DELIBERA N. 334  DEL  28 marzo 2018


OGGETTO:  Istanza singola di parere di precontenzioso ex art. 211, comma 1, del d. lgs. 50/2016  presentata daCantel  Medical (Italy) S.r.l. – Procedura aperta per la fornitura di macchine  lavaendoscopi mediante noleggio full service comprensivo di materiale di  consumo per l’Area Vasta n. 5 - Importo a base d’asta: euro 493.650,00- S.A. Asur  Marche Area Vasta n. 5

PREC 53/18/F

Il Consiglio

VISTA  l’istanza singola prot. n. 86176 del 28 giugno 2017 presentata da Cantel  Medical (Italy) S.r.l, nella  quale l’istante evidenzia la violazione dei principi di concorrenza e non  discriminazione, nonché delle disposizioni di cui all’art. 68, commi 4, 5 e 6  del d. lgs. 50/2016, in riferimento alle seguenti prescrizioni del capitolato  speciale d’appalto della gara in oggetto: a) previsione di specifiche tecniche,  in particolare circa le dimensioni delle attrezzature richieste, gravemente  limitative della concorrenza in quanto asseritamente coincidenti con le caratteristiche  del prodotto di un unico fornitore; b) mancato riferimento alla possibilità di offrire  forniture con caratteristiche equivalenti o di proporre soluzioni tecniche  alternative, anche mediante piccoli lavori di ridefinizione e ottimizzazione  degli spazi destinati alla fornitura; c) mancata effettuazione, anteriormente alla  pubblicazione del bando, di una consultazione preliminare di mercato allo scopo  di definire requisiti non discriminatori e accessibili al maggior numero di  potenziali offerenti;

VISTO  l’avvio dell’istruttoria effettuato in data 20 febbraio 2018;

VISTA la  documentazione in atti e le memorie prodotte dalle parti;

RILEVATO che sulla questione  posta può decidersi ai sensi dell’art. 10 del Regolamento per il rilascio dei  pareri di precontenzioso di cui all’art. 211, comma  1, del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50;

CONSIDERATO  che la stazione appaltante, nella nota del 16 giugno 2017,  ha indicato le ragioni alla base dei rigidi  vincoli dimensionali imposti, dovuti alla necessità di ottimizzare i limitati  spazi disponibili e migliorare la disposizione e fruizione dei macchinari nelle  diverse sale, consentendo l’inserimento di ulteriori elementi di arredo, quali  carrelli e piani di appoggio, necessari per le attività degli operatori  sanitari;
RILEVATO che, nel caso in esame,  le contestazioni formulate dall’istante presuppongono  una valutazione di merito delle scelte discrezionali della stazione appaltante  sulle modalità  di perseguimento dell’interesse pubblico di cui è portatrice;  tale valutazione è inammissibile in quanto sottratta al sindacato  dell’Autorità;

CONSIDERATO che l’Autorità, nei propri atti di regolazione, ha ripetutamente  fornito specifiche indicazioni alle stazioni appaltanti sulle corrette modalità  di impostazione della fase di progettazione dell’appalto, di effettuazione  delle indagini di mercato, di ricorso ad eventuali consultazioni di mercato,  nonché per l’individuazione dei casi di infungibilità della prestazione (Determinazione  n. 5 del 6 novembre 2013 «Linee guida su programmazione, progettazione ed  esecuzione del contratto nei servizi e nelle forniture»; Linee guida n. 2  «Offerta economicamente più vantaggiosa»; Linee guida n. 8 «Ricorso a procedure  negoziate senza previa pubblicazione di un bando nel caso di forniture e  servizi ritenuti infungibili»);

Il Consiglio

ritiene,  nei limiti di cui in  motivazione:

       
  • non soggette  al sindacato dell’Autorità le contestazioni di merito che presuppongono una  valutazione delle scelte discrezionali della stazione appaltante sulle  modalità di perseguimento dell’interesse pubblico di cui è  portatrice,  fermo restando il richiamo alle corrette modalità di impostazione della fase di  progettazione dell’appalto, di effettuazione delle indagini di mercato, di  ricorso ad eventuali consultazioni di mercato, nonché per l’individuazione dei  casi di infungibilità della prestazione, come specificati negli atti di  regolazione dell’Autorità

Raffaele Cantone

Depositato  presso la segreteria del Consiglio in data 12 aprile 2018
Il  Segretario Maria Esposito

Formato  pdf 192 kb