DELIBERA N. 900  DEL 17 ottobre 2018

OGGETTO: Istanza di parere  per la soluzione delle controversie ex art. 211 del  decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50/2016 presentata da Buonatours di Buonadonna  Angelo S.n.c./Comune di Garda- CUC di Affi, Garda e Torre del Benaco. Avviso  pubblico indagine di mercato per l’affidamento del servizio giornaliero di bus  navetta gratuito per turisti e cittadini di Garda per la stagione turistica  2017. Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa. Importo  a base di gara: 55.640,00 euro.
PREC.294/17/S
                                                                                                                                                  

Il  Consiglio

VISTA l’istanza prot. n.47755 del 30 marzo 2017 con cui la Buonatours  di Buonadonna Angelo S.n.c  segnalava che  la lettera di invito e il capitolato relativi alla procedura in oggetto  richiedevano ai concorrenti un requisito di capacità tecnico professionale non  contemplato nell’avviso di indagine di mercato consistente nel possesso di  veicoli immatricolati nell’anno 2011, violando i principi di par condicio e  imparzialità;

VISTO l’avvio dell’istruttoria avvenuto in data 12 settembre  2017; 

VISTE le memorie e la documentazione prodotte dalle parti;

RILEVATO che ai sensi dell’art. 12 del capitolato, richiamato  dall’art. 7.4 del disciplinare di gara nella procedura in oggetto, quale  requisito di capacità tecnica ai sensi dell’art. 83, comma 1, lett. c), D.lgs. 50/2016,  veniva richiesto di essere in possesso oppure in grado di noleggiare un veicolo  dotato di dispositivi antinquinamento corrispondenti alla categoria con livello  di emissione non inferiore a Euro 5, e comunque immatricolati in data non  antecedente l’1.1.2011, ai sensi del Regolamento europeo 20.6.2007 n.  715/2007CE;

RILEVATO che tale previsione sostanzialmente coincide con  quanto indicato nell’avviso pubblico esplorativo nel quale si richiede la  disponibilità di un veicolo almeno pari ad euro 5 e come previsto dalle  Direttive europee, la categoria euro 5 è obbligatoria per i veicoli  immatricolati dal 1.1.2011, data che coincide con le richieste della stazione  appaltante;

RITENUTO quindi che non si riscontra discrasia tra l’avviso  di manifestazione di interesse e il capitolato e disciplinare di gara, ma  soltanto modalità differenti di formulazione della clausola relativa ai  requisiti di capacità tecnica;

CONSIDERATO che per un principio giurisprudenziale  consolidato, è ammissibile fissare nel bando di gara requisiti qualitativi  superiori purché siano rispettati i limiti della ragionevolezza e della  proporzionalità,  in modo tale da non  correre il rischio di restringere in modo ingiustificato lo spettro dei  potenziali concorrenti o  di realizzare  effetti discriminatori tra gli stessi;

RITENUTO inoltre che appare giustificabile l’intento di  migliorare la qualità del trasporto turistico del Comune attraverso l’uso di  motorizzazioni più efficienti e attuali quindi meno inquinanti e che ciò  risponde anche ad esigenze di economicità ed efficienza del servizio pubblico  fornito all’utenza;

 

Il  Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in motivazione, l’operato della  stazione appaltante stazione appaltante conforme alla disciplina normativa di  settore.


Raffaele Cantone

 

Depositato presso la Segreteria del Consiglio in data 25  ottobre 2017
Il Segretario Maria Esposito
Formato pdf 124 kb