Massima numero 81 del 20 luglio 2016

istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 presentata congiuntamente dal Comune di Pescara e dalla società ICA – Imposte Comunali Affini S.r.l – Concessione del servizio di gestione, accertamento, liquidazione e riscossione volontaria e coattiva di: imposta comunale pubblicità, diritti pubbliche affissioni, canone occupazione spazi e aree pubbliche, tassa rifiuti solidi urbani giornaliera, canone spazi, banchi e box mercato coperto. Gestione e manutenzione impianti affissionali - Importo a base di gara: 8.704.411,00 Euro – S.A.: Comune di Pescara

vai alla delibera

Riferimenti normativi: Articolo 37 d.lgs. n. 163/2006

Parole chiave: Raggruppamenti temporanei di imprese – modificabilità soggettiva del raggruppamento – ammissibilità - condizioni

È ammissibile la  modifica soggettiva di un raggruppamento in riduzione mediante il recesso di  uno dei suoi componenti ed essa non costituisce violazione della par condicio dei concorrenti, a condizione  che la modifica sia in senso riduttivo e avvenga per esigenze organizzative  proprie del raggruppamento e non per eludere la legge o per evitare la sanzione  di esclusione dalla gara per difetto dei requisiti in capo al componente del  raggruppamento che recede e previa verifica che l'esecutore sia singolarmente  in possesso dei requisiti indicati dalla lex  specialis.