Lavori del Consiglio del 26 agosto 2015

Resoconto sintetico della riunione del Consiglio del 26 agosto 2015

Di seguito si riportano, in modo sintetico, le principali decisioni assunte dal Consiglio di questa Autorità nella riunione del 26 agosto 2015.

Questioni di carattere generale

Il Consiglio

  • rinvia l’esame del “Codice di comportamento dei dipendenti dell’ANAC” alla seduta successiva;
  • prende atto della proposta formulata dalla Camera Arbitrale di modificare la Determinazione n. 6, del 18 dicembre 2013 sulle “Indicazioni interpretative concernenti le modifiche apportate alla disciplina dell’arbitrato nei contratti pubblici dalla legge 6 novembre 2012, n. 190, recante disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione” già sottoposta all’esame del Consiglio della Camera Arbitrale nella seduta del 28 luglio 2015. Richiede all’Ufficio URCP di rivedere la determinazione n. 6 in collaborazione con l’UPAG e la Camera Arbitrale;
  • dispone di trasmettere la nota del Presidente della Camera Arbitrale sul deposito del lodo arbitrale all’Ufficio URUF e UCOG per acquisirne il parere e le valutazioni al riguardo;
  • dispone che gli Uffici predispongano un comunicato a firma del Presidente inerente le giornate della trasparenza, nel quale sia evidenziato che i singoli Enti oltre a darne comunicazione sui propri siti istituzionali, ne diano comunicazione all’ANAC che si limiterà a pubblicare i link in un’apposita sezione del sito web istituzionale;
  • con riguardo alla proposta di modifica del regolamento sanzionatorio relativamente ai termini di conclusione dei Procedimenti ex UAS, ritiene che allo stato non ci siano le condizioni per ragioni organizzative, collegate al sovraccarico dell’Ufficio, per una modifica del Regolamento stesso;
  • dispone di trasmettere  la richiesta di cancellazione delle annotazioni presenti nel Casellario, relative all’O.E. “Consorzio CO.C.E.R.” all’USAN, per riformulare la proposta, tenendo presente le considerazioni dell’Ufficio Affari Giuridici;
  • rinvia per maggiori approfondimenti l’esame delle richieste di predisposizione di atti di segnalazione al Governo e al Parlamento;
  • rinvia per maggiori approfondimenti l’esame dell’ Assessment in merito agli adempimenti di cui all’art. 1, co. 32, della legge 190/2012;
  • dispone che la relazione ispettiva, ai sensi dell’art. 1, comma3 della legge 190/2012 e dell’art. 45, comma 1, del d.lgs. 33/2013 presso il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), sia inviata agli Uffici UVMAC ed UVOT perché provvedano a formalizzare le contestazioni per i fatti accertati ed a predisporre gli eventuali provvedimenti di ordine. Dispone altresì, che si coordinino per questa attività con il Cons. Merloni. Dispone infine, che la relazione ispettiva sia trasmessa alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma ed alla Procura Regionale della Corte dei conti;
  • esamina la proposta di adozione di un modello organizzativo e gestionale per il presidio della sicurezza delle informazioni e la protezione dei dati personali e, in conformità con la proposta dell’Ufficio, dispone che il gruppo di lavoro cosi stabilito e i cui nominativi saranno designati dal Segretario Generale, predisponga un programma da sottoporre preventivamente al Garante della Privacy per un eventuale parere anche informale;
  • rinvia all’adunanza successiva l’esame della richiesta di parere della Regione Sardegna sull’ applicazione delle disposizioni di cui agli artt. 7 e 11 del d.lgs. 39/2013 al Presidente ed ai Componenti del consiglio di amministrazione dei consorzi industriali e provinciali, secondo la disciplina contenuta nella L.R. 25 luglio 2008, n. 10;
  • dispone l’istituzione del gruppo di lavoro per la definizione del perimetro conoscitivo delle pubbliche amministrazioni e relative società partecipate per l’esercizio della vigilanza sulla trasparenza e per la prevenzione della corruzione, prevedendo la necessità del coinvolgimento dell’ISTAT e stabilendo altresì, che il costituendo gruppo di lavoro sia coordinato dai Consiglieri Merloni e Nicotra.;
  • esamina la pratica inerente gli affidamenti di “servizi continuativi professionali di consulenza strategica” operati dall’INAIL nei confronti della Società Gartner Italia S.r.l.ai sensi dell’art. 57, comma 2 lett. b) del d.lgs. 163/2006 e ritiene indispensabile un atto di regolazione che tenda a limitare o disincentivare fenomeni di lock in nella pubblica amministrazione anche in virtù di quanto stabilito dalla Commissione e dalla giurisprudenza europea.

