Lavori del Consiglio del 15 luglio 2015

Resoconto sintetico della riunione del Consiglio del 15 luglio 2015

Di seguito si riportano, in modo sintetico, le principali decisioni assunte dal Consiglio di questa Autorità nella riunione del 15 luglio 2015.

Questioni di carattere generale

Il Consiglio

  • rinvia all’adunanza del 29 luglio 2015 l’approvazione definitiva del “Codice di comportamento dei dipendenti dell’A.N.A.C.”, in attesa del parere richiesto al Dipartimento della Funzione Pubblica;
  • approva le “Linee guida per l’armonizzazione e la gestione di atti, massime, orientamenti e FAQ dell’ANAC” predisposte dall’ufficio UDGIV e dispone che le stesse vengano trasmesse a tutti gli Uffici per eventuali rilievi da formulare entro il termine di dieci giorni;
  • esamina ed approva il Comunicato del Presidente in merito all’avvio dell’attività di verifica della regolamentazione (VIR) sul bando tipo n. 1/2014 – Affidamento di servizi di pulizia e igiene ambientale degli immobili;
  • ritiene indispensabile, in merito alle problematiche applicative sulla nuova disciplina del soccorso istruttorio, attendere l’indicazione di una posizione comune tra l’AN.A.C. e la Corte dei Conti prima di prendere una posizione e rinvia, quindi, la decisione all’adunanza del 23 settembre p.v..;
  • approva il “Regolamento per l’attività sanzionatoria” e ne dispone la pubblicazione sulla G.U. e sul sito dell’Autorità. Conferma che l’Ufficio può procedere all’esercizio dell’attività sanzionatoria anche prima dell’entrata in vigore del Regolamento che è meramente ricognitivo di quanto già stabilito con la delibera n. 10 del 2015. Il Consiglio ritiene, altresì, che l’eventuale pagamento delle sanzioni si debba ritenere effettuato a favore del Ministero dell’Economia e delle Finanze, secondo quanto indicato nell’appunto prot. n. 89244 del 14.7.15. Con riferimento all’appunto prot. n. 87503, dispone che venga inserito in apposito punto dell’o.d.g. del 22 luglio p.v.;
  • rinvia per maggiori approfondimenti l’esame della richiesta di vigilanza collaborativa avanzata da Roma Metropolitane S.r.l. sull’intervento di realizzazione della Linea C della Metropolitana di Roma;
  • esamina la richiesta presentata da Sanofi Sp.A. di ricalcolo del prezzo di riferimento del principio attivo enoxaparina sodica e dispone, in conformità alla proposta dell’ufficio, la modifica del prezzo di riferimento al valore risultante ad esito del riesame, ossia 0,000188750 euro per U.I.;
  • dispone la trasmissione degli atti della verifica amministrativo – contabile svolta presso il Comune di Muro Lucano (PZ) alla Procura della Repubblica di Potenza, nonché alla competente Procura Regionale della Corte dei conti. Chiede, inoltre, agli Uffici a cui viene trasmesso il fascicolo di attivare, al più presto, l’attività di vigilanza. Esprime apprezzamento per l’attività svolta dall’Ufficio Ispettivo, chiedendo al dirigente dell’UIS di rendere noto il compiacimento agli ispettori procedenti e ritiene opportuno procedere alla informativa preventiva alla Ragioneria Generale dello Stato, al fine di concordare con la medesima le modalità di trasmissione delle informative nei riguardi dei citati Organi istituzionali;
  • esamina ed approva il Memorandum d’intesa tra ANAC e Centro Hermes per l’avvio di un workshop di presentazione della piattaforma software “GlobaLeaks”;
  • esamina ed approva l’accordo di collaborazione ANAC-SNA per lo svolgimento di attività di formazione specialistica nella materia degli appalti pubblici;
  • esamina, nell’ambito dell’ accertamento ai sensi dell’art.6, comma 9, lettere a) e b), del d.lgs. 163/2006, presso l’impresa GRUPPO AL.MA. di Vitale Alessandro, l’appunto predisposto dall’Ufficio ispettivo circa gli esiti degli accertamenti condotti dalla Guardia di Finanza ed approva la proposta di prosecuzione dell’indagine.

