Lavori del Consiglio del 27 maggio 2015

Resoconto sintetico della riunione del Consiglio del 27 maggio 2015

 

Di seguito si riportano, in modo sintetico, le principali decisioni assunte dal Consiglio di questa Autorità nella riunione del 27 maggio 2015.

Comunicazioni del Presidente

Il Consiglio

  • prende atto della risposta negativa alla richiesta del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano per una collaborazione per lo svolgimento delle proprie attività in tema di appalti, richiesta respinta  in quanto non sono ravvisabili i presupposti necessari ai fini dell’espletamento dell’attività di vigilanza collaborativa da parte dell’Autorità;
  • prende atto con soddisfazione della nota del Ministero della Giustizia riguardante il pagamento dell’anticipazione del contributo obbligatorio per la partecipazione italiana al GRECO e trasmette la nota all’Ufficio Risorse Umane e Finanziarie perché verifichi l’effettivo pagamento della somma, così come indicata nella nota;
  • prende atto della proposta del Segretario generale riguardante il nuovo sistema di misurazione e valutazione della performance dell’A.N.AC., su cui concorda, e chiede di attivare la consultazione fra i dipendenti e successivamente quella con le OO.SS.;
  • prende atto della costituzione del gruppo di lavoro “permanente” per la predisposizione del Piano triennale di prevenzione della corruzione e del Programma triennale della trasparenza;
  • prende atto e approva la nota predisposta dall’ Ufficio Affari Giuridici di segnalazione al Ministro dell’Interno per rendere nota al Ministro medesimo la vicenda del Consorzio Calatino Terra d’Accoglienza, che ha inviato una comunicazione con la quale ha rappresentato che non intende revocare d’ufficio l’aggiudicazione;
  • prende atto ed approva il Comunicato predisposto dall’Ufficio in merito ad un sistema per l’inserimento nel Casellario informatico sia del provvedimento prefettizio di commissariamento dell’O.E. di cui all’art. 32, comma 1, lett. b) del d.l. n. 90/2014, sia dell’informazione circa l’avvio del procedimento per l’applicazione delle misure straordinarie di cui al citato art. 32, comma 10;
  • prende atto dell’adozione di un Comunicato sulle modalità di pubblicazione degli atti, di cui al d.lgs. n. 33/2013.

