Comunicato del Presidente del 5 aprile 2018

 

Indicazioni alle stazioni appaltanti in tema di sistemi dinamici di  acquisizione.

Sono giunte diverse  richieste di chiarimento in merito alla  modalità di acquisizione del CIG (codice identificativo gare) nelle procedure  selettive gestite tramite i sistemi dinamici di acquisizione, di cui  all’articolo 55 del Codice dei contratti pubblici.
Il sistema dinamico costituisce una  procedura selettiva, interamente gestita con strumenti elettronici, in cui  l’acquisizione della commessa si svolge attraverso un meccanismo bifasico.
In una prima fase la stazione appaltante  istituisce il sistema dinamico di acquisizione e predispone, in sostanza, lo  strumento abilitativo, aperto al Mercato, propedeutico alla successiva fase del  confronto competitivo.
La successiva fase costituisce la vera e  propria gara fra gli operatori economici accreditati.
In relazione ai procedimenti in parola, al  fine di operare correttamente sui sistemi informativi dell’Autorità ed evitare  erronee duplicazioni nella tracciatura delle commesse e quindi dei volumi di  spesa effettivamente movimentati, si rappresenta che- fino a nuova  comunicazione- l’acquisizione del CIG dovrà essere effettuata unicamente nella  fase della gara, utilizzando quale modalità di scelta del contraente la  dicitura “sistema dinamico di acquisizione”.
Viceversa, nella fase di istituzione del  sistema dinamico di acquisizione non dovrà essere acquisito alcun CIG.

 

Raffaele  Cantone

Depositato presso la segreteria del Consiglio in data 17  aprile 2018
Il Segretario Maria Esposito

Documento formato pdf (49 Kb)