Precontenzioso e Affari giuridici
Il Consiglio

  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio in merito alla richiesta di parere formulata dalla Regione Lazio in tema di incompatibilità tra incarichi  dirigenziali e cariche di componenti degli organi di indirizzo in enti di diritto privato regolati o finanziati dalle pubbliche amministrazioni statali, regionali e locali. Dispone, altresì, che l’Ufficio indichi nella motivazione che effettivamente sussiste una contraddizione sul piano legislativo e che di tale contraddizione l’Autorità si è fatta carico con una segnalazione al Governo e al Parlamento;
  • rinvia per maggiori approfondimenti all’adunanza successiva l’esame della richiesta di parere di precontenzioso della Provincia Regionale di Enna circa la possibilità di apportare una variante in corso d’opera al contratto per l’affidamento dell’appalto integrato per la ricostruzione del tratto della S.P. “Panoramica” 28;
  • esamina ed accoglie la richiesta presentata dal Comune di Pavia di inserimento nel bando relativo all’affidamento del servizio di manutenzione ordinaria del patrimonio a verde del Comune stesso una clausola sociale ex art. 69 comma 3 del Codice;
  • in merito alle richieste di parere in ordine all’autorizzazione degli incarichi conferiti ai dipendenti pubblici, art. 53 del d.lgs. 165/2001, ritiene che l’interpretazione corretta dell’art. 53 consente all’ANAC di esprimere pareri non solo con riferimento al comma 16-ter ma, più in generale, alle autorizzazioni agli incarichi esterni aventi ad oggetto eventuali profili di imparzialità e conflitti di interessi;
  • esamina ed accoglie la richiesta di archiviazione formulata dall’Ufficio di n. 8 istanze in forma semplificata ai sensi dell’art. 3, comma 3 della Deliberazione del 14 gennaio 2015 relativa all’esercizio dell’attività consultiva;
  • esamina ed accoglie la richiesta di archiviazione formulata dall’Ufficio di n. 27 istanze in forma semplificata ai sensi dell’art. 3, comma 3 della Deliberazione del 14 gennaio 2015 relativa all’esercizio dell’attività consultiva;
  • esamina e delibera in conformità alle proposte dell’Ufficio in merito a n. 6 pareri in forma breve ai sensi dell’art. 3, comma 3 della Deliberazione del 14 gennaio 2015 relativa all’esercizio dell’attività consultiva;
  • esamina l’istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del d.lgs. 12 aprile 2006 n. 163 presentata dal Comune di Nocera Inferiore e dall’ATI Edil Costruzioni S.r.l. e Santarpia Gaetano S.r.l. e ritiene, che non sia legittimo l’annullamento in autotutela dell’aggiudicazione provvisoria in favore dell’ATI istante. Ciò in considerazione della circostanza che le regole fissate dal bando di gara, in quanto lex specialis della procedura, devono essere applicate anche se non conformi allo ius superveniens determinato dalla mancata conversione di un decreto legge e considerato l’intervenuto espletamento della procedura con aggiudicazione dell’appalto;
  • esamina e delibera in conformità alle proposte dell’Ufficio in merito a n. 7 istanze di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del d.lgs. 12 aprile 2006 n. 163 presentate rispettivamente dalla Leader Costruzioni s.r.l., dal Comune di Ales, AKAB s.r.l., dalla Comunità Montana del Friuli Venezia Occidentale, dalla Abaco s.p.a., dalla SO.GE.L.MA. s.r.l. e da Pinciara s.r.l.;
  • esamina la nota trasmessa da un Parlamentare su diversi quesiti in materia di incentivo per la progettazione di cui all’art. 93 commi 7-bis e segg. del d.lgs. 163/2006, volti a chiarire taluni aspetti problematici della materia e ritiene che non sia compito dell’Autorità rispondere a richieste che, pur provenendo da Organi istituzionali, non siano collegate a vicende concrete o a specifiche esigenze connesse alle competenze riservate all’ANAC. Atteso, però, che l’Ufficio ha prodotto un significativo sforzo lavorativo, dispone che si dia risposta al richiedente premettendo nella nota l’indicazione di cui sopra;
  • esamina n. 44 proposte di archiviazione - disamina preliminare di istanze di parere di precontenzioso ex art. 6, comma 7, lett. n) d.lgs. 163/2006 e delibera in conformità alle proposte dell’Ufficio UPAG.

