Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171

OPERE PUBBLICHE
  Legge  10  dicembre  1981,  n.  741 (in Gazz. Uff., 16 dicembre, n.
344).  -  Ulteriori  norme  per  l'accelerazione  delle procedure per
l'esecuzione di opere pubbliche (1).
  (1)  Con  d.lg.  31  marzo  1998,  n.  112 sono state devolute alle
regioni  e agli enti locali tutte le funzioni amministrative inerenti
alla   materia   delle   opere  pubbliche,  ad  eccezione  di  quelle
espressamente mantenute allo Stato.

Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


  (Omissis).



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                               Art. 1.

          Revisione prezzi sulla base del programma lavori.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato  dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n.
554.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                               Art. 2.

                     Pagamento revisione prezzi.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato  dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n.
554.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                               Art. 3.

                    Accredito dell'anticipazione.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato  dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n.
554.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                               Art. 4.

                 Interessi per ritardato pagamento.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato  dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n.
554.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                               Art. 5.

                  Termini e modalità dei collaudi.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato  dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n.
554.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                               Art. 6.

             Cauzione provvisoria e cauzione definitiva.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato  dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n.
554.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


EDILIZIA E URBANISTICA
OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                               Art. 7.

                   Albo nazionale dei costruttori.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato  dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n.
554.  Sostituiva il terzo comma dell'art. 5, il primo comma dell'art.
2, e il secondo comma dell'art. 8, l. 10 febbraio 1962, n. 57.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                               Art. 8.

                Aggiornamento dei prezzi di progetto.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato  dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n.
554.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                               Art. 9.

                         Offerte in aumento.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato  dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n.
554.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                              Art. 10.

                   Modalità per le gare d'appalto.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato  dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n.
554.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                              Art. 11.

                    Lavori aggiuntivi o variati.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato  dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n.
554.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                              Art. 12.

                      Premi di incentivazione.

  I  capitoli speciali di appalto possono prevedere la corresponsione
alle  imprese di premi di incentivazione per accelerare la esecuzione
dei lavori.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                              Art. 13.

                Aggiudicazione a trattativa privata.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato dall'art. 4, l. 8 ottobre 1984, n. 687 e di
nuovo abrogato dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n. 554.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                              Art. 14.

                       Analisi prezzi unitari.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato  dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n.
554. Sostituiva il terzo comma dell'art. 20, d.m. 29 maggio 1895.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                              Art. 15.

    Documentazione e cauzione provvisoria nelle tornate di gara.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato  dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n.
554.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                              Art. 16.

                       Procedimento arbitrale.

  (Omissis) (1).
  (1)  Articolo  abrogato  dall'art. 231, d.p.r. 21 dicembre 1999, n.
554. Sostituiva l'art. 47, d.p.r. 16 luglio 1962, n. 1063.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                                CAPO I
                        DISPOSIZIONI GENERALI


                              Art. 17.

               Ricorsi in materia di revisione prezzi.

  Ai  ricorsi  di  cui  all'articolo  4,  primo  comma,  del  decreto
legislativo  del  Capo  provvisorio  dello  Stato 6 dicembre 1947, n.
1501,  non  si applicano l'articolo 6 del D.P.R. 24 novembre 1971, n.
1199, e l'articolo 29 della L. 6 dicembre 1971, n. 1034.
  Scaduto  il  termine  di  novanta  giorni  dalla  presentazione del
ricorso  di  cui all'articolo 4, primo comma, del decreto legislativo
del  Capo  provvisorio  dello  Stato  6  dicembre  1947,  n. 1501, il
ricorrente  può  dichiarare,  nei  successivi  sessanta  giorni, alla
autorità  adita  di  volersi  avvalere  della  facoltà  di  attendere
l'emissione  del  parere  di cui al secondo comma dell'articolo 4 del
decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 6 dicembre 1947,
n. 1501, prima dell'eventuale adizione del giudice amministrativo.
  L'amministrazione  a  cui il parere è rivolto deve provvedere entro
sessanta giorni dal ricevimento dello stesso (1).
  Il  silenzio dell'amministrazione, decorso tale termine, equivale a
provvedimento conforme al parere (1).
  (1) Comma aggiunto dall'art. 6, l. 8 ottobre 1984, n. 687.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


STRADE
                               CAPO II
                     DISPOSIZIONI PER L'ANAS (1)
 (1)  Ora Ente nazionale per le strade ex d.lg. 26 febbraio 1994, n.
                                 143.


                              Art. 18.

                   Pareri degli organi consultivi.

