Massima numero 24 del 04 settembre 2019

Procedimento sanzionatorio avviato ex art. 54 bis co. 6 primo periodo del D.lgs. n. 165/2001 nei confronti di (omissis) per l’adozione di misure ritorsive nei confronti del dipendente che segnala illeciti ai sensi dell’art 54 bis co. 1 d.lgs. 165/2001.

vai alla delibera

Riferimenti normativi: art. 54 bis, comma 1, comma 6, primo periodo e comma 9 del d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165, come modificato dall’art. 1 della l. 30 novembre 2017, n. 179

Parole chiave: whistleblower – calunnia– diffamazione – archiviazione – conservazione tutele–art. 54 bis comma 9 d.lgs. 165/2001

 L’art 54 bis  d.lgs. 165/2001, laddove afferma che le tutele del whistleblower vengono meno in caso di accertamento della responsabilità penale per i reati di calunnia o diffamazione, fa riferimento a tutte quelle ipotesi in cui tale accertamento sia avvenuto in modo esplicito.  Ciò non avviene nel caso in cui il procedimento penale, instauratosi in seguito alla denuncia del whistleblower, sia archiviato giacché l’archiviazione non comporta alcun accertamento della responsabilità penale del denunciante per i reati di cui al comma 9 dell’art. 54 bis d.lgs. 165/2001