Precontenzioso e Affari giuridici
Il Consiglio

  • esamina ed approva n. 13 pareri in forma breve proposti dall’Ufficio ai sensi dell’art. 3, comma 3 della Deliberazione del 14 gennaio 2015 relativa all’esercizio dell’attività consultiva e delibera in conformità alle proposte dell’Ufficio;
  • esamina ed approva l’archiviazione proposta dall’Ufficio di n. 37 istanze in forma semplificata ai sensi dell’art. 3, comma 3 della Deliberazione del 14 gennaio 2015 relativa all’esercizio dell’attività consultiva;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio in merito alla richiesta di parere del Commissario Straordinario per gli interventi di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto in merito alla possibilità di derogare ai termini previsti dalla clausola di “stand – still”;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio in merito all’ istanza di parere, ai sensi dell’art. 69, comma 3, d.lgs. n. 163/2006 della Giunta regionale della Campania per l’inserimento, nel bando di gara per l’affidamento del servizio di movimentazione e facchinaggio per le esigenze dei magazzini regionali, della di una clausola sociale di imponibile di manodopera. In particolare, il Consiglio ritiene l’inserimento della clausola sociale compatibile con il diritto comunitario e con i principi di parità di trattamento, non discriminazione e proporzionalità;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio su n. 4 istanze di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del d.lgs. 12 aprile 2006 n. 163 presentate rispettivamente da Comune di S. Donà di Piave, dalla Casa di Reclusione di Volterra, dal Comune di Portici e dalla Prefettura UTG di Taranto.

Questioni e provvedimenti in tema di vigilanza lavori, servizi e forniture

Il Consiglio

  • esamina la procedura aperta relativa ai lavori di realizzazione della rete fognaria e di depurazione nelle aree di insediamento industriale di competenza dell’ASI di Taranto ed approva la comunicazione delle risultanze istruttorie (CRI) proposta dall’Ufficio;
  • esamina ed approva la deliberazione proposta dall’Ufficio in merito all’appalto per l’affidamento dei lavori di valorizzazione consolidamento adeguamento ed ampliamento della via delle Neviere per l’accesso carrabile al Castello Baronale dei Sangermano del Comune di Monteverde;
  • esamina ed approva in conformità alla proposta dell’ufficio l’archiviazione post – istruttoria della segnalazione per presunte irregolarità nella procedura di aggiudicazione della gara di appalto per i “Lavori di riqualificazione energetica della scuola Media Vincenzo Messina” nel Comune di Palazzo Acreide (Siracusa);
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio, la necessità di apportare maggiori lavori per l’adeguamento dell’edificio scolastico nel Comune di Pastrengo, approvando la trasmissione delle risultanze istruttorie agli interessati;
  • esamina l’istruttoria dell’Ufficio in merito all’appalto lavori di adeguamento a tre corsie del GRA –Lotto 3°, 3° stralcio tratto km. 11,250 – km. 12,650 - Accordo bonario ANAS S.p.a./Oberosler Cav. Pietro S.p.a. ex art. 240 bis D.lgs. 163/2006 ed approva la trasmissione delle risultanze istruttorie agli interessati;
  • esamina e delibera, in conformità alla proposta dell’Ufficio, la trasmissione delle risultanze istruttorie in merito all’affidamento del servizio di gestione della sosta a pagamento senza custodia mediante parcometro e ausiliari del traffico nel centro storico del Comune di Ronciglione;
  • esamina ed approva la deliberazione proposta dall’ufficio in merito alla procedura per la conclusione di un accordo quadro di durata quadriennale per l’affidamento del “servizio di interventi socio-educativi per gli alunni disabili” delle scuole di Prato.

