Massima numero 27 del 02 marzo 2016

Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex art. 6, comma 7, lettera n) del d.lgs.163/2006 presentata da Lemy Soc. coop/Comune di Milano. Procedura aperta per l’affidamento di un appalto di lavori “a chiamata” negli stabili a carico della D.C: Cultura, D.C. Sport Benessere e qualità della vita, D.C. decentramento e servizi al cittadino. Importo a base di gara: 2.275.000,00. Global. Criterio di aggiudicazione: prezzo più basso. S.A. Comune di Milano Controinteressata: Solcasa S.r.l.

vai alla delibera

Riferimenti normativi: Art.38 comma 1 e comma 2 bis; Art. 46 comma 1 ter D.lgs. 163/2006

Parole chiave: Requisiti dei partecipanti alle procedure di affidamento. Requisiti di ordine generale. Soccorso istruttorio. Mancata integrazione dichiarazioni ex art. 38 comma 1 lett. b) e lett. m ter). Sanzione pecuniaria. Esclusione.

E’ corretto e rispondente alla normativa il comportamento della stazione appaltante che escluda e sanzioni un’impresa per non aver integrato la documentazione allegata all’offerta a seguito dell’applicazione della procedura di soccorso istruttorio ex art. 46 comma 1 ter, allegando la dichiarazione del rappresentante legale nonché direttore tecnico dell’azienda circa l’inesistenza di situazioni di cui all’art. 38 comma 2 b) ed m ter) del Codice richiesta dal bando.