Questioni e provvedimenti in tema di vigilanza lavori, servizi e forniture
Il Consiglio

  • dispone di trasmettere alla Procura della Repubblica di Palmi la Relazione dell’Ufficio Vigilanza Lavori con riferimento alla richiesta, pervenuta all’Autorità, di accertare la sussistenza di condotte penalmente rilevanti nei lavori di messa in sicurezza dell’edificio delle scuole elementari e medie in località Don Gabriele nel Comune di S. Pietro di Caridà;
  • esamina e approva la deliberazione proposta dall’Ufficio in merito all’esposto pervenuto all’Autorità sulle criticità riscontrate nel bando di gara per i lavori di ristrutturazione del complesso storico “Leon Battista Alberti” con destinazione a locali per le Università;
  • rinvia all’adunanza successiva l’esame dell’affidamento a Contraente Generale delle attività di progettazione esecutiva, direzione lavori, realizzazione con qualsiasi mezzo, dei lavori per la realizzazione del Passante Ferroviario Alta Velocità del Nodo di Firenze, della Nuova Stazione AV, delle opere infrastrutturali connesse per la fluidificazione del traffico ferroviario (scavalco), nonché delle opere propedeutiche funzionali ai due lotti in cui è articolata l’Opera;
  • con riferimento alla vicenda Onlus “Un’Ala di Riserva” dispone, in parziale difformità alle proposte dell’Ufficio, un’attività ispettiva da svolgersi da parte della Guardia di Finanza Nucleo Speciale Anticorruzione al fine di acquisire la documentazione relativa e verificare se la Regione Campania, quale soggetto attuatore, abbia operato altri affidamenti analoghi ad onlus, controllando la regolarità degli stessi. Con riferimento al sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, cd. “Progetto S.P.R.A.R.”, delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio; con riferimento, invece, all’ attività di vigilanza sui servizi di accoglienza ai migranti aggiudicati agli operatori economici coinvolti nell’inchiesta “Mafia Capitale”, in parziale difformità alla proposta dell’Ufficio, dispone l’invio della Guardia di Finanza, in funzione ispettiva, presso il Cara di Castelnuovo di Porto e l’avvio di attività di vigilanza con riferimento all’Ostello della Gioventù di Ciampino.

Procedimenti sanzionatori
Il Consiglio

  • esamina ed approva le proposte dell’ufficio in merito a n. 8 procedimenti che comportano l’emissione di sanzioni pecuniarie e/o interdittive;
  • esamina e dispone l’archiviazione di n. 9 procedimenti sanzionatori deliberando in conformità alle proposte dell’ufficio USAN.

 

Questioni e provvedimenti relativi alle SOA
Il Consiglio

  • esamina ed accoglie la richiesta di audizione del custode giudiziario della SOA AXSOA;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio irrogando sanzioni pecuniarie e sospensione dalla partecipazione alle procedure di affidamento su n. 3 procedimenti ex art. 40 co. 9-ter del d.lgs. 163/2006 per la valutazione dell’eventuale imputabilità soggettiva sotto il profilo del dolo o della colpa grave della presentazione ai fini della qualificazione di documentazione che non ha trovato riscontro oggettivo in atti dei soggetti emittenti e/o depositari e per l’applicazione della sanzione pecuniaria ex art. 6, comma 11 del d.lgs. 163/2006;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio in merito al rinnovo delle cariche societarie della SOA Rina s.p.a.
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio in merito al rinnovo del C.d.A. della SOA NORD ALPI, disponendo alcune modifiche all’appunto;
  • prende atto della istanza acquisita al prot. n. 73961 e al n. 74044 del 10.6.2015, della SIRAM S.p.a. di riesame e revisione della decisione assunta dal Consiglio su istanza della Gestione Integrata S.r.l. del 27.5.2015;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio con riguardo al procedimento ex art. 73 d.p.r. 207/2010 finalizzato ad accertare se la SOA Imprese di Costruzione S.p.a. abbia svolto la propria attività in modo efficiente e conforme alla disciplina di settore (art 10, d.p.r. 34/2000 applicabile ratione temporis) – Istanza di accesso agli atti – Accoglimento parziale – Nuova istanza di accesso agli atti. Organismo di attestazione: Imprese di Costruzione S.p.a. (verbale n. 13, p. 72, ad. 22.4.15) (procedimento sospeso);

