Massima numero 67 del 28 giugno 2016

istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 presentata dalla società ADAPTA S.p.A.– Affidamento seinnale a lotto unico indivisibile del servizio integrato di pulizia, sanificazione e disinfezione ambientale escluso l’ambito territoriale di Rimini; noleggio e ricondizionamento divise e biancheria piana, materasseria ed accessori antidecubito, nonché noleggio, ricondizionamento e sterilizzazione di tessuti poliuso; attività logistiche di movimentazione interna escluso l’ambito territoriale di Rimini; movimentazione interna di persone per l’ambito territoriale di Ravenna e per l’IRCCS-IRST di Meldola, con facoltà di ripetizione del servizio per ulteriori tre anni ai sensi dell’articolo 57, comma 5, lettera b) del d.lgs. n. 163/2006 - Importo a base di gara: 173.100.000,00 Euro – Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna

vai alla delibera

Riferimenti normativi: Articoli 83 e 84, d.lgs. n. 163/2006

Parole chiave: Valutazioni delle offerte da parte della commissione giudicatrice– sindacabilità – limiti

Le valutazioni della commissione giudicatrice, che costituiscono espressione di discrezionalità tecnica, sono sottratte al sindacato di legittimità, salvo che risultino manifestamente illogiche, irrazionali, irragionevoli, arbitrarie ovvero fondate su di un evidente travisamento dei fatti, non potendo l’Autorità sostituirsi al potere tecnico-discrezionale attribuito alla stazione appaltante.