  I  limiti  di  importo  previsti  dal primo comma dell'articolo 14,
lettera   d),   della  L.  7  febbraio  1961,  n.  59,  sono  elevati
rispettivamente a 5 miliardi ed a 3 miliardi di lire (1).
  I  limiti  di  importo  previsti  dal primo comma dell'articolo 17,
lettera   a),   della  L.  7  febbraio  1961,  n.  59,  sono  elevati
rispettivamente  ad 1 miliardo e 5 miliardi di lire ed a 1 miliardo e
3 miliardi di lire (1).
  Per  i  progetti  di  massima ed esecutivi di lavori e forniture di
competenza  dell'ANAS  (2)  fino  all'importo  di  lire 1 miliardo si
applicano le disposizioni dell'articolo 16 del D.L. 15 marzo 1965, n.
124, convertito, con modificazioni, nella L. 13 maggio 1965, n. 431.
  È  elevato  a  lire 1 miliardo il limite di importo di cui al primo
comma  dell'articolo  16  del D.L. 15 marzo 1965, n. 124, convertito,
con modificazioni, nella L. 13 maggio 1965, n. 431, e successivamente
sostituito dall'articolo 33 della L. 3 gennaio 1978, n. 1.
  Sulle  vertenze  di  cui agli articoli 14, lettera g), e 17 lettera
e),  della  L.  7 febbraio 1961, n. 59, non occorre sentire il parere
del  Consiglio  di  Stato,  già  sospeso anche per le vertenze stesse
dell'articolo  16,  terzo  comma,  del  D.L.  15  marzo 1965, n. 124,
convertito, con modificazioni, nella L. 13 maggio 1965, n. 431.
  Il disposto dell'articolo 5-bis del R.D. 18 novembre 1923, n. 2440,
si  applica  anche  all'acquisto  da  parte dell'ANAS (2) di mezzi di
sgombraneve, autoveicoli, motoveicoli, mezzi di trasporto in genere e
loro parti di ricambio prodotti dall'industria nazionale.
  (1) Vedi, anche, l'art. 14, l. 26 marzo 1986, n. 86.
  (2)  Ora Ente nazionale per le strade ex d.lg. 26 febbraio 1994, n.
143.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA'
STRADE
                               CAPO II
                     DISPOSIZIONI PER L'ANAS (1)
 (1)  Ora Ente nazionale per le strade ex d.lg. 26 febbraio 1994, n.
                                 143.


                              Art. 19.

     Determinazione e approvazione dell'indennità di esproprio.

  Nelle  procedure  espropriative  di  competenza  dell'ANAS  (1), la
rappresentanza  dell'amministrazione per la determinazione concordata
dell'indennità conferita all'ingegnere capo ad esaurimento o aggiunto
investito  delle  attribuzioni  di  cui all'articolo 31, primo comma,
della L. 3 gennaio 1978, n. 1.
  L'approvazione   della   stessa  indennità  concordata  compete  al
dirigente  del  compartimento o ufficio speciale equiparato, il quale
potrà  altresì  disporre  il  pagamento  diretto,  previa apertura di
credito  a proprio favore, in deroga alla L. 3 aprile 1926, n. 686, e
successive modifiche ed integrazioni.
  (1)  Ora Ente nazionale per le strade ex d.lg. 26 febbraio 1994, n.
143.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


EDILIZIA E URBANISTICA
                               CAPO III
                         DISPOSIZIONI FINALI


                              Art. 20.

 Snellimento di procedure di cui alla legge 2 febbraio 1974, n. 64.

  Al  fine  di  vigilare  sulle  costruzioni  per  la prevenzione del
rischio  sismico in applicazione delle norme di cui al capo III della
L.  2  febbraio  1974, n. 64, le regioni possono definire, con legge,
modalità  di controllo successivo anche con metodi a campione; in tal
caso,  possono  prevedere  che  l'autorizzazione  preventiva  di  cui
all'articolo  18  della L. 2 febbraio 1974, n. 64, non sia necessaria
per l'inizio dei lavori. Per l'osservanza delle norme sismiche, resta
ferma  la  responsabilità  del progettista, del direttore dei lavori,
dell'impresa e del collaudatore.
  Le  regioni emanano altresì norme per l'adeguamento degli strumenti
urbanistici  generali e particolareggiati vigenti, nonché sui criteri
per   la   formazione  degli  strumenti  urbanistici  ai  fini  della
prevenzione del rischio sismico.
  Fino all'emanazione delle norme di cui al precedente comma, restano
vigenti  le norme di cui all'articolo 13 della L. 2 febbraio 1974, n.
64.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                               CAPO III
                         DISPOSIZIONI FINALI


                              Art. 21.

                        Indagini geologiche.

  È prorogato di sei mesi dall'entrata in vigore della presente legge
il  termine di cui all'articolo 2 del D.P.R. 21 gennaio 1981, emanato
in applicazione dell'articolo 1 della L. 2 febbraio 1974, n. 64.



Aggiornato alla G.U. del 25/7/2001, n. 171


OPERE PUBBLICHE
                               CAPO III
                         DISPOSIZIONI FINALI


                              Art. 22.

                         Entrata in vigore.

  La  presente  legge  entra  in vigore il giorno successivo alla sua
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.