Vigilanza anticorruzione
Il Consiglio

  • esamina la nota presentata dal Presidente dell’IRSAP e l’appunto predisposto dall’ Ufficio UVMAC e ritiene che sia opportuno, anche al fine di attestare la legalità dell’azione svolta dal Presidente dell’IRSAP, verificare il rispetto da parte dell’IRSAP medesimo delle norme in materia di anticorruzione e trasparenza e di conseguenza chiede all’Ufficio, anche coordinandosi con l’Ufficio UVOT, di effettuare attività di vigilanza e di darne comunicazione al Consiglio;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio in merito alla segnalazione inoltrata dal Segretario Generale della Città Metropolitana di Napoli sulla mancata adozione di Piani Triennali di Prevenzione della Corruzione e/o misure equivalenti ex d. lgs 231/2001 e nomina del Responsabile per la Prevenzione della Corruzione da parte delle Società partecipate ed enti di diritto privato in controllo pubblico, ritenendo che l’Amministrazione debba procedere, preliminarmente, ad una classificazione degli enti controllati, mediante il raffronto dei dati societari di cui dispone con le indicazioni riportate nelle Linee guida di cui alla Determinazione n. 8 del 17 giugno 2015 pubblicata sul sito dell’Autorità;
  • dispone l’audizione dell’Opera Santa Croce in Firenze, a seguito di segnalazione su presunti illeciti perpetrati nell’ente, al fine di acquisire informazioni preliminari per individuare le esatte finalità, la loro natura giuridica e la natura dei fondi utilizzati, riservandosi all’esito dell’audizione di effettuare ulteriori valutazioni;
  • esamina ed approva l’invio del Provvedimento d’ordine al Comune di Moricone per non aver adempiuto a quanto richiesto a seguito di  nota di diffida e di successivo preavviso da parte dell’Autorità, e non avendo inoltrato memorie o controdeduzione a seguito della proroga concessa. Dispone, altresì, che lo stesso provvedimento d’ordine venga pubblicato sul sito web dell’Autorità e sul sito del Comune di Moricone;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio in merito ad una segnalazione di presunta inconferibilità di incarico dirigenziale ai sensi del d.lgs. 39/2013 conferito da Asia Napoli s.p.a. e nello specifico dispone, altresì, l’invio all’Amministratore unico delle società e al RPC del Comune di Napoli di una nota con la quale richiamare l’attenzione su quanto riportato nelle Linee guida di cui alla determinazione  n. 8 del 17 giugno 2015 dell’Autorità, sottolineando la necessità di procedere alla nomina del RPC che dovrà predisporre una relazione recante i risultati dell’attività di prevenzione svolta. Dispone inoltre la trasmissione dell’esposto alla Procura della Repubblica di Napoli per i profili di eventuali illeciti penali connessi all’assunzione del dirigente senza procedura selettiva;
  • esamina l’esposto presentato all’Autorità su presunti illeciti da parte del Presidio Ospedaliero San Paolo di Bari nell’assunzione di n. 4 dirigenti medici di chirurgia plastica e dispone, in conformità alla proposta dell’Ufficio, di archiviare la segnalazione in quanto non sussistono profili di competenza dell’Autorità;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio in merito alla presunta incompatibilità per conflitto di interessi in capo al RPC della ASL di Caserta e ritiene che le determinazioni assunte e comunicate dalla ASL siano tali da superare i profili di criticità sollevati dall’Autorità;
  • esamina la segnalazione pervenuta all’Autorità da parte di un Consigliere del Comune di Civita Castellana in merito alla rotazione del Responsabile Area vigilanza del Comune stesso e, in conformità alla proposta dell’Ufficio, delibera che non sussistono le condizioni per un intervento da parte dell’Autorità;
  • prende atto del riepilogo trimestrale delle archiviazioni per il periodo aprile – giugno predisposto dall’Ufficio UVMAC.

 
Vigilanza in materia di trasparenza
Il Consiglio

  • prende atto della rendicontazione periodica al Consiglio con richieste di adeguamento trasmessa a firma del dirigente dell’ufficio e/o archiviazioni per intervenuto adeguamento – Mese di giugno 2015 e della rendicontazione periodica delle pratiche esaminate ed archiviate sempre nel mese di giugno 2015.

 

Varie ed eventuali

Il Consiglio

  • ammette, nell’elenco dei soggetti aggregatori, la Città Metropolitana di Catania, la Provincia di Perugia e la Provincia di Vicenza ed ammette allo stato il Consorzio CEV, a condizione che venga effettuata una modifica statutaria volta ad eliminare la possibilità, anche solo in linea teorica, della partecipazione di privati nella compagine sociale, riservandosi una nuova valutazione della posizione all’esito della pronuncia del TAR cui l’istante si è rivolto, onerando l’Ufficio di monitorare l’emissione della pronuncia e comunicandola al Consiglio.

Documento in formato pdf