Massima numero 112 del 14 settembre 2016

Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex art. 6, comma 7, lettera n) del d.lgs.163/2006 presentata da Tecno Instruments S.r.l./ARCA Lombardia Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.a. Procedura aperta per l’affidamento di un appalto di forniture di protesi oculistiche. Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa. Importo a base di gara eu. 11.195.742,10 S.A. ARCA Lombardia Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.a.

vai alla delibera

Riferimenti normativi: Art.2 comma 1 bis art. 42 d.lgs.163/2006

Parole chiave: Mancata suddivisione in lotti. Requisiti di capacità economica e professionale. Proporzionalità. Innovazione tecnologica e oggetto dell’appalto

E’ legittimo il bando che preveda una  suddivisione in lotti rispondente a un criterio logico di funzionalità e  coerenza e la stazione appaltante fornisca adeguata motivazione della scelta  effettuata.
I requisiti di capacità tecnico  professionale richiesti dal bando devono essere riferiti al singolo lotto e non  all’importo della base d’asta relativo all’intero appalto.
Un bando per una fornitura di prodotti  tecnologicamente “superati” non è da ritenersi illegittimo, considerato che la  richiesta risulta motivata da un lavoro di analisi e rilevazione dei bisogni e  delle abitudini dei consumatori destinatari della fornitura.