Questioni di carattere generale

Il Consiglio

  • prende atto della relazione dei Dirigenti, Dott. V. Bonetti e Dott. S. Fuligni che proiettano e depositano alcune slides cartacee, in merito al sistema informatico di protezione “whistleblowing” e delega i predetti ad approfondire in ordine alla possibilità di utilizzare le piattaforme e di relazionare ai Conss. Merloni e Parisi, prima delle ulteriori valutazioni del Consiglio;
  • rinvia all’adunanza del 10 giugno p.v. l’esame del Contratto n. 30854 per lo sviluppo di soluzioni applicative, di analisi e di governo a supporto del sistema informativo dell’Autorità – Stato dell’arte interventi in materia di Business Process Management (BPM) e dispone la convocazione dell’Ing. Ciccone, al fine di verificare le ragioni per le quali non ha ritenuto di dare il suo assenso al progetto dell’intervento n. 79 indicato nell’appunto al Consiglio del 14/4/2015. Prende atto dell’esito dell’audizione dell’Ing. Ivagnes e delle giustificazioni fornite, conferma il suo ruolo di direttore responsabile del contratto, riservandosi le conclusioni definitive all’esito dell’audizione del 10 giugno p.v.;
  • esprime apprezzamento per l’ottimo lavoro svolto dagli ispettori sull’appalto ricomprendente la realizzazione del viadotto Scorciavacche sulla strada statale PA-AG, interessato dal cedimento verificatosi il 4-5 gennaio 2015 . Delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio, disponendo la trasmissione di copia della relazione ispettiva e della relazione di accompagnamento alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Termini Imerese, alla Procura Regionale della Corte dei conti della Sicilia e la trasmissione degli atti all’Ufficio UVLA per procedere alla conclusione dell’attività istruttoria;
  • delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio con riguardo alla visita ispettiva ai sensi dell’art. 6, comma 9, lett. a) e b) del d.lgs. 163/2006 presso l’EUR S.p.a. in relazione ai lavori di ripristino e di ristrutturazione del Parco Divertimenti dell’EUR ed ai correlati profili di criticità emersi in sede istruttoria, dispone la trasmissione della relazione e del relativo fascicolo all’Ufficio vigilanza forniture e servizi per il proseguimento del monitoraggio dell’evoluzione della vicenda e accoglie l’istanza di riservatezza formulata da EUR S.p.A.;
  • prende atto di quanto evidenziato dall’Ufficio UPVS circa l’omessa vigilanza del Comune di Roma sulla corretta applicazione della normativa nazionale sui c.d. Piani di Zona e dispone che sia trasmesso l’intero fascicolo all’Ufficio UVMAC perché attivi la verifica di cui aveva già fatto riferimento nella nota del 6/2/2015, pag. 8, volta a mappare l’intero processo concessorio tramite la Guardia di Finanza;
  • delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio URCP circa le indicazioni alle stazioni appaltanti sul bando-tipo n. 2 “Affidamento di lavori pubblici nei settori ordinari: procedura aperta per appalto di sola esecuzione lavori, contratti di importo superiore a euro 150.000,00, offerta al prezzo più basso),  ma ritiene necessario riformulare il comunicato in modo più sintetico;
  • approva la “Deliberazione del Consiglio recante Modifiche al Regolamento sull’esercizio della funzione di componimento delle controversie di cui all’art. 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163” e dispone la pubblicazione delle modifiche e del testo integrato sul sito dell’Autorità e sulla Gazzetta Ufficiale. Dispone che le modifiche entrino in vigore il giorno successivo la pubblicazione in G.U;
  • rinvia la trattazione dei problemi dell’attività di vigilanza dell’Ufficio UVMAC, delegando il Cons. Merloni ad approfondire con il Dirigente dell’Ufficio le richieste avanzate;
  • rinvia all’adunanza del 10 giugno 2015 per maggiori approfondimenti l’esame delle proposte per l’armonizzazione e la gestione di atti, massime, orientamenti e FAQ dell’ANAC;
  • approva la proposta dell’Ufficio SG/UPSI con riguardo alla stima dei costi  – Formazione AVCpass, ma ritiene che, in linea di principio, i costi per la formazione debbano gravare sull’ente che faccia la richiesta di formazione medesima;
  • delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio UGARE circa la proroga del contratto esecutivo OPA – SPC (Sistema Pubblico di connettività) per l’erogazione dei servizi di connettività, interoperabilità di base, sicurezza e telefonia VOIP in ambito SPC e dei contratti extra SPC;
  • delega il Segretario generale ad un approfondimento in ordine alle richieste di part - time dei dipendenti anche alla luce del parere dato dall’Ufficio Affari giuridici. Delega, altresì, il Segretario generale ad estrapolare dal parere dell’Ufficio Affari giuridici un comunicato da inviare, via intranet, a tutti i dipendenti con il quale viene sottolineata l’incompatibilità anche in caso di concessione di part-time e il regime discrezionale da parte dell’Amministrazione della concessione dello stesso. Rinvia all’adunanza del 10 giugno p.v.;
  • delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio URCP in merito alle linee guida per l’affidamento del servizio di vigilanza privata;
  • approva la Call for RTA Twinning Serbia e il progetto Twinning “SR 13 IB JH 04 – National programme for Serbia under the IPA – Transition Assistance and Institution Building Component for the year 2013 – Prevention and Fight Against Corruption”;
  • all’esito del colloquio con i candidati allo svolgimento del tirocinio, il Consiglio, all’unanimità, individua i migliori cinque nelle persone di Francesca Ferrazza, Rosa Gaia Grassia, Alberto Marcias, Anna Romano e Martina Torre, tutti con il punteggio di 10/10. Delibera, altresì, di attribuire alla Dott.ssa Costanza Bosi il punteggio di 9,5, al Dott. Andrea Conforti il punteggio di 9 e alle Dott.sse Bianca Sinisi e Adriana Torre il punteggio di 8,5. Il Consiglio dispone altresì che la graduatoria, così come risultante dai punteggi sopra riportati, rimanga aperta per un anno a disposizione dell’Autorità per eventuali future necessità che dovessero emergere. La decisione del Consiglio viene comunicata a tutti i presenti. Il Segretario generale procederà alla pubblicazione della graduatoria sul sito. Il Consiglio individua, quali referenti per ogni singolo tirocinante, il Presidente per la Dott.ssa Francesca Ferrazza, il Cons. Merloni per la Dott.ssa Rosa Gaia Grassia, il Cons. Nicotra per il Dott. Alberto Marcias, il Cons. Corradino per la Dott.ssa Anna Romano e il Cons. Parisi per la Dott.ssa Martina Torre;
  • individua, alla luce dell’appunto dell’Ufficio UMABS, i seguenti soggetti aggregatori:

