Lavori del Consiglio del 22 luglio 2015

Resoconto sintetico della riunione del Consiglio del 22 luglio 2015

Di seguito si riportano, in modo sintetico, le principali decisioni assunte dal Consiglio di questa Autorità nella riunione del 22 luglio 2015.

Questioni di carattere generale

Il Consiglio

  • prende atto della costituzione del Gruppo di lavoro per l’aggiornamento del PNA 2013;
  • prende atto della predisposizione da parte del Presidente delle “Prime indicazioni per dare attuazione alla legge 27 maggio 2015, n. 69. Disposizioni in materia di delitti contro la pubblica amministrazione, di associazioni di tipo mafioso e di falso in bilancio”;
  • esamina ed approva la proposta dell’Ufficio UDGIV circa i principi e criteri direttivi per la stipulazione di convenzioni di master universitari in materie di competenza dell’ANAC;
  • rinvia per ulteriori modifiche l’approvazione dell’Accordo di collaborazione con la SNA ed il Dipartimento di Management – Università degli Studi di Torino;
  • esprime apprezzamento per la qualità e la chiarezza dell’attività ispettiva svolta dall’Ufficio presso Autostrada Lombarda (APL) S.p.A. Collegamento autostradale Dalmine-Como-Varese-Valico del Gaggiolo ed opere connesse, delibera in conformità alle proposte dell’Ufficio e dispone, con urgenza, la trasmissione della relazione alla Procura della Corte dei conti Lombardia e alla Procura della Repubblica di Milano;
  • esamina e delibera di trasmettere alla Procura della Corte dei conti e alla Procura della Repubblica l’appunto predisposto dall’Ufficio UPVS in merito all’affidamento degli incarichi professionali: prestazioni finalizzate alle valutazioni tecnico-economiche sulle infrastrutture di servizi a rete, al supporto alle procedure di gara (predisposizione bandi, ecc.), consulenze in materia di riaffidamento del servizio di distribuzione del gas naturale;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio in merito alla richiesta di vigilanza collaborativa avanzata da Roma Metropolitane S.r.l. sull’intervento di realizzazione della Linea C della Metropolitana di Roma. Nello specifico l’Ufficio ritiene in merito alla realizzazione della terza tratta e tratta T3 che, trattandosi di affidamenti sottoposti ad attività di vigilanza ordinaria dell'Autorità, non è possibile instaurare una parallela vigilanza collaborativa 'preventiva'. In ogni caso, nel contesto della vigilanza ordinaria già avviata la stazione appaltante potrà essere destinataria di indicazioni e chiarimenti in ordine alle condotte da attuare ed essere soggetta ad un continuo e puntuale monitoraggio da parte dell'Autorità. Con riguardo, invece alla tratta T2 in considerazione della estrema genericità della indicazione relativa al mancato avvio della fase attuativa per inadeguatezza della copertura finanziaria, l’Ufficio ritiene necessario acquisire preliminarmente chiarimenti, principalmente volti a conoscere quali azioni siano già state intraprese in relazione all'intervento, se vi siano allo stato criticità come ritardi e/o contenziosi in corso, al fine di verificare, allo stato, possibili spazi di intervento dell'Autorità in sede di vigilanza preventiva e/o in sede di vigilanza ordinaria;
  • esamina la segnalazione pervenuta all’Autorità circa gli affidamenti al consorzio di cooperative sociali Sisifo dei servizi di “Assistenza domiciliare integrata” per le aziende sanitarie provinciali di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani e, in conformità alla proposta dell’Ufficio, dispone che venga al più presto attivata, con particolare urgenza, e preferibilmente prima della pausa estiva, l’attività ispettiva a mezzo della GdF presso le ASP di Palermo e Siracusa; dispone, inoltre, di procedere ad ulteriori accertamenti  per le ASP di Enna, Caltanissetta e Catania e di provvedere all’invio di apposita segnalazione alla Corte dei conti. Dispone di provvedere all’invio di apposita segnalazione alle Procure, prevedendo, altresì, la trasmissione dello stesso alla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo e alla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma atteso, in quest’ultimo caso, le comunicazioni di quanto accertato con l’indagine cosiddetta Mafia Capitale. Dispone che l’Ufficio predisponga le CRI con riferimento alle ASP per le quali l’accertamento è concluso, raccomandando tendenzialmente l’invio delle CRI dopo l’ispezione della Guardia di Finanza;
  • esamina e delibera, in conformità alla proposta dell’Ufficio, di non accettare la richiesta di vigilanza collaborativa avanzata da Consiglieri di minoranza del Comune di Parma;
  • esamina ed approva “Linee guida per l’affidamento del servizio di vigilanza privata” e la “Relazione AIR”;
  • esamina ed approva l’appunto predisposto dall’Ufficio URCP sulle proposte operative sull’attività dell’Ufficio Regolazione in materia di contratti pubblici in vista dell’adozione del nuovo Codice dei contratti pubblici. Dispone la trasmissione dell’appunto alla Commissione istituita dal Consiglio sulle tematiche in materia degli appalti, riservandosi anche all’esito di questa valutazione una ulteriore interlocuzione con l’Ufficio URCP;
  • esamina ed approva l’appunto predisposto dall’Ufficio UMFI in merito alla possibile inadempienza massiva circa il perfezionamento della scheda di acquisizione del CIG;
  • esamina ed approva l’appunto predisposto dall’Ufficio URAC in merito all’applicabilità della normativa sulla prevenzione della corruzione e sulla trasparenza alle aziende speciali consortili;
  • esamina ed approva l’appunto predisposto dall’Ufficio URAC in merito all’applicabilità degli artt. 26 e 27 del d.lgs. 33/2013 al GSE S.p.A. e nomina del RPC nelle società del gruppo;
  • prende atto del flusso documentale pervenuto dal 12.2.2015 al 10.6.2015 – Elaborazione dei dati rilevati dal programma e-prot. “statistiche protocollo” dell’Ufficio UPROT;
  • rinvia alla successiva adunanza l’esame degli esiti dell’attività di verifica di EURO-SOA S.p.a. in ottemperanza alla determinazione n. 1 del 15/03/2011. Risultanze istruttorie anno 2014.