 

Procedimenti sanzionatori
Il Consiglio

  • esamina ed approva n. 13 procedimenti che comportano l’emissione di sanzioni pecuniarie e/o interdittive;
  • esamina e dispone l’archiviazione di n. 9 procedimenti sanzionatori deliberando in conformità alle proposte dell’ufficio USAN.

 

Questioni e provvedimenti relativi alle SOA

Il Consiglio

  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio irrogando sanzioni pecuniarie e sospensione dalla partecipazione alle procedure di affidamento su n. 2 procedimenti ex art. 40 co. 9-ter del d.lgs. 163/2006 per la valutazione dell’eventuale imputabilità soggettiva sotto il profilo del dolo o della colpa grave della presentazione ai fini della qualificazione di documentazione che non ha trovato riscontro oggettivo in atti dei soggetti emittenti e/o depositari e per l’applicazione della sanzione pecuniaria ex art. 6, comma 11 del d.lgs. 163/2006.

Vigilanza anticorruzione
Il Consiglio

  • esamina la segnalazione circa la presunta inconferibilità dell'incarico di Commissario Straordinario della ASP di Reggio Calabria e delibera, in conformità con la proposta dell’Ufficio, di ritenere sussistente nel caso di specie la causa di inconferibilità di cui all’art. 8, comma 1, d.lgs. 39/2013, dovendosi equiparare l’incarico di commissario straordinario a quello di direttore generale ed evidenziando che l’identità delle funzioni tra Commissario Straordinario e Direttore Generale è fondata anche sull’art. 14 commi 1 e  2 della Legge Regionale Calabria;
  • esamina e dispone l’avvio del procedimento sanzionatorio nei confronti di tutti i componenti della giunta del Comune di Forio d’Ischia per la mancanza di adozione del Codice di Comportamento del personale di cui all’art. 54, comma 5, del d.lgs. 165/2001;
  • da mandato al Segretario Generale dell’Autorità di scegliere la composizione dei gruppi di lavoro circa le problematiche dell’attività di vigilanza dell’Ufficio UVMAC;
  • esamina la segnalazione in merito all’autorizzazione all’alienazione del patrimonio immobiliare di Roma Capitale. 88° Proposta (Dec. D.C. del 9 ottobre 2013 n. 59) del Comune di Roma e dispone di trasmettere la segnalazione degli istanti e l’attività di vigilanza svolta dall’Ufficio alla Procura della Repubblica competente, dispone altresì che la vicenda venga segnalata al Sindaco di Roma, evidenziando le ragioni di inopportunità emerse dall’istruttoria anche in assenza di specifiche cause di incompatibilità;
  • esamina ed approva l’archiviazione della segnalazione sulla presunta incompatibilità di un dipendente del Comune di Aprilia;
  • esamina ed approva l’archiviazione della segnalazione su un presunto vizio di legittimità sul decreto di nomina del Portavoce del Rettore dell’Università di Foggia;
  • esamina ed approva l’archiviazione del provvedimento d’ordine a carico dell’Ente Parco dei Castelli Romani per aver adottato quest’ultimo l’aggiornamento del PTPC/PTT 2015 – 2017;
  • prende atto dell’attività di vigilanza relativa all’anno 2014 dell’Ufficio UVMAC.

 

Documento formato pdf