Parere n. 218 del 25/09/2008

PREC 197-08-S

Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo n. 163/2006 presentata dalla società Leonardo Business Consulting S.r.l. mandataria del costituendo RTI con Igeam S.r.l. (mandante) – creazione ed implementazione di un sistema che consenta di certificare i servizi appartenenti alla filiera turistico – culturale nell’area territoriale del PIR dei Due Mari – Importo a base d’asta: Euro 194.500,00. S.A.: Comune di Alcamo.


Il Consiglio


Considerato in fatto

In data 22 febbraio 2008 è pervenuta all’Autorità l’istanza di parere della Leonardo Business Consulting S.r.l., mandataria del costituendo Raggruppamento temporaneo di imprese con Igeam S.r.l. (mandante), la quale contesta l’esclusione disposta nei propri confronti dal Comune di Alcamo per aver presentato una polizza fideiussoria priva della firma del rappresentante legale della società mandante, nell’ambito della procedura per l’affidamento del servizio in oggetto. L’istante ritiene che la mancanza della firma non possa, di per sé, rappresentare motivo di esclusione dal momento che la polizza fideiussoria riporta espressamente l’indicazione di Igeam S.r.l. come società mandante del RTI e recita espressamente che “la garanzia è presentata dal mandatario, su mandato irrevocabile, in nome e per conto di tutti i mandanti, con responsabilità solidale”. 

A riscontro dell’istruttoria procedimentale condotta da questa Autorità ha presentato osservazioni la città di Alcamo, la quale ha replicato che il Capitolato speciale, al punto 5, lett. d), prevedeva chiaramente a pena di esclusione che “per i raggruppamenti costituendi, la fideiussione dovrà essere rilasciata per i singoli componenti del raggruppamento stesso”. Pertanto, secondo il Comune la commissione di gara ha operato correttamente nell’escludere il costituendo raggruppamento istante, avendo questi presentato una polizza fideiussoria non conforme alla succitata previsione del Capitolato speciale.


Ritenuto in diritto

Della problematica oggetto del caso in esame questa Autorità si è già occupata più volte (si vedano deliberazione n. 116 del 18 dicembre 2006; deliberazione n. 126 del 9 maggio 2007).

Nel caso di specie il punto 5, lett. d) del Capitolato speciale prevede testualmente che “per i raggruppamenti temporanei la cauzione dovrà essere emessa a nome del soggetto capogruppo, e dovrà recare la dicitura che la garanzia è presentata dal mandatario, su mandato irrevocabile, in nome e per conto di tutti i mandanti, con responsabilità solidale. Per i raggruppamenti costituendi, la fideiussione dovrà essere rilasciata per i singoli componenti del raggruppamento stesso”. Dalla lettura della citata clausola appare chiaro come la stazione appaltante abbia inteso distinguere, per maggiore garanzia, due modalità di presentare la fideiussione bancaria, subordinatamente al tipo di raggruppamento, a seconda che lo stesso sia già costituito, ovvero ancora da costituire.

Evidentemente, da quanto emerso dall’istruttoria, l’istante nel preparare la propria offerta, nonché la propria fideiussione bancaria, ha erroneamente applicato la previsione succitata del capitolato, predisponendo una fideiussione bancaria le cui caratteristiche (la sottoscrizione della sola capogruppo; la dicitura relativa al mandato irrevocabile del mandatario) coincidono con quelle previste per i soli raggruppamenti temporanei già costituiti e non per quelli costituendi per i quali, viceversa, viene chiaramente indicato l’obbligo di fornire la fideiussione per i singoli componenti del raggruppamento. 

La commissione di gara ha, pertanto, correttamente escluso l’istante poiché, come è espressamente indicato nel verbale di gara “manca la polizza fidejussoria rilasciata a favore della mandante, in osservanza del punto 5/d del C.S.A.”.

In base a quanto sopra considerato


Il Consiglio

ritiene che l’esclusione della Leonardo Business Consulting S.r.l. mandataria del costituendo Raggruppamento temporaneo di imprese con Igeam S.r.l. (mandante) è conforme alla lex specialis di gara.


Il Presidente Relatore: Luigi Giampaolino

Il Consigliere Relatore: Andrea Camanzi


Depositato presso la Segreteria del Consiglio in data 02/10/2008