Massima numero 25 del 04 settembre 2019

Procedimento sanzionatorio avviato ex art. 54 bis co. 6 primo periodo del D.lgs. n. 165/2001 nei confronti di (omissis) per l’adozione di misure ritorsive nei confronti del dipendente che segnala illeciti ai sensi dell’art 54 bis co. 1 d.lgs. 165/2001.

vai alla delibera

Riferimenti normativi: art. 54 bis, comma 1, comma 6, primo periodo e comma 9 del d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165, come modificato dall’art. 1 della l. 30 novembre 2017, n. 179

Parole chiave: whistleblower – calunnia– diffamazione – procedimento penale pendente – conservazione tutele–art. 54 bis comma 9 d.lgs. 165/2001

 La pendenza di una denuncia contro il whistleblower per i reati di diffamazione e calunnia non consente di invocare il comma 9 dell’art 54 bis d.lgs. 165/2001 poiché, fino a quando non viene pronunciata la sentenza di condanna, non può dirsi avvenuto alcun accertamento della responsabilità penale.