AG26-08

25 settembre 2008

Oggetto: Quesiti Consorzio  Interuniversitario CASPUR

In esito a quanto richiesto con nota  n. 910/08 si comunica che il Consiglio dell’Autorità nell’adunanza del 24-25  settembre 2008 ha approvato le seguenti considerazioni.

Da quanto si evince dalla nota di  codesto consorzio, i contratti da esso stipulati per conto delle università  consorziate hanno ad oggetto servizi consistenti nella predisposizione e  concessione di utenze per la consultazione, tramite rete, della versione  elettronica di riviste scientifiche.
Si tratta di servizi di natura  informatica prestati dagli editori rispetto alle riviste scientifiche sulle  quali detengono i rispettivi diritti di esclusiva.

Conseguentemente, rientrando tra  i servizi di cui all’allegato II A del D.Lgs. n. 163/2006, qualora acquisiti da  una amministrazione aggiudicatrice, quale è, nel caso di specie, il consorzio  CASPUR in quanto consorzio di università (art. 3, comma 25, del D.Lgs. n.  163/2006), essi sono soggetti al codice dei contratti pubblici.

Riguardo la procedura di scelta  del contraente applicabile al caso in commento, la presenza di diritti di  esclusiva determina l’unicità del possibile contraente e rende quindi  inevitabile il ricorso alla procedura negoziata senza pubblicazione di bando  (art. 57, comma 2, lett.b)).

Per ciò che concerne il  “contributo” di cui alla deliberazione dell’Autorità del 24 gennaio 2008,  ritenuto che esso è dovuto per tutti i contratti pubblici soggetti  all’applicazione del D.Lgs. n. 163/2006 ed aventi ad oggetto l’acquisizione di  servizi e forniture e la realizzazione di lavori pubblici, relativi sia ai  settori ordinari che ai settori speciali, indipendentemente dalla procedura  adottata o dal contratto affidato, grava sul consorzio CASPUR, in quanto  contraente per conto delle università consorziate, l’onere di corrisponderlo in  considerazione del valore complessivo dell’affidamento dato dalla somma degli  importi dovuti per ciascun anno di vigenza contrattuale.

Circa le modalità di pagamento  utilizzabili dagli editori esteri per la parte del contributo di loro  spettanza, come chiarito nelle istruzioni operative pubblicate sul sito web  dell’Autorità, oltre al pagamento tramite versamento su conto corrente postale,  è possibile effettuare il versamento online,  collegandosi al Servizio riscossione contributi disponibile in homepage sul  sito dell’Autorità all’indirizzo http://www.avcp.it, seguendo le istruzioni  disponibili sul portale, tramite: carta di credito (Visa o MasterCard), carta  postepay, conto BancoPostaOnLine oppure conto BancoPostaImpresaOnLine. A  riprova dell’avvenuto pagamento, l’operatore economico deve allegare  all’offerta copia stampata dell’e-mail di conferma, trasmessa dal Servizio  riscossione contributi e reperibile in qualunque momento mediante la  funzionalità di “Archivio dei pagamenti”.