COMUNICATO N. 62 DEL 20/09/2010

COMUNICATO ALLE SOCIETA’ ORGANISMI DI ATTESTAZIONE


Oggetto: controlli sui certificati di esecuzione dei lavori ai fini del rilascio  delle attestazioni di qualificazione

Con riferimento all’obbligo imposto alle Società Organismi di  Attestazione (di seguito SOA) dall’art. 40, comma 3, del D.Lgs. 163/2006, di  attestare l’esistenza nei soggetti qualificati dei certificati di esecuzione  dei lavori (di seguito C.E.L.) e dei conseguenti oneri – meglio specificati  nella determinazione dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di  Lavori, Servizi e Forniture n. 6 del 27 luglio 2010 – di richiedere conferma di  tali certificati alle stazioni appaltanti che li hanno rilasciati nonché di  segnalare all’Autorità stessa il mancato invio di copia degli stessi, si  precisa che:

  • la richiesta delle SOA alle  stazioni appaltanti di conferma della veridicità dei C.E.L. emessi in data  anteriore al 1° luglio 2006 redatta sulla base della comunicazione-tipo  allegata alla suddetta determinazione deve essere inviata per conoscenza  all’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e  Forniture esclusivamente con le seguenti modalità: a mezzo fax indirizzato alla  Direzione Generale OSAM (il numero sarà oggetto di separata comunicazione);
  • anche la richiesta delle SOA alle  stazioni appaltanti di conferma della veridicità dei C.E.L. emessi in data  successiva al 1° luglio 2006 deve essere redatta con una comunicazione analoga  alla comunicazione-tipo allegata alla suddetta determinazione e deve essere  inviata per conoscenza all’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di  Lavori, Servizi e Forniture esclusivamente con le medesime modalità sopra  indicate;
  • nell’oggetto delle comunicazioni  fax inviate all’Autorità deve specificarsi se trattasi di conferma della  veridicità di C.E.L. emessi in data anteriore al 1° luglio 2006 oppure emessi  successivamente. Convezionalmente l’Autorità stabilisce che all’inizio  dell’oggetto deve essere indicato il codice AX nel primo caso (C.E.L.  rilasciato prima del 01.07.2006), e il codice BY nel secondo caso (C.E.L.  rilasciato successivamente al 01.07.2006);
  • conformemente a quanto indicato  nella determinazione n. 6 del 7 luglio 2010, il termine indicato nella  richiesta della SOA deve ritenersi decorso trascorsi venti giorni dalla  ricezione della lettera raccomandata a.r. o della P.E.C. e pertanto la SOA,  prima di procedere a segnalare il mancato adempimento all’Autorità, deve avere  prova dell’avvenuta ricezione da parte della stazione appaltante della  richiesta stessa. A tal fine fanno fede: per la raccomandata a.r. la cartolina  di ritorno e per la P.E.C. la e-mail attestante la ricezione;
  • la SOA è tenuta a segnalare  all’Autorità il mancato adempimento della stazione appaltante mediante una  comunicazione da inviare alla stessa esclusivamente a mezzo fax indirizzato  alla Direzione Generale OSAM (il numero sarà oggetto di separata  comunicazione).

 

IL PRESIDENTE f.f.

Giuseppe Brienza