Deliberazione n. 42 Adunanza del 07 maggio 2009

Attuazione dell'ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 3760 del 30 aprile 2009

Visto il D.lgs. 163/2006 "Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE";

Visto l'art. 6 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 che istituisce l'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture;

Vista l'ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 3760 del 30 aprile 2009: "Attuazione dell'articolo 2, comma 3, del decreto-legge 28 aprile 2009 n. 39 recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici verificatisi nella provincia dell'Aquila ed altri comuni della regione Abruzzo il giorno 06 aprile 2009", di seguito: "Ordinanza";

Visto in particolare, l'articolo 2, comma 1 di detta ordinanza che prevede che il Commissario delegato può avvalersi dell'Autorità di vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, per chiarimenti, indicazioni e pareri nella selezione dei concorrenti, nella predisposizione dei contratti e nella gestione dei rapporti con le ditte appaltatrici, nonché l'articolo 2, comma 2 che prevede, per l'efficace attuazione dei compiti di competenza, che l'Autorità di vigilanza organizzi un'apposita struttura di riferimento composta da proprio personale fino a dieci unità, senza alcun onere a carico del bilancio dello Stato;


Ritenuto di dover dare immediata applicazione a tale ordinanza;


dispone


Art. 1

(Istituzione della Struttura di riferimento per la ricostruzione in Abruzzo)

  1. Per coadiuvare l'azione diretta a garantire la trasparenza, l'efficienza e l'economicità delle procedure di affidamento ed esecuzione dei contratti di lavori, servizi e forniture stipulati per l'attuazione dell'articolo 2 del decreto-legge del 28 aprile 2009, n. 39 è istituita presso l'Autorità un'apposita struttura di riferimento.
  2. La struttura di cui all'art. 1, opera presso il Segretariato generale dell'Autorità e fornisce, su richiesta del Commissario delegato e nei termini dallo stesso indicati, chiarimenti, indicazioni e pareri sulla selezione dei concorrenti, la predisposizione dei contratti e la gestione dei rapporti con le ditte appaltatrici.

Art. 2

(Composizione)

1. La struttura, in fase di prima applicazione, è composta dai seguenti dirigenti e funzionari:


Ing. Carlo CRESTA (con funzioni di coordinatore)

Arch. Armando BUENO PERNICA

Dott. ssa Antonella CIRILLO

Dott.ssa Maria Luisa CHIMENTI

Ing. Leonardo MICONI

Arch. Tiziana MORGANTE


2. Al fine di garantire il più efficace svolgimento delle funzioni di cui al comma 1, tenuto conto delle esigenze che saranno via via manifestate dal Commissario delegato nonché delle necessità legate al migliore utilizzo del personale dell'Autorità, la composizione della struttura potrà essere successivamente modificata con provvedimento del Presidente, su proposta del Segretario generale.


Art. 3

(Compiti assegnati al personale della Struttura)

  1. Il personale di cui all'art.2, fermi restando i compiti e le funzioni attualmente attribuiti, dovrà dare priorità alla trattazione delle questioni pervenute ai sensi dell'articolo 2, comma 1, dell'Ordinanza.
  2. Il personale assegnato alla struttura dovrà garantire la propria reperibilità durante tutti i giorni della settimana, assicurare di attivarsi immediatamente a seguito delle richieste del Commissario delegato, nonché garantire la piena disponibilità a recarsi nelle zone interessate dal sisma nei tempi richiesti dal Commissario delegato.

Art. 4

(Organizzazione interna)

  1. Con successivo provvedimento del Segretario generale saranno definite, anche sulla base delle intese con il Commissario delegato, le modalità operative della struttura. In particolare, si dovrà provvedere alla individuazione di un numero di telefono e di fax dedicati nonché all'apertura di una casella di posta elettronica dedicata.
  2. Le funzioni di segreteria relative ai numeri telefonici dedicati ed all'apposito indirizzo di posta elettronica saranno svolte dal personale addetto alla segreteria del Segretario generale.

Art. 5

(Pareri ufficiali dell'Autorità)

  1. Ove il Commissario delegato necessiti di un parere ufficiale dell'Autorità, questa, in caso di urgenza, delibera lo stesso giorno della richiesta.
  2. Nel caso non sia possibile convocare una riunione del Consiglio in tempi compatibili con le necessità dettate dall'attività di collaborazione, le decisioni vengono assunte dal Presidente, che le sottopone al Consiglio per la ratifica in occasione della prima adunanza utile.

Art. 6

(Disposizioni finali)

  1. Gli oneri conseguenti all'applicazione della presente delibera sono a carico del bilancio dell'Autorità.
  2. La struttura mantiene la propria operatività per il tempo strettamente necessario a dare esecuzione all'Ordinanza.

Il Presidente: Luigi Giampaolino


Depositato presso la Segreteria del Consiglio in data: 08 Maggio 2009

Il Segretario: Maria Esposito