ESPD – Documento di gara unico europeo in formato elettronico - 2019

Progetto CEF ESPD

Il DGUE elettronico è un’autodichiarazione, basata su un modello standard (ESPD) contenente le informazioni previste nell’allegato del Regolamento (UE) 2016/7 del 5 gennaio 2016, tramite il quale un operatore economico può autocertificare che soddisfa i criteri di partecipazione e selezione per una gara pubblica.
L'adozione del DGUE elettronico mira a ridurre l'onere documentale per gli Operatori Economici ed a semplificare le procedure di verifica per le Stazioni Appaltanti.
L'ANAC ha partecipato al progetto ESPD per l'informatizzazione del documento unico di gara europeo (DGUE) nell'ambito dell’ecosistema nazionale per gli appalti elettronici (azione n. 2016-IT-IA-0038). Il progetto è co-finanziato dalla Commissione Europea tramite la call CEF Telecom - eProcurement (CEF-TC-2016-1) ed ha visto coinvolte ANAC, Consip, Intercent-ER ed UNIONCAMERE, coordinate da AgID.
Il progetto ha prodotto i seguenti risultati:

  • aggiornamento del servizio SIMOG per consentire alle amministrazioni aggiudicatrici di produrre un modulo DGUE conforme al modello di dati definito dalla Commissione europea;
  • aggiornamento delle piattaforme di e-procurement di Consip e Intercent-ER, introducendo nuove funzionalità per gestire lo scambio elettronico del DGUE;
  • implementazione di un servizio gratuito a supporto degli operatori economici italiani per la compilazione del DGUE;
  • definizione di una linea guida per l'uso del DGUE nell'ambito del quadro normativo nazionale;

Il progetto supporterà il pieno rispetto delle direttive UE in materia di appalti pubblici (2014/25 / UE e 2014/24 / UE)

Documento formato pdf (159 Kb)

Versione in lingua inglese  - documento formato pdf (159 Kb)

Il servizio per la compilazione di un modulo DGUE, sviluppato nel progetto, verrà reso disponibile per le Stazioni Appaltanti all’interno di SiMOG, a valle della pubblicazione delle linee guida per l’utilizzo del DGUE elettronico da parte del MIT e di AgID.