per la Regione Campania: So.Re.Sa S.p.a.;
per la Regione Friuli Venezia Giulia: Servizio centrale unica di committenza della direzione centrale funzione pubblica;
per la Regione Lombardia: ARCA S.p.a. (Azienda Regionale Centrale Acquisti);
per la Regione Puglia: InnovaPuglia S.p.a.;
per la Regione Umbria: CRAS; CF/P.IVA;
per la Regione Valle d’Aosta: IN.VA. S.p.a.;
per la Regione del Calabria: SUA Calabria;
per la Regione Piemonte: SCR-Piemonte;
Consip;
Città metropolitana di Torino;
Città metropolitana di Genova;
Città metropolitana di Napoli;
Città metropolitana di Roma capitale;
Città metropolitana di Firenze.
I soggetti, di seguito indicati, sono individuati con riserva, in attesa dei chiarimenti che saranno richiesti dall’Ufficio e comunicati al Consiglio per l’adunanza del 17 giugno p.v.:
per la Regione Emilia Romagna: Agenzia Regionale Intercent-ER;
per la Regione Basilicata: Stazione Unica Appaltante della regione Basilicata;
per la Regione Lazio: Direzione regionale centrale acquisti;
per la Regione Liguria: Stazione Unica Appaltante della regione Liguria;
per la Regione Marche: Stazione Unica Appaltante della regione Marche;
per la Regione Sardegna: Servizio provveditorato - Dir. Gen. enti locali e finanze;
per la Regione Toscana: Regione Toscana;
per la Regione Veneto: CRAV;
per la Provincia Autonoma di Bolzano: Agenzia per i procedimento e la vigilanza in materia di contratti pubblici di lavori servizi e forniture;
per la Provincia Autonoma di Trento: Agenzia per gli appalti e contratti.
Rigetta le altre istanze.
Riapre il termine per la presentazione delle richieste di iscrizione all’elenco dei Soggetti Aggregatori, fissandolo al 22 giugno 2015. Dispone, a cura dell’Ufficio, la trasmissione dell’estratto del verbale alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Precontenzioso e Affari giuridici

