta economica e la documentazione di corredo, risponde all’esigenza procedimentale di eseguire la valutazione dell’offerta in due tempi, separando il momento valutativo della documentazione amministrativa da quello dell’offerta economica, la quale deve rimanere segreta fino all'eseguito esame dei documenti prescritti dalla lex specialis, onde evitare che la Commissione di gara possa essere influenzata nel suo operato dalla conoscenza di questa, nell'interesse dell'imparzialità e parità di trattamento degli offerenti.

Nel caso in esame, il disciplinare prevedeva con clausola chiara e non equivoca le modalità di presentazione dei plichi, che dovevano contenere al loro interno le due separate buste, relative alla documentazione amministrativa ed all’offerta economica. Detta prescrizione era inoltre, ribadita dal punto 2) delle avvertenze, nella quale veniva sancita l’esclusione dalla gara nel caso in cui l’offerta o la documentazione non fossero contenute nell’apposita busta sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura.

Si ritiene corretto il comportamento tenuto dalla Commissione di gara che, riscontrata la mancanza di una delle due buste prescritte, ha deciso di non aprire l’unica busta presentata in gara, non potendo la stessa effettuare alcuna valutazione interpretativa della disciplina di gara, né alcuna valutazione suppositiva sull’eventuale contenuto della busta A-documentazione amministrativa.

In base a quanto sopra considerato


Il Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in motivazione, che l’esclusione dell’impresa Thiene Costruzioni s.r.l. è conforme alla normativa di settore.


I Consiglieri Relatori: Alessandro Botto, Giuseppe Brienza

Il Presidente: Luigi Giampaolino


Depositato presso la segreteria del Consiglio in data: 13/06/2008