 

Precontenzioso e Affari giuridici
Il Consiglio

  • prende atto della “Relazione sull’attività di precontenzioso per le annualità 2014 e 2015” presentata dall’Ufficio UPAG;
  • rinvia per approfondimenti all’adunanza successiva l’esame della richiesta di parere presentata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Affari Giuridici e Legislativi in merito all’Ordinanza dell’8 giugno 2015 emessa dalla Corte di Appello di Bari, Prima Sezione Civile;
  • esamina la richiesta di parere presentata Provincia Regionale di Enna – Appalto integrato per la ricostruzione del tratto S.P. “Panoramica” 28 crollato nel febbraio 2009, per il consolidamento e il miglioramento sismico dei viadotti esistenti e per il risanamento degli altri tratti e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio in merito alle criticità emerse dalla richiesta di parere formulata dall’ INAIL ai sensi dell’art. 69, comma 3, del d.lgs. 163/2006 circa la possibilità di inserimento della Clausola sociale di assunzione di personale del precedente aggiudicatario nella gara per l’affidamento dell’organizzazione e della gestione del Servizio di contact center integrato, denominato SuperAbile INAIL, per la fornitura di informazioni e consulenza in materia di disabilità;
  • esamina e delibera, in conformità con proposta dell’Ufficio, l’archiviazione di n. 1 istanza in forma semplificata ai sensi dell’art. 3, comma 3 della Deliberazione del 14 gennaio 2015 relativa all’esercizio dell’attività consultiva;
  • esamina n. 10 pareri in forma breve ai sensi dell’art. 3, comma 3 della Deliberazione del 14 gennaio 2015 relativa all’esercizio dell’attività consultiva e delibera in conformità alle proposte dell’Ufficio;
  • esamina la richiesta di parere formulata dal Comune di Spello in merito alla possibilità di affidare con procedura negoziata lavori e servizi “complementari” nel piano integrato di recupero di Spello capoluogo – Art. 57, comma 5, lett. a del d.lgs. 163/2006  e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio, precisando che la valutazione di gravità che giustifica il ricorso alla procedura negoziata rientri nella competenza esclusiva della stazione appaltante e che la valutazione che l’Ufficio ha fatto è connessa alla ricostruzione dei fatti, così come indicati dalla stazione appaltante, senza nessun accertamento in fatto degli stessi;
  • esamina l’istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del d.lgs. 12 aprile 2006 n. 163 presentata dal Comune di Bisacquino e  in conformità con la proposta dell’Ufficio ritiene che il soccorso istruttorio nei riguardi del contratto di avvalimento non possa ammettere la presentazione di un contratto con contenuto diverso da quello già depositato in sede di gara; ritiene che l’art. 38, comma 2-bis, lungi dal consentire il soccorso istruttorio in ogni stato e grado del procedimento, imponga il principio di immutabilità del calcolo delle medie e della soglia di anomalia, soltanto a seguito della avvenuta regolarizzazione degli atti di cui all’art. 38, contenuti nella busta A.

