Massima numero 1 del 30 gennaio 2019

AG 1/2019/AP - Convenzione tra CNR e Società consortile a responsabilità limitata “Collezione Nazionale di composti chimici e centro screening” (CNCCS) per il progetto “High Science TV.EU” – infrastruttura integrata di editoria televisiva specialistica a supporto della ricerca scientifica - richiesta di parere.

vai alla delibera

Riferimenti normativi: Art. 5, comma 9, d.lgs. 50/2016 - Art. 1, comma 3, d.lgs. 50/2016 - Art. 158, d.lgs. 50/2016

Parole chiave: Società costituite da Università ed enti di ricerca – modalità di costituzione – affidamento a terzi di beni e servizi – contratti di ricerca e sviluppo.

Ai fini della costituzione di società ai sensi del d.lgs. 297/1999, da parte di istituti universitari ed enti di ricerca, nella forma di società di capitali cui participi anche un soggetto privato, l’individuazione di quest’ultimo deve avvenire con procedura ad evidenza pubblica, ai sensi dell’art. 5, comma 9, del d.lgs. n. 50/2016 cui rinvia l’art. 7, comma 5, d.lgs. 175/2016. Ai sensi del combinato disposto dell’art. 1, comma 3, del Codice con l’art. 17, comma 6, del d.lgs. 175/2016, le società miste nelle quali il socio privato non sia stato scelto con gara, sono tenute ad acquisire beni e servizi mediante esperimento delle procedure di gara contemplate nel d.lgs. 50/2016. L’art. 158 del Codice conferma la disciplina dei contratti di ricerca e sviluppo già prevista nel previgente art. 19, comma 1, lett. f) del d.lgs. 163/2006. Sulla base di tali disposizioni, la deroga all’evidenza pubblica è prevista e consentita esclusivamente nel caso in cui attraverso il servizio di ricerca si persegua una finalità scientifica a vantaggio e nell’interesse dell’intera collettività, quindi ove non ricorrano entrambe le condizioni previste nell’art. 158 del d.lgs. n. 50/2016, fermo restando il rispetto anche in tale caso dei principi sanciti dall’art. 4 del Codice.