PARERE N.  1382 DEL  21 dicembre 2016

PREC 77/16/S

Oggetto: Nautical service di  Orazio Patti & co Snc – Gara d’appalto per l’affidamento di  gestione dell’imbarcazione tipica denominata chiatta da adibire a servizio di  trasporto .- Importo a base di gara € 93.546,05.- S.A.: Comune di Mazara del  Vallo – Criterio di aggiudicazione minor prezzo - Istanza presentata  singolarmente dall’ operatore economico - Stato della procedura: aggiudicazione  provvisoria

 

Requisiti speciali – Codice  Ateco- Bando di gara  
Laddove il bando invito richieda a pena di  esclusione, tra i requisiti di partecipazione, di aver esercitato un’attività  specializzata corrispondente a quella oggetto di gara, da dimostrarsi in virtù  del certificato di iscrizione alla Camera di commercio, non può ritenersi  sufficiente l’iscrizione camerale ad una voce residuale e generica, quale  quella contemplata dal codice Ateco “altre attività dei servizi connessi al  trasporto marittimo e per vie d’acqua” in luogo del più specifico codice  “trasporto di passeggeri per vie d’acqua interne”
Art. 42, D.lgs 163/2006

Il Consiglio

VISTA l’istanza di parere prot. 161631 del 02.11.2016 presentata  da Nautical service di Orazio Patti & co Snc relativamente alla procedura di  gara per l’affidamento di gestione dell’imbarcazione tipica denominata chiatta  da adibire a servizio di trasporto;

VISTO l’avvio dell’istruttoria prot. 173802 del 23.11.2016,  con il quale è stato comunicato alle parti l’avvio del procedimento e concessi  termini per memorie;

VISTI gli atti e documenti pervenuti dalle parti interessate  e, in particolare, da parte del soggetto istante, con nota prot. 161631 del  02.11.2016;

CONSIDERATO che l’operatore economico Nautical service di  Orazio Patti & c snc  lamenta l’esclusione  della propria ditta dalla gara de qua, “in quanto non ha dimostrato il possesso  dello specifico requisito previsto dal bando di gara al punto III.1.3) riferito  alla tipologia di iscrizione alla camera di commercio richiesta (codice Ateco  50.3)” (verbale di aggiudicazione provvisoria del 12 ottobre 2016);

CONSIDERATO che il requisito richiesto dal bando, Ateco 50.3,  prevede lo svolgimento di “trasporto passeggeri per vie d’acqua interne”  (inclusi i trasporti lagunari);

CONSIDERATO che il richiedente contesta la legittimità del  provvedimento asserendo, peraltro, di essere in possesso di un codice Ateco  recante “altre attività dei servizi connessi al trasporto marittimo e per vie  d’acqua”, ritenuto dal richiedente stesso più specifico e maggiormente  appropriato al bando di gara.;

CONSIDERATO che non sono pervenute osservazioni della  Stazione appaltante nei termini di Regolamento, così come richiesto nella  comunicazione di avvio del procedimento; 

CONSIDERATO che l’Anac nella sua Deliberazione  n. 228 del 12/07/2007 ha affermato che “laddove la lettera di invito richieda a  pena di esclusione – tra i requisiti di partecipazione – di aver esercitato  un’attività specializzata corrispondente a quella oggetto di gara, da  dimostrarsi in virtù del certificato di iscrizione alla Camera di commercio,  non può ritenersi sufficiente l’iscrizione camerale ad una voce residuale e  molto generica, quale quella contemplata dal codice Atecori “altri servizi  professionali e imprenditoriali non previsti dai precedenti codici”;

RITENUTO che la voce Ateco recante “altre  attività dei servizi connessi al trasporto marittimo e per vie d’acqua”, che il  richiedente adduce come idonea al servizio, non possa essere considerata più  specifica, ma integri una opzione residuale del trasporto marittimo;

RITENUTO che il precedente citato sia  applicabile per analogia al caso di specie, potendosi affermare che “laddove il  bando invito richieda a pena di esclusione – tra i requisiti di partecipazione  – di aver esercitato un’attività specializzata corrispondente a quella oggetto  di gara, da dimostrarsi in virtù del certificato di iscrizione alla Camera di  commercio, non può ritenersi sufficiente l’iscrizione camerale ad una voce  residuale e molto generica, quale quella contemplata dal codice Ateco “altri  servizi professionali e imprenditoriali non previsti dai precedenti codici”;

RILEVATO che sulla questione l’Autorità può pronunciarsi, ai  sensi dell’art. 10 del Regolamento per il rilascio dei pareri di precontenzioso  di cui all’art. 211 del d.lgs 18 aprile 2016, n. 50;

Il Consiglio

Nell’adunanza del 21 dicembre 2016;
ritiene che laddove il bando invito  richieda a pena di esclusione – tra i requisiti di partecipazione – di aver  esercitato un’attività specializzata corrispondente a quella oggetto di gara,  da dimostrarsi in virtù del certificato di iscrizione alla Camera di commercio,  non può ritenersi sufficiente l’iscrizione camerale ad una voce residuale e  generica, quale quella contemplata dal codice Ateco “altre attività dei servizi  connessi al trasporto marittimo e per vie d’acqua” in luogo del più specifico  codice “trasporto di passeggeri per vie d’acqua interne”.   

Raffaele Cantone

 

Depositato  presso la Segreteria del Consiglio in data 17 gennaio 2017
Il  Segretario, Rosetta Greco

Documento  formato pdf (91 Kb)