 

Questioni e provvedimenti in tema di vigilanza lavori, servizi e forniture
Il Consiglio

  • rinvia per maggiori approfondimenti all’adunanza successiva l’esame dell’affidamento a Contraente Generale delle attività di progettazione esecutiva, direzione lavori, realizzazione con qualsiasi mezzo, dei lavori per la realizzazione del Passante Ferroviario Alta Velocità del Nodo di Firenze, della Nuova Stazione AV, delle opere infrastrutturali connesse per la fluidificazione del traffico ferroviario (scavalco), nonché delle opere propedeutiche funzionali ai due lotti in cui è articolata l’Opera. Stazione Appaltante: RFI S.p.A. – Italferr S.p.A.. Esponente: Associazione Idra;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio l’invio della comunicazione delle risultanze istruttorie in merito all’affidamento dell’incarico redazione perizia di variante con riferimento a: “Progettazione esecutiva e realizzazione dell’intervento di riqualificazione e rifunzionalizzazione dell’area archeologica ex seminario vescovile, via Seminario e Piazza Maggiore e di riqualificazione di Piazza Castello ed aree limitrofe – Affidamenti di incarichi professionali a professionisti che hanno già un rapporto di lavoro come co.co.co. con il Comune. Esposti dell’Ordine degli Architetti P.P.C. della provincia di Avellino;
  • esamina l’appunto predisposto dall’Ufficio in merito ai lavori per la realizzazione di pozzi di captazione di biogas e percolato nella discarica di Mazzarrà Sant’Andrea (ME) e, in conformità alla proposta dell’Ufficio, dispone la trasmissione della relazione alla Procura della Repubblica di Messina per quanto di competenza;
  • prende atto del Resoconto generale delle attività – Quarto report relativo a: 1) archiviazione di atti e documenti vari (art. 6, comma 5 del Regolamento di vigilanza); 2) segnalazioni anonime (art. 3, comma 3 del Regolamento). Quinto report relativo a: 1) comunicazioni dirigenziali di definizione dell’istruttoria (art. 7 del Regolamento di vigilanza); 2) comunicazioni di avvio del procedimento di vigilanza (art. 10 del Regolamento);
  • esamina l’appunto predisposto dall’Ufficio in merito alla concessione della gestione della residenza protetta per disabili Villa Almagià” in Via Redipuglia 33, Ancona e della concessione della residenza protetta per anziani 2 Villa Almagià”, via Veneto 17/A, Ancona: periodo novembre 2013 - ottobre 2016 e, in conformità alla proposta dell’Ufficio, dispone la trasmissione della relazione alla Procura della Repubblica di Ancona per quanto di competenza;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio in merito agli affidamenti di “servizi continuativi professionali di consulenza strategica” operati dall’INAIL nei confronti della Società Gartner Italia S.r.l.ai sensi dell’art. 57, comma 2 lett. b) del d.lgs. 163/2006 ed approva l’invio della comunicazione delle risultanze istruttorie;
  • esamina ed approva in conformità con la proposta dell’Ufficio la trasmissione delle risultanze istruttorie in merito all’esposto presentato da un Consigliere del Comune di Recanati su presunte irregolarità commesse nella gestione del Project Financing “Centro città”;
  • esamina ed approva in conformità con la proposta dell’Ufficio la trasmissione delle risultanze istruttorie alla Procura della Repubblica di Como con riguardo alle opere di difesa dalle esondazioni del Lago nel comparto Piazza Cavour – Lungo lago.

 

Procedimenti sanzionatori
Il Consiglio

  • esamina ed approva le proposte dell’ufficio in merito a n. 17 procedimenti che comportano l’emissione di sanzioni pecuniarie e/o interdittive;
  • esamina e dispone l’archiviazione di n. 19 procedimenti sanzionatori deliberando in conformità alle proposte dell’ufficio USAN;
  • rinvia per maggiori approfondimenti l’approvazione della modifica al regolamento sanzionatorio relativamente ai termini di conclusione dei Procedimenti ex UAS;
  • rinvia alla successiva adunanza l’esame della necessità di rettificare l’art. 45, comma 1, del Regolamento dell’Autorità dell’8 aprile 2014, in materia di procedimenti sanzionatori, e di interpretazione del disposto di cui all’art. 38, comma 1-ter, nonché dell’art. 40, comma 9-quater, d.lgs. 163/2006, laddove dette norme fanno riferimento alla perdita di efficacia dell’annotazione iscritta nel casellario.