Il Consiglio

  • esamina 14 istanze di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del d.lgs. 12 aprile 2006 n. 163 ed approva le proposte di parere presentate dall’ufficio UPAG con riguardo al Comune di Roccalumera, al Centro Riabilitazione Terranuova Bracciolini S.p.a, alla Soprintendenza Beni Culturali e Ambientali di Enna, all’Associazione Teatro di Roma, ad AMC Azienda per la Mobilità della Città di Catanzaro S.p.a., al Comune di Baunei (OG), all’Istituto Comprensivo Statale San Francesco di Palmi, alla Stazione Sperimentale per l’Industria delle Conserve Alimentari, al Comune di Cellole (CE), all’Istituto Tecnico Tecnologico “Ettore Majorana” (ME), al Comune di Modica (RG), al Comune di Tolve, al Comune di Cava de’ Tirreni e al Comune di Dipignano (CS);
  • esamina ed approva la proposta dell’ufficio con riguardo al quesito sottoposto dall’Associazione FISE Assoambiente per chiarire se l’assunzione di personale previa valutazione di compatibilità con l’organizzazione di impresa, possa essere esclusa nel caso in cui i CCNL di settore o norme di legge prevedano un obbligo di assunzione di tutto il personale;
  • esamina e prende atto, ritenendo cessata la materia del contendere in merito alla sussistenza delle cause di incompatibilità ex art. 12, comma 1, d.lgs. 8 aprile 2013 n. 39 dei sub Commissari dell’ENEA;
  • rinvia per approfondimenti l’esame della richiesta di parere sul possibile conflitto di interessi della nomina del Componente unico O.I.V. ANAC, ai sensi dell’ art. 14, comma 8 del d.lgs. 150/2009 e del punto 3.4 della delibera n. 12/2013;
  • delibera in conformità alla proposta dell’ufficio in merito al quesito posto all’Autorità dalla Prefettura di Pescara riguardante l’ambito oggettivo di applicazione dell’art. 6 – bis del Codice dei Contratti;
  • delibera in conformità alla proposta dell’ufficio circa la richiesta di parere del Comune di San Potito Ultra (AV) con riguardo all’affidamento di servizi e forniture specificatamente con riguardo alla Convenzione per l’acquisto di beni e servizi affidamento a cooperative sociali di tipo b) ai sensi della l. 328/1991;
  • esamina ed approva la proposta dell’ufficio in risposta alla richiesta di parere formulata dal Direttore dell’Azienda Speciale Valle Sabbia Solidale in ordine alla possibile causa di inconferibilità in relazione alla nomina nel C.d.A. dell’Azienda di un Consigliere che svolgeva in precedenza l’incarico di Vice Presidente con deleghe operative;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio in merito alla richiesta dell’Autorità Portuale di Trieste circa la conformità delle previsioni contenute nel Regolamento incentivi per la progettazione ex art. 93, d.lgs.163/2006 al dettato del Codice;
  • esamina ed approva la proposta dell’ufficio con riferimento alla richiesta di parere formulata dal Comune di Bari che ha sottoposto all’Autorità una clausola sociale sulla compatibilità della stessa con il diritto comunitario ex art. 69 comma 3 del Codice;
  • rinvia per approfondimenti l’approvazione della proposta dell’ufficio in risposta alla richiesta da parte del Sindaco del Comune di Pescantina circa le modalità di affidamento delle attività di bonifica e messa in sicurezza permanente della discarica controllata denominata "Ca Filissine";
  • esamina ed approva la proposta dell’ufficio in merito alla richiesta del Ministero dell’Economia e delle Finanze di approvazione della bozza del decreto direttoriale di fissazione dei requisiti e delle caratteristiche necessarie per la partecipazione a procedure ristrette per la cessione di immobili pubblici, art. 1 comma 270 Legge n. 190/2014;
  • delibera in conformità alle proposte dell’Ufficio e dispone n. 15 archiviazioni  - disamina preliminare di istanze di parere di precontenzioso ex art. 6, comma 7, lett. n) d.lgs. 163/2006 , ad eccezione del p. 6, prot. n. 126038, per il quale dispone l’invio all’Ufficio vigilanza forniture e servizi e del p. 11, prot. n. 114743, per il quale delibera in conformità con trasmissione anche all’Ufficio vigilanza competente;
  • delibera in conformità alle proposte dell’Ufficio circa n. 6 pareri in forma breve ai sensi dell’art. 3, comma 3 della Deliberazione del 14 gennaio 2015 relativa all’esercizio dell’attività consultiva e n. 4 pareri in forma breve ai sensi dell’art. 3, comma 3 della Deliberazione del 14 gennaio 2015 relativa all’esercizio dell’attività consultiva;
  • delibera in conformità alle proposte dell’Ufficio con riguardo a n. 13 archiviazioni in forma semplificata ai sensi dell’art. 3, comma 3 della Deliberazione del 14 gennaio 2015 relativa all’esercizio dell’attività consultiva e n. 12 archiviazioni in forma semplificata ai sensi dell’art. 3, comma 3 della Deliberazione del 14 gennaio 2015 relativa all’esercizio dell’attività consultiva, ad eccezione dell’istanza prot. n. 43146, Comune di Cupramontana, per la quale si ritiene necessario esprimere il parere in quanto si tratta di questione di particolare importanza nell’ambito dell’attività di vigilanza dell’Autorità.

