Massima numero 125 del 05 ottobre 2016

Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del d.lgs. 163/2006 presentata da Del sole coop – Istituto Mediterraneo Trapianti e Terapie ad Alta Specializzazione - Procedura aperta per l’affidamento di un contratto di lavori pubblici di “ristrutturazione 1° p. edificio 10 e ponte di collegamento tra ed. 10 e edificio Ismett – Importo a base di gara: € 5.522.836,96 – Criterio di aggiudicazione: prezzo più basso

vai alla delibera

Riferimenti normativi: Art. 36, comma 5, D. lgs 163/2006 Art. 37, comma 7, D. lgs 163/2006 Art. 36, comma 5, D. lgs 163/2006 Art. 37, comma 7, D. lgs 163/2006

Parole chiave: Consorziata non indicataria – Partecipazione alla gara in altra forma – Raggruppamento temporaneo di imprese – Divieto – Non sussiste Consorziata non indicataria – Controllo ex art. 2359 cc – Centro decisionale unitario – Sussistenza di circostanze di fatto – Devono essere provate

Il  divieto di contestuale partecipazione sussiste nel caso in cui l’impresa  (stabilmente) consorziata indicataria concorra in qualunque altra forma nella  medesima gara e che ciò non sussista nel caso in cui il consorzio stabile  indichi quale impresa eventua.

La  partecipazione di un operatore economico ad un consorzio (stabile) non integra di  per sé le condizioni di controllo di cui all’art. 2359, cc, ma devono essere  provate le circostanze di fatto che comportino o siano sintomo di unicità di  centro decisionalelmente esecutrice una ditta diversa da quella  partecipante al raggruppamento contestato.