Parere n. 264 Del 17/12/2008

PREC 316/08/L

Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo n. 163/2006 presentata dalla CO.GE.DI. S.r.l. - Lavori di realizzazione di un parcheggio per lo scambio del trasporto intermodale Stazione FFSS Falciano – Mondragone – Carinola 1° stralcio e 2 ° stralcio - Stazione appaltante: Comune di Falciano del Massico (CE).


Il Consiglio

vista l’istanza di parere in oggetto, pervenuta in data 26 maggio 2008, con la quale la CO.GE.DI. S.r.l. ha rappresentato che il Comune di Falciano del Massico ha comunicato alla società istante di essere stata sorteggiata, ai sensi dell’articolo 48 del decreto legislativo n. 163/2006, per la verifica del possesso dei requisiti di ordine tecnico e organizzativo ex articolo 28 del D.P.R. n. 34/2000 e della Circolare del Ministero LL.PP. del 1° marzo 2000, sebbene la società medesima sia titolare di Attestazione SOA

tenuto conto che il Comune di Falciano del Massico, in sede di contraddittorio documentale, avviato dall’Ufficio del Precontenzioso ex art. 5 del Regolamento sul procedimento per la soluzione delle controversie ai sensi dell’art. 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163, ha rappresentato di aver invitato per mero errore la società istante ad inviare ulteriori documenti, in considerazione del fatto che la medesima, in quanto titolare di attestazione SOA, non è tenuta ad altri oneri probatori, tanto che la società CO.GE.DI. S.r.l. è stata ammessa alla gara, pur non risultandone aggiudicataria

vista la relazione dell’Ufficio del Precontenzioso, dalla quale è risultata la riconducibilità della questione rappresentata alla fattispecie del divieto di aggravamento degli oneri probatori in materia di qualificazione, in relazione alla quale questa Autorità si è già espressa nelle seguenti pronunce: deliberazioni n. 103/2007, 112/2007 e parere n. 71/2007

viste le deliberazioni n. 103/2007, 112/2007 e il parere n. 71/2007, con i quali questa Autorità ha sostenuto che il possesso della qualificazione attestata dalla certificazione SOA costituisce condizione necessaria e sufficiente ad assolvere ogni onere documentale circa la dimostrazione dell’esistenza dei requisiti di capacità tecnica e finanziaria ai fini dell’affidamento dei lavori pubblici, in considerazione del combinato disposto dell’articolo 1, comma 3 e 4 del D.P.R. n. 34/2000


ritiene

nei limiti di cui in motivazione, non conforme alla normativa vigente di settore richiedere, ai fini dell’affidamento di lavori pubblici, ulteriori oneri probatori alla società CO.GE.DI. S.r.l., titolare di attestazione SOA e corretta la successiva scelta della stazione appaltante, accortasi dell’errore commesso, di ammettere la società medesima alla procedura di gara.


I Consiglieri Relatori: Piero Calandra, Alfredo Meocci

Il Presidente: Luigi Giampaolino


Depositato presso la segreteria del Consiglio in data 29/12/2008