Questioni e provvedimenti in tema di vigilanza lavori, servizi e forniture

Il Consiglio

  • prende atto della comunicazione periodica presentata al Consiglio sulle attività poste in essere dall’Ufficio UVLA;
  • esamina ed approva la proposta dell’ufficio con riguardo alla segnalazione di un architetto su presunte incongruenze nello svolgimento della procedura aperta per l’affidamento del servizio tecnico per l'adeguamento del P.U.C. di Carinaro (CE) al P.T.C.P. della Provincia di Caserta. L.R. n. 13 del 13/10/2008 – importo a b.a.: € 38.679,00, in violazione delle vigenti disposizioni normative in materia di appalti pubblici;
  • rinvia per approfondimenti l’approvazione della delibera in merito all’esposto anonimo in ordine alla procedura d'appalto per la progettazione esecutiva e per l'esecuzione dei lavori di Ristrutturazione ed allestimento dei padiglioni 12A e 12B nell' ex Mattatoio di Testaccio per la realizzazione di servizi per la ristorazione;
  • esamina ed approva la deliberazione proposta dall’Ufficio UVSF sul Servizio di gestione della pubblicità, della pubblicazione sui siti internet degli avvisi d’asta e delle attività propedeutiche all’avvio del processo civile telematico presso il Tribunale di Milano;
  • rinvia per approfondimenti l’esame della proposta dell’ufficio in merito alla procedura aperta in modalità telematica per il servizio di manutenzione e assistenza tecnica delle linee per lo smistamento della corrispondenza e delle attrezzature a supporto (SMI).  Stazione Appaltante Poste Italiane;
  • esamina ed approva la deliberazione proposta dall’ufficio in risposta all’ esposto anonimo pervenuto all’Autorità, con il quale si segnalavano possibili conflitti di interesse fra la società Roma Servizi per la Mobilità srl e l’ATI affidataria del servizio di manutenzione esterna per gli impianti semaforici del Comune di Roma – Traffic Control, S.I.F.I.S., Nuova Tre Esse;
  • esamina ed approva la proposta dell’ufficio in merito all’ esposto presentato all’Autorità circa i lavori Lavori di realizzazione Oasi Naturalistica Peschiera. Comune di Castelluccio Superiore (PZ).

Procedimenti sanzionatori
Il Consiglio

  • esamina ed approva n. 16 procedimenti che comportano l’emissione di sanzioni pecuniarie e/o interdittive;
  • esamina e dispone l’archiviazione di n. 20 procedimenti sanzionatori deliberando in conformità alle proposte dell’ufficio USAN;
  • esamina e dispone la cancellazione dal Casellario informatico degli operatori economici di cui all'art. 8 del D.P.R. 5.10.2010 n. 207 dell’annotazione riferita a “Soc. Bar Italia a r.l. di Filomarino Gaetana & C.”, destinataria del provvedimento, adottato dal Ministero delle Infrastrutture n. 3464 del 17.9.2014, con il quale le è stata comminata l’interdizione a contrarre con le PP.AA. ai sensi dell’art. 14 d.lgs. 9.4.2008 n. 81 e s.m.i. per la durata di giorni 3;

