DELIBERA N. 825  DEL 18 settembre 2019

OGGETTO: Istanza singola di parere di precontenzioso ex art. 211, comma 1, del d.lgs.50/2016 presentata da “Consorzio Terzo Settore” Società di servizi sociali – Società cooperativa sociale – Affidamento della gestione delle attività del servizio di “centro antiviolenza” dell’Ambito n. 26 - Importo a base di gara: 30.000,00 euro - Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa - S.A.: Piano di Zona Sociale Ambito Territoriale n. 26 – Capofila S. Giuseppe V.no (NA)
PREC 117/19/S

VISTA l’istanza, acquisita al protocollo n. 36912 del 9 maggio 2019, con cui l’operatore economico “Consorzio Terzo Settore” Società di servizi sociali – Soc. coop. sociale ha lamentato la mancata esclusione dalla gara in epigrafe dell’operatore economico Carpe Diem Cooperativa Sociale, risultato poi aggiudicatario, sostenendo che sarebbe privo dei requisiti di idoneità professionale richiesti dal disciplinare di gara: 1) iscrizione nel registro delle imprese della C.C.I.A.A. per la specifica attività oggetto dell’appalto; 2) iscrizione al vigente albo regionale delle cooperative sociali; 3) titolo abilitativo (S.C.I.A.) per l’espletamento dell’attività prevista nell’appalto ai sensi del regolamento Regione Campania n. 4 del 7 aprile 2014, allegato B;

VISTO l’avvio dell’istruttoria avvenuto in data 23 luglio 2019 con nota prot. n. 59622;

VISTO che la stazione appaltante, con nota acquisita al prot. n. 60936 del 26 luglio 2019, ha dichiarato che «dai documenti presentati in sede di gara, da parte della Cooperativa sociale “Carpe Diem”, non risultano irregolarità, in quanto tale organismo è in possesso di tutti i requisiti richiesti cui alla gara “Centro Antiviolenza”»;

VISTO quanto rappresentato dalla Cooperativa sociale Carpe Diem, con nota acquisita al prot. n. 61368 del 29 luglio 2019, in ordine all’iscrizione nel registro delle imprese al numero 07373981211, dal 23 gennaio 2013, e nella sezione speciale in qualità di impresa sociale dal 23 luglio 2018, come documentato dalla visura prodotta unitamente alla memoria, e in ordine all’avvenuta presentazione di S.C.I.A. in relazione all’attività di “Sostegno delle donne in difficoltà”, come documentato da copia dell’atto parimenti prodotta;

CONSIDERATO che l’aggiudicatario, nella richiamata nota, non ha fatto menzione dell’ulteriore requisito dell’iscrizione nel vigente albo regionale delle cooperative sociali né ha fornito alcuna documentazione al riguardo;

RILEVATO che l’aggiudicataria non risulta iscritta nell’albo regionale delle cooperative sociali aggiornato al 31 gennaio 2019, approvato con Decreto Dirigenziale Regione Campania n. 68 del 15 febbraio 2019 (prodotto dal “Consorzio Terzo Settore” unitamente all’istanza di parere), mentre risulta iscritta nell’albo regionale delle cooperative sociali aggiornato al 31 luglio 2019, approvato con Decreto Dirigenziale Regione Campania n. 473 del 2 agosto 2019, decreto di iscrizione n. 446 del 18 luglio 2019 (come è possibile verificare consultando l’albo pubblicato on line nel sito della Regione Campania);

CONSIDERATO che, sulla base di quanto rilevato, il requisito dell’iscrizione al vigente albo regionale delle cooperative sociali, di cui al punto 8, lett. d) del Disciplinare di gara, risulta acquisito dalla cooperativa sociale Carpe Diem in data successiva (18 luglio 2019) a quella di scadenza del termine per la presentazione delle offerte (29 aprile 2019);

Il Consiglio
 

ritiene, nei limiti di cui in motivazione,
non conforme alla normativa di settore l’aggiudicazione della gara alla cooperativa sociale Carpe Diem, in quanto l’operatore economico era privo, al momento della scadenza del termine per la presentazione dell’offerta, del requisito dell’iscrizione al vigente albo regionale delle cooperative sociali.

 

Il Presidente f.f.
Francesco Merloni

Depositato presso la segreteria del Consiglio in data 26 settembre 2019
Il segretario Maria Esposito

Formato pdf 193 kb