DELIBERA N. 74    DEL 24 gennaio 2018

 

OGGETTO: Istanza di parere di  precontenzioso ex art. 211, comma 1, del d.lgs.50/2016 presentata da Confapi Matera ––  Procedura  aperta “Lavori di completamento del polivalente di Marconia di Pisticci Importo a base  di gara: euro 3.872.300,00 - S.A. Provincia  di Matera.
PREC 351/17/L

Il Consiglio

VISTA l’istanza prot. n. 54981 del 14 aprile 2017  presentata da Confapi Matera,  e relativa memoria, con la quale l’istante contesta la fissazione di un termine di 18 giorni da parte della  S.A. ai fini della presentazione delle offerte nella gara in oggetto, termine ritenuto  insufficiente in ragione della complessità dell’appalto. Rileva altresì che la  Regione, soggetto finanziatore dell’intervento, indicava il termine minimo non  derogabile di 35 giorni per la ricezione delle offerte;

VISTA la memoria della S.A. prot. 137621 del 20  dicembre 2017, con la quale essa riferisce di aver prorogato il termine di  ricezione delle offerte di cinque giorni e osserva che il termine complessivo  di 23 giorni rientra nelle previsioni normative, anche atteso che tutti gli  atti di gara erano accessibili in forma digitale; ritiene inoltre che l’appalto  in oggetto non sia da ritenere “appalto complesso”, “trattandosi di mero  completamento di una scuola esistente”, e che quindi il termine minimo di 35  giorni potesse essere ridotto fino alla metà. Fa presente inoltre che alla gara  presentavano offerta 19 operatori economici;

VISTI l’art. 36,  co. 9 del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50 (contratti sotto soglia), a  tenore del quale “In caso di ricorso alle procedure ordinarie, nel rispetto dei  principi previsti dall'articolo 79, i termini minimi stabiliti negli articoli  60 e 61 possono essere ridotti fino alla metà”; l’art. 60, secondo cui “Nelle procedure aperte […] il termine minimo per la  ricezione delle offerte è di trentacinque giorni dalla data di trasmissione del  bando di gara”; e l’art. 79, che recita “Nel fissare i termini per la ricezione  delle domande di partecipazione e delle offerte, le amministrazioni  aggiudicatrici tengono conto in particolare della complessità dell'appalto e  del tempo necessario per preparare le offerte, fatti salvi i termini minimi  stabiliti negli articoli 60, 61, 62, 64 e 65”;

VISTA la determinazione dirigenziale della Regione  Basilicata n. 354 del 16 marzo 2017, avente ad oggetto “presa d’atto progetto  esecutivo e concessione finanziamento” dell’opera in oggetto, con la quale si  stabilisce “di indicare alla S.A. che ai sensi e per gli effetti del combinato  disposto degli artt. 60, 36 co. 9 e 79 del d.lgs. 50/2016, il termine minimo  per la ricezione delle offerte è di 35 giorni dalla data di trasmissione del  bando di gara, non derogabile considerata l’entità delle opere oggetto di gara  di appalto”;

CONSIDERATO che la scelta effettuata dalla S.A. non si  è dimostrata lesiva della concorrenza, dal momento che essa ha riferito che 19  operatori economici hanno partecipato alla gara;

RITENUTO che la scelta discrezionale adottata dalla  S.A. non appare in contrasto con le previsioni normative, che consentono la  riduzione fino alla metà dei termini per le gare sotto soglia, tenuto conto  della complessità dell’appalto, e che le valutazioni in merito rientrano  nell’ambito dei rapporti fra soggetto attuatore e Ufficio regionale  responsabile dell’attuazione;

RILEVATO che sulla questione posta può decidersi ai  sensi dell’art. 10 del Regolamento per il rilascio dei pareri di precontenzioso  di cui all’art. 211, comma 1, del d.lgs. 18 aprile  2016, n. 50;

Il Consiglio

 

ritiene, nei  limiti di cui in  motivazione che:

       
  • la scelta  discrezionale adottata dalla S.A. non appare in contrasto con le previsioni  normative, che consentono la riduzione fino alla metà dei termini per le gare  sotto soglia, tenuto conto della complessità dell’appalto, e che le valutazioni  in merito rientrano nell’ambito dei rapporti fra soggetto attuatore e Ufficio  regionale responsabile dell’attuazione.

Raffaele Cantone

Depositato  presso la Segreteria del Consiglio in data 31 gennaio 2018
Il Segretario Valentina Angelucci

Documento formato pdf (89 Kb)