Art. 240-bis

Definizione delle riserve

(art. 32, co. 4, d.m. n. 145/2000) (articolo introdotto dall'articolo 2, comma 1, lettera uu), d.lgs. n. 152 del 2008)

1. Le domande che fanno valere pretese già oggetto di riserva non possono essere proposte per importi maggio-ri rispetto a quelli quantificati nelle riserve stesse. L'importo complessivo delle riserve non può in ogni caso essere superiore al venti per cento dell'importo contrattuale.

(comma modificato dall'art. 4, comma 2, lettera hh), legge n. 106 del 2011)

1-bis. Non possono essere oggetto di riserva gli aspetti progettuali che, ai sensi dell'articolo 112 e del re-golamento, sono stati oggetto di verifica.

(comma introdotto dall'art. 4, comma 2, lettera hh), legge n. 106 del 2011)