Fornitura di carta in risme

(prezzi pubblicati in data 29 settembre 2015)

Dei 15.282 record comunicati alla data del 31 maggio 2015 per il bene “fornitura di carta in risme”, 12.917 record hanno superato i controlli relativi il campo note, la data, la presenza di eventuali adesioni e di record duplicati. Con riguardo a tali dati, l’analisi ha preso in considerazione gli 11.023 record relativi alle tipologie di carta più frequentemente acquistate, ovvero di maggior rilievo in termini di spesa: formato della carta A4 e A3, le risme di 500 fogli, la grammatura 80-84 g/mq, le scatole da 5 risme 1 . Relativamente ai dati riferibili a dette tipologie sono state inoltre effettuati ulteriori verifiche di qualità dei dati, che hanno portato ad escludere alcuni dati anomali.  In conclusione, per la determinazione dei prezzi di riferimento della carta in risme sono stati pertanto considerati 10.749 record complessivi (rispettivamente 8.378 per il formato A4 e 2.371 per il formato A3).
Il questionario di rilevazione ha consentito di rilevare un numero elevato di informazioni riguardanti le caratteristiche della carta (formato, grammatura, certificazione ISO, ecc.) e le condizioni di fornitura (quantità minima di consegna, modalità di consegna, tempi di consegna, ecc.). L’estremo grado di dettaglio con cui sono state raccolte  le informazioni si è rilevato estremamente utile in fase di determinazione dei prezzi di riferimento in quanto ha consentito di valutare, attraverso l’analisi econometrica, l’influenza delle caratteristiche del bene e delle condizioni della fornitura sul prezzo della carta.
In analogia a quanto previsto dal Legislatore per il settore sanitario nel d.l. n. 98/2011, si è scelto di determinare i prezzi di riferimento relativi alla fornitura di carta in risme attraverso la “logica del percentile”. Nel caso di specie, quindi, ai fini del calcolo del prezzo di riferimento delle diverse tipologie di carta “alle condizioni di maggiore efficienza”, tenuto conto dell’elevato grado di significatività e di standardizzazione dei dati disponibili, si è scelto il 10° percentile per ciascuna tipologia di carta individuata.
Tenuto conto del numero di variabili e di osservazioni disponibili, mutuando la “logica del percentile” prevista per l’ambito sanitario ai fini dell’individuazione delle condizioni di maggiore efficienza, si è ritenuto di utilizzare il metodo della regressione quantilica per la determinazione del prezzo di riferimento. Questa metodologia ha permesso contemporaneamente di individuare, all’interno di ogni tipologia di carta individuata come descritto sopra, i distinti gruppi di prodotto, caratterizzati da omogenee specifiche del bene o condizioni di fornitura (certificazione ISO, consegna al piano, ecc.) e di calcolare contemporaneamente per ciascun gruppo lo specifico percentile corrispondente al prezzo di riferimento da pubblicare.
Per la carta A4 in risme da 500 grammatura da 80 a 84 g/mq in scatole da 5 risme, le variabili che sono risultate significative nella determinazione del prezzo sono state la “Tipologia della carta (naturale e riciclata)”, la “Certificazione ISO 9001 Cartiera di produzione”, la “Tipologia di  consegna”, l’ ”Unitá di misura minima di consegna” (Ordine Minimo) e i “Tempi di consegna”.
Tabella prezzi carta A4
Per la carta A3 in risme da 500 grammatura da 80 a 84 g/mq in scatole da 5 risme, le  variabili che sono  risultate significative nella determinazione del prezzo di riferimento sono state l’ “Unitá di misura minima di consegna (Ordine Minimo)”, la “Tipologia di consegna” e i “Tempi di consegna”.
Tabella prezzi carta A3



1- In particolare, 8.590 record riferiti alla carta formato A4 e 2.433 record riferiti alla carta formato A3. Non sono stati pertanto considerati 1.894 record relativi a numerose diverse tipologie di carta, caratterizzate da una più ridotta significatività statistica e minor impatto di spesa.