Questioni e provvedimenti relativi alle SOA

Il Consiglio

  • esamina e dispone in parziale difformità dall’ufficio:
  • l’obbligo di monitoraggio da parte di EURO-SOA della posizione di Bianca Cori in relazione all’eventuale esercizio del riscatto delle azioni della società DI.QU. S.r.l., con comunicazione all’Autorità di qualsivoglia variazione idonea ad influire sul possesso del requisito di indipendenza in capo a Paolo Maluta;
  • la verifica ex art. 71 del d.p.r. n. 207/2010 degli attestati rilasciati dalla SOA al Consorzio Petra;
  • l’avvio del procedimento sanzionatorio nei confronti di EURO-SOA ai sensi dell’art. 73, co. 2, lett. b) del d.p.r. n. 207/2010, in relazione alle incompatibilità riscontrate (e solo di recente rimosse o in via di rimozione da parte della SOA) in capo a Paolo Maluta nonché alle socie Isabella e Valentina Pierobon;
  • la sospensione della decisione in merito alla revoca del nulla osta alla qualità di socie per le sorelle Pierobon per un periodo di 90 giorni, in attesa del perfezionamento dell’istanza di nulla osta alla dimissione dell’intero pacchetto azionario;
  • l’intimazione alla EURO-SOA dell’obbligo di astensione al rilascio dell’attestazione nei confronti di imprese riconducibili a soci, amministratori, dipendenti e sindaci della SOA per il tramite di legami familiari e/o parentali;
  • l’avvio del procedimento di revoca del nulla osta alla qualità di socio per Claudio Fracon.

Non accoglie la proposta relativa alla verifica dei 352 attestati rilasciati dalla EURO-SOA ad imprese dotate di certificazione della qualità della DI.QU. S.r.l.. Dispone, con riferimento a quanto affermato alle pagg. 4 e 5 dell’appunto al Consiglio, l’audizione della Dott.ssa Tunno per il giorno 17 giugno p.v., alle ore 12.00;

  • dispone di rinviare le determinazioni sulle prime osservazioni al Manuale sull’attività di qualificazione per l’esecuzione di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro all’esito della prossima modifica del Manuale e dà mandato ai Conss. Corradino e Nicotra di convocare il tavolo tecnico per l’ultima audizione delle SOA in modo da procedere, in tempi più rapidi possibili, alla modifica del Manuale medesimo;
  • delibera in parziale difformità alla proposta dell’ufficio per quanto concerne l’istanza acquisita al prot. 141807 del 16.12.2014, di riesame e revisione in autotutela delle comunicazioni AVCP prot. 37496 e 37757 del 25.03.14 e richiesta di parere acquisita al prot. 27792 del 10.03.2015 ritenendo che per quanto riguarda le proposte indicate a pag. 3 dell’appunto integrativo al Consiglio del 7 maggio 2015, il p. 2 debba essere così modificato: “Comunicare alla SOA PROTOS la necessità di procedere alla rivalutazione dei requisiti riconosciuti in capo alla SIRAM S.p.a. in base a quanto stabilito dalla sentenza del Consiglio di Stato, Sezione III, n. 5573/2014, passata in giudicato e alle successive sentenze del TAR Campania, Sezione V, n. 1614/2015 e TAR Lazio, Sezione III, n. 4531/2015, al fine di riesaminare la permanenza dei requisiti presupposti al rilascio delle attestazioni conseguite dalla medesima impresa”;
  • delibera in conformità alla proposta dell’ufficio con riguardo al procedimento ex art. 40, comma 9-quater, d.lgs. 163/2006 – Attestazione di qualificazione n. 31842/10/00 del 12.9.2012. Impresa Milani Antonio. SOA: CQOP S.p.a.

  Vigilanza in materia di trasparenza

Il Consiglio

  • esamina e verifica il non adeguamento dell’Autorità portuale di Cagliari agli obblighi di pubblicazione di cui all’art 15 del d.lgs. n 33/2013, dispone quindi, sum proposta dell’ufficio, di inviare all’amministrazione (al Commissario straordinario e, per conoscenza, al responsabile della prevenzione della corruzione e/o della trasparenza e all’Oiv) una comunicazione nella quale si ordina la pubblicazione dei dati di cui è stata accertata la perdurante omissione  sul sito istituzionale, dandone riscontro entro 30 giorni dalla sua ricezione;
  • dispone in merito all’accertamento dell’assenza della sezione “Amministrazione trasparenza” nel sito web istituzionale del Consorzio Calatino Terra di Accoglienza che si proceda alla contestazione dell’illecito di cui all’art 19, comma 5, del d.l. n. 90/2014 e all’art. 47 del d.lgs. n. 33/2013 per l’irrogazione della sanzione all’Amministrazione.

