DELIBERA N. 895  DEL  17 ottobre 2018

OGGETTO:  Istanza singola di parere di precontenzioso ex art. 211, comma 1, del d. lgs. 50/2016  presentata daMondo  Nuovo Società Cooperativa Sociale Onlus – Procedura negoziata previa  consultazione per l’affidamento in concessione del servizio di gestione del  parcheggio pubblico sito in Località Marina del Cantone (Largo Argentina) e  parte di Piazza delle Sirene - Importo complessivo a base d’asta: euro  129.588,30 - S.A: CUC Penisola Sorrentina

PREC 148/18/S

Il Consiglio

VISTA  l’istanza singola prot. n. 100198 dell’11 agosto 2017 presentata da Mondo Nuovo  Società Cooperativa Sociale Onlus, nella quale l’istante lamenta di essere  stata esclusa dalla procedura in oggetto per il mancato possesso del requisito di  capacità tecnica consistente nell’ «aver, nell’ultimo triennio (2014-2015-2016)  realizzato almeno un sistema di indirizzamento ai parcheggi attraverso software  e hardware di ultima generazione, costituito da una rete di pannelli a  messaggio variabile posizionati in vari punti della città, per orientare il  traffico verso i posti auto disponibili più vicini. Il predetto sistema deve  aver previsto l’aggiornamento in tempo reale sui display a LED (postazioni di  indirizzamento)». Secondo l’istante si tratterebbe di un requisito di  partecipazione sproporzionato e non attinente all’oggetto della concessione, posto  che il capitolato di gara non prevede l’obbligo di realizzare un sistema di  indirizzamento ai parcheggi siffatto, né che il servizio venga svolto mediante  il citato sistema;

VISTO  l’avvio dell’istruttoria effettuato in data 27 giugno 2018;

VISTA la documentazione in atti e le memorie presentate  dalle parti, in particolare il verbale del seggio di gara del 25 luglio 2017,  dal quale risulta che, in fase di verifica della documentazione amministrativa  presentata dai concorrenti, la Cooperativa Mondo Nuovo non ha dichiarato di  possedere il requisito richiesto nell’avviso a manifestare interesse ed anzi,  all’atto della presentazione dell’offerta, ha chiesto di modificare i requisiti  di partecipazione alla gara;

RILEVATO che sulla questione  posta può decidersi ai sensi dell’art. 10 del sopra richiamato Regolamento;

CONSIDERATO che l’art. 164,  comma 2, del d. lgs. 50/201683, in riferimento alle procedure di aggiudicazione  delle concessioni, prevede l’applicazione per quanto compatibili delle parti I  e II del codice dei contratti, effettuando pertanto un richiamo all’art. 83 in  tema di criteri di selezione dei concorrenti, mentre - sul versante delle  garanzie procedurali – il successivo art. 172  prevede che le condizioni di partecipazione  sono correlate e proporzionali alla necessità di garantire la capacità del  concessionario di eseguire la concessione, tenendo conto dell’oggetto della  concessione e dell’obiettivo di assicurare la concorrenza effettiva, con la  possibilità di ricorrere alla capacità di altri soggetti mediante  l’avvalimento;

CONSIDERATO che,  secondo costante e  pacifica giurisprudenza, i bandi di gara possono prevedere  requisiti di  capacità tecnica anche particolarmente rigorosi, purché non siano discriminanti   e abnormi rispetto alle regole proprie del settore, giacché rientra nella   discrezionalità dell'Amministrazione aggiudicatrice di fissare requisiti  di  partecipazione ad una singola gara anche superiori a quelli   previsti dalla legge (da ultimo, Consiglio di Stato, sez. V, 4 gennaio  2017 n. 9; delibera n. 1087 del 25 ottobre 2017);

CONSIDERATO che la lettera di invito, al p.to  IV.1), include tra i documenti a base di gara anche  l’avviso a manifestare interesse del 15  maggio 2017, nel quale si prevede che «l’aggiudicatario dovrà fornire,  installare e gestire un sistema di indirizzamento ai parcheggi attraverso  software e hardware di ultima generazione, costituito da almeno tre pannelli a  messaggio variabile posizionati lungo via A. Vespucci nei siti indicati dal  Comando P.L. con aggiornamento in tempo reale su display a LED dei posti ancora  disponibili nelle aree di sosta oggetto del presente avviso»;

RITENUTO che il requisito di partecipazione riferito  a una pregressa esperienza nella realizzazione di un sistema di indirizzamento analogo  a quello richiesto possa rientrare nel novero delle scelte discrezionali   dell’amministrazione, risultando motivato dalle esigenze dalla stessa   perseguite e non apparendo illogico e irragionevole rispetto alle   caratteristiche dell’oggetto contrattuale;

CONSIDERATO, altresì, che la stazione appaltante ha ammesso la  possibilità per i concorrenti di ricorrere ad istituti pro-concorrenziali come  il raggruppamento temporaneo di concorrenti e non ha limitato la possibilità di  ricorrere all’avvalimento;

 

Il Consiglio

ritiene,  nei limiti di cui in motivazione:

       
  • l’operato  della stazione appaltante conforme alla disciplina di settore

 

Raffaele Cantone

 

Depositato  presso la segreteria del Consiglio in data 25 ottobre 2018
Il  Segretario Maria Esposito
Formato  pdf 196 kb