Massima numero 41 del 06 aprile 2016

istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 presentata congiuntamente dal Comune di Morciano di Romagna e dall’impresa Scavi e Posa Tubazioni s.r.l. – Lavori di riqualificazione arredo urbano e sottoservizi del centro urbano: Via Roma (tratto tra via Firenze e via Forlì) e Via XXV Luglio (tratto tra via Ponte Ventena e piazza Risorgimento) - S.A.: Comune di Morciano di Romagna - importo dell’appalto: euro 414.000,00 - istanza presentata congiuntamente dalle parti.

vai alla delibera

Riferimenti normativi: Art. 141 d.p.r. 207/2010

Parole chiave: Pagamenti degli acconti in corso d’opera – modifiche in sede di esecuzione del contratto - inammissibilità

La variazione delle previsioni contrattuali relative al pagamento degli acconti in corso d’opera costituisce una modifica sostanziale delle condizioni di aggiudicazione, dalla quale deriva un vulnus ai principi indicati nell’art. 2 del d.lgs. 163/2006, con particolare riferimento alla «libera concorrenza, parità di trattamento, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità, nonché quello di pubblicità».