Vigilanza anticorruzione

Il Consiglio

  • delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio e dispone l’archiviazione della pratica con riguardo ad una segnalazione di pericolo di corruzione e di diffusa illegalità nel Comune di Fossombrone e nel Comune di Urbania;
  • delibera in conformità alla proposta dell’ufficio in merito al procedimento sanzionatorio ex art. 19, co. 5, d. l. 90/2014, convertito, con modificazioni, dalla l. 11 agosto 2014, n. 114, nei confronti del Comune di Guardialfiera, in merito al procedimento sanzionatorio ex art. 19, co. 5, d.l. 90/2014, convertito, con modificazioni, dalla l. 11 agosto 2014, n. 114, nei confronti dell’ASL Roma G, al procedimento sanzionatorio ex art. 19, co. 5, d.l. 24 giugno 2014 n. 90, convertito, con modificazioni, dalla l. 11 agosto 2014, n. 114, nei confronti del Comune di Conza della Campania (AV) e con riguardo al procedimento sanzionatorio nei confronti del Comune di Alà dei Sardi (OT) per mancato aggiornamento del PTTI 2015 – 2017 e omessa pubblicazione del codice di comportamento integrativo di cui all’art. 54, co.5, del d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165. Dispone, inoltre, che l’Ufficio, in tutti i casi in cui a seguito di diffida si verifichi l’adempimento dell’obbligo oggetto della diffida medesima, verifichi la qualità dell’adempimento, in particolare se il piano è stato adottato correttamente. Rappresenta poi, che, essendo trascorso ormai un anno dall’entrata in vigore del d.l. n. 90/2014, in tutti i casi in cui si dovesse verificare l’assenza del piano di prevenzione della corruzione, del programma per la trasparenza e del codice di comportamento, l’Ufficio proceda alla contestazione e all’irrogazione della sanzione anche nei casi in cui vi sia stato adempimento successivo dell’obbligo, tenendo conto dell’adempimento solo ai fini della quantificazione della sanzione;
  • delibera in conformità alla proposta dell’ufficio con riguardo alla segnalazione a carico dell’Ente Parco dei Castelli Romani - adeguamento della normativa antincendio e ampliamento della scuola materna “ Il Castello incantato”, azienda a carattere familiare;
  • esamina e dispone, in merito ad una segnalazione di un Ispettore della Guardia di Finanza su una  presunta mancata osservanza di norme in materia di sicurezza sul lavoro e presunte ritorsioni subite dall’esponente in conseguenza della denuncia di richiedere alla Procura della Repubblica di Brindisi notizie in ordine all’esistenza di un procedimento originato dagli esposti del segnalante e l’eventuale esito dello stesso, trasmettendo gli atti conclusivi del medesimo. Dispone di richiedere, altresì, alla ASL di Brindisi di trasmettere copia della diffida per la bonifica del sito, di comunicare con nota al RPC della GdF l’opportunità di rivedere la parte del piano che escluda l’applicabilità dell’art. 54 bis del d.lgs. n. 165 del 2001 agli appartenenti alla Guardia di finanza, di richiedere al RPC medesimo di fornire una breve informativa su quanto riferito dall’esponente. Dispone che le missive da inviare alla Procura della Repubblica di Brindisi e al RPC della Guardia di finanza siano a firma del Presidente;
  • esamina ed approva la proposta dell’ufficio di archiviare la segnalazione sul Comune di Salerno – applicazione dell’art. 15 d.lgs. 39/2013 nei confronti di due dipendenti comunali avendo il Comune ottemperato a quanto prescritto dal d.lgs. 39/2013, sia in persona del RPC che dell’organo di governo (Vice Sindaco in qualità di Sindaco f.f.), adottando gli atti ivi previsti;
  • delibera in conformità alla proposta dell’ufficio sulla segnalazione concernente la nomina del RPC presso il Comune di Roma;
  • esamina e dispone l’archiviazione del procedimento sanzionatorio nei confronti del comune di Siniscola (Nuoro).