 

Questioni e provvedimenti relativi alle SOA
Il Consiglio

  • prende atto dell’attività dell’Ufficio riguardante i comunicati alle SOA n. 3 del 4.12.14 e n. 1 del 1.04.15. Periodo dal 1 gennaio 2015 al 30 giugno 2015;
  • esamina n. 6 istanze per il rilascio del nulla osta e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio (trasferimento della partecipazione azionaria, alle operazioni di trasferimento a titolo oneroso di parte e all’acquisto di azioni proprie, donazione dell’intera partecipazione azionaria, acquisto di 5.000 azioni proprie trasferimento di quote tra soci indiretti);
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio irrogando sanzioni pecuniarie e sospensione dalla partecipazione alle procedure di affidamento su n. 6 procedimenti ex art. 40 co. 9-ter del d.lgs. 163/2006 per la valutazione dell’eventuale imputabilità soggettiva sotto il profilo del dolo o della colpa grave della presentazione ai fini della qualificazione di documentazione che non ha trovato riscontro oggettivo in atti dei soggetti emittenti e/o depositari e per l’applicazione della sanzione pecuniaria ex art. 6, comma 11 del d.lgs. 163/2006;
  • esamina l’appunto predisposto dall’Ufficio in merito alla proposta di integrazione del Manuale sulla qualificazione per l’esecuzione di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro e dispone che tutte le modifiche proposte siano inviate congiuntamente per un’analisi unitaria. Invita, quindi, i Dirigenti degli Uffici UVSOA e UVA a predisporre un’unica richiesta congiunta di modifica del Manuale.

 

Vigilanza anticorruzione
Il Consiglio

  • esamina la richiesta di audizione e di riesame della decisione del Consiglio del 10 giugno 2015 presentata dal Dirigente del Comune di Guidonia e, in conformità alla proposta dell’ufficio, delibera che non sussistono elementi per effettuare un riesame delle decisioni;
  • rinvia per maggiori approfondimenti l’esame della segnalazione di presunte irregolarità negli incarichi della Gestione Governativa Ferrovia Circumetnea di Catania;
  • esamina la segnalazione di presunte irregolarità nella gestione del consorzio Co.FA.SER. e delibera, in conformità alla proposta dell’Ufficio, la trasmissione della segnalazione alla Procura della Repubblica competente per territorio e alla Procura presso la Corte dei conti;
  • esamina la segnalazione di potenziale incompatibilità e conflitto di interesse relativi all’assegnazione dell’incarico di Direttore generale della Tunnel Euralpin Lyon Turin al Commissario straordinario del Governo e Presidente dell’Osservatorio Torino Lione e, in conformità con la proposta dell’Ufficio, dispone l’archiviazione della stessa;
  • esamina la richiesta di intervento presentata da un dipendente del Comune di Torre Santa Susanna (BR) in merito al diniego delle spese legali sostenute dallo stesso per un procedimento penale per calunnia definito con ordinanza di archiviazione quale conseguenza della sua attività di polizia giudiziaria e, in conformità con la proposta dell’Ufficio, ne dispone l’archiviazione;
  • esamina e delibera di irrogare la sanzione pecuniaria al Comune di Conza della Campania per concorso nell’illecito amministrativo;
  • esamina la segnalazione di presunti atti discriminatori nei confronti di un dirigente sindacale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e delibera di chiedere informazione al RPC dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e di trasmettere le conclusioni al Ministero dell’Economia e delle Finanze.

 

Vigilanza in materia di trasparenza
Il Consiglio

  • esamina i provvedimenti di ordine volti all’attuazione di disposizioni di legge in materia di trasparenza: a) Pubblicazione integrale dei provvedimenti sul sito istituzionale dell’Autorità; b) Conseguenze della mancata ottemperanza all’ordine dell’ANAC: aspetti di carattere generale; c) Mancata ottemperanza all’ordine dell’ANAC: i primi casi specifici esaminati e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio.

 

Varie ed eventuali

Il Consiglio

  • esamina ed approva il provvedimento finale di tipo ricognitivo dei soggetti aggregatori ammessi e non ammessi nell’elenco.

Documento in formato pdf