Delibera del 13 maggio 2010

Parere della Commissione sulla richiesta dell’ENIT – Agenzia nazionale del turismo Italia per la nomina dei componenti dell’Organismo indipendente di valutazione (articolo 14, comma 3, decreto legislativo n. 150/2009)

LA COMMISSIONE

visti gli articoli 13, comma 6, lett. g) e 14, commi 3 e 7, del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 e la delibera n. 4/2010 del 16 febbraio 2010, recante la definizione dei requisiti per la nomina dei componenti dell’Organismo indipendente di valutazione (OIV);

ESAMINATE

la richiesta di parere formulata, in data 2 aprile 2010 (con nota prot. Pres. n. 0133), dall’ENIT – Agenzia nazionale del turismo Italia, avente ad oggetto la nomina dell’OIV; la nota del 29 aprile 2010 (Prot. Pres. n. 167/2010) di risposta alla lettera interlocutoria della Commissione trasmessa in data 13 aprile 2010;

PREMESSO

L’ENIT – Agenzia nazionale del turismo Italia è un ente pubblico non economico, il cui compito è quello di provvedere alla promozione turistica dell’Italia all’estero. Ha una sede centrale a Roma e più di venti sedi all’esterno, dislocate in più Paesi.

L’ENIT – Agenzia nazionale del turismo Italia presenta richiesta di parere, accompagnata da una breve relazione dell’amministrazione e dai curricula vitae delle persone alla cui nomina si intende procedere.

L’ente ha optato per la costituzione dell’OIV in forma collegiale, che sembra coerente con le indicazioni della delibera n. 4/2010 della Commissione, posta l’estesa articolazione territoriale.

I candidati su cui era, originariamente, ricaduta la scelta erano il Prof. Vincenzo Gagliani Caputo (71 anni), il dott. Pier Andrea Frè Torelli Massini (49 anni), il dott. Francesco Montera (50 anni). In risposta alla lettera interlocutoria della Commissione, in cui si segnalava la criticità della candidatura del Prof. Gagliani Caputo, l’ente ha indicato in sua sostituzione la dott.ssa Gabriella Acerbi (54 anni). Tale composizione assicura, complessivamente, competenze nel campo del controllo interno, economico, della gestione delle risorse umane, del controllo contabile. La composizione garantisce, inoltre, una piena indipendenza, trattandosi di tre membri esterni all’ente.

CONSIDERATO

1. Il parere sulla costituzione e la nomina dell’organismo interno di valutazione è stato richiesto ai sensi dell’articolo 14, comma 3, del decreto legislativo n. 150 del 2009, che prevede che tale nomina avvenga “sentita la Commissione”, cui l’Amministrazione è tenuta a comunicare, ai sensi del comma 7 della medesima disposizione, i curricula dei componenti.

Trattasi a giudizio della Commissione di parere obbligatorio, perché prescritto per legge, ancorché non vincolante, non essendovi qualificazione in tal senso, anche se – secondo i principi – l’Amministrazione che intenda discostarsene è tenuta a fornire idonea motivazione.

La richiesta di parere è stata correttamente posta prima del decreto di nomina, dovendosi ritenere -secondo i principi – che i pareri si collochino all’interno del procedimento di formazione del provvedimento amministrativo cui si riferiscono e quindi, nella fattispecie in esame, prima dell’atto di nomina.

La Commissione, in sede di emanazione del parere, deve, in primo luogo, tener conto dei parametri normativi di riferimento concernenti la nomina dei componenti degli OIV (“elevata professionalità ed esperienza maturata nel campo del management, della valutazione della performance e della valutazione del personale delle amministrazioni pubbliche”) e l’attività che tali organismi sono chiamati ad espletare. Deve, altresì, valutare la coerenza della nomina proposta con i requisiti definiti dalla Commissione, ai sensi dell’articolo 13, comma 6, del decreto n. 150, con la menzionata delibera n. 4 del 2010.

2. Sul piano formale e procedurale si rileva che: la richiesta di parere è pervenuta dal Presidente dell’ente; la scelta per la costituzione in forma collegiale dell’Organismo è stata effettuata nella consapevole autonomia organizzatoria; la richiesta di parere è accompagnata dalla relazione illustrativa, corredata, come prescritto, dai curricula dei candidati; la scelta è avvenuta all’esito dell’esame dei curricula.

Quindi, sul piano formale e procedurale, la richiesta di parere è da ritenere conforme a quanto indicato dalla Commissione nella delibera n. 4/2010.

3. Per quanto riguarda la scelta dei candidati, gli stessi posseggono i requisiti generali di conoscenza ed esperienza definiti dalla Commissione e non incorrono nei requisiti ostativi di cui al par. 2.4 della delibera.

In particolare, il dott. Fré Tonelli Massini , laureato in economia, è dottore commercialista ed è stato socio di importanti studi professionali di Roma. Ha profonde competenze in materie economiche. La conoscenza della materia del controllo, in particolare nel settore contabile, è dimostrata dall’esperienza ultradecennale maturata in qualità di revisore dei conti. E’ stato membro di collegi sindacali in numerose S.p.A. e S.r.l. in tutta Italia.

Il dott. Montera ha una formazione economico-amministrativa e una significativa conoscenza del settore privato-aziendale, ove ha maturato una lunga esperienza lavorativa, ricoprendo ruoli apicali in molte società e imprese (amministratore delegato, presidente del Consiglio di amministrazione, direttore generale). Attualmente, è direttore generale della società “Promuovi Italia – Roma” e presidente del Consiglio di amministrazione della società “S.L.M.”. Il candidato ha una buona conoscenza delle attività di audit e controllo di gestione, acquisita nell’esperienza lavorativa svoltasi presso la Direzione Ispettorato e Controllo di gestione della società “Gepi Roma”.

La dott.ssa Acerbi ha una formazione giuridica e una significativa conoscenza delle pubbliche amministrazioni locali. Dirigente amministrativo presso il Comune di Roma, attualmente risulta incaricata della direzione apicale del Municipio III di tale Comune. Piuttosto rilevante è l’esperienza maturata nel campo del controllo interno, avendo ricoperto vari incarichi relativi alle attività di controllo di gestione, della valutazione della dirigenza, di coordinamento delle attività di supporto ai Nuclei di valutazione, sempre presso il Comune di Roma. In particolare, la candidata è stata incaricata della direzione apicale dell’Ufficio di controllo interno nel Segretariato generale.

DELIBERA

di esprimere parere favorevole.

Roma, 13 maggio 2010

Il Presidente

Antonio Martone

Delibera n.74.2010