Massima numero 22 del 04 settembre 2019

Procedimento sanzionatorio avviato ex art. 54 bis co. 6 primo periodo del D.lgs. n. 165/2001 nei confronti di (omissis) per l’adozione di misure ritorsive nei confronti del dipendente che segnala illeciti ai sensi dell’art 54 bis co. 1 d.lgs. 165/2001.

vai alla delibera

Riferimenti normativi: art. 54 bis, comma 1 e comma 6, primo periodo, del d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165, come modificato dall’art. 1 della l. 30 novembre 2017, n. 179.

Parole chiave: whistleblower –valutazione– fondatezza- limiti sindacato ANAC-–art. 54 bis d.lgs. 165/2001

 Nell’ambito del procedimento sanzionatorio avviato ai sensi dell’art 54 bis d.lgs. 165/2001, la valutazione dell’Autorità circa la fondatezza delle motivazioni poste alla base dell’irrogazione della sanzione disciplinare è unicamente finalizzata ad individuare indizi gravi, precisi e concordanti che possano far ritenere provata la sussistenza dell’intento ritorsivo eventualmente insito nel provvedimento adottato.