Lavori del Consiglio del 17 giugno 2015

Resoconto sintetico della riunione del Consiglio del 17 giugno 2015.

Consultazione on-line del 17 luglio 2015

Di seguito si riportano, in modo sintetico, le principali decisioni assunte dal Consiglio di questa Autorità nella riunione del 17 giugno 2015.

Comunicazioni del Presidente.
Il Consiglio

  • prende atto che il Ministro dell’Interno con nota del 5 giugno u.s. ha avviato i necessari approfondimenti sulla questione dell’affidamento della gestione del Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo di Mineo da parte del “Consorzio Calatino Terra di Accoglienza” al “Consorzio di Cooperative Sociali Casa della Solidarietà”.

 

Questioni di carattere generale

Il Consiglio

  • rinvia per approfondimenti alla prossima adunanza l’esame del “Codice di condotta del Presidente e dei Consiglieri dell’Autorità”;
  • approva le “Linee guida per l’attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza da parte delle società e degli enti di diritto privato controllati e partecipati dalle pubbliche amministrazioni e degli enti pubblici economici” e la relazione AIR. Dispone che siano pubblicate sul sito e sulla G.U. e che entrino in vigore dal giorno della pubblicazione sul sito dell’Autorità;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio in merito alla nota del Difensore Civico della Regione Piemonte nell’ambito di iniziative dell’Open Government Partnership;
  • rinvia per maggiori approfondimenti l’esame del “Regolamento per l’attività sanzionatoria ai sensi del d.lgs. 33/13”;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio in merito al coinvolgimento di AIFA nel processo di determinazione dei prezzi di riferimento dei farmaci;
  • rinvia per maggiori approfondimenti all’adunanza del 1 luglio 2015 l’esame delle proposte per l’armonizzazione e la gestione di atti, massime, orientamenti e FAQ dell’ANAC, ritenendo necessari maggiori approfondimenti sia con riferimento ad un unico sistema di massimazione, in alternativa anche agli orientamenti, sia in ordine alla necessità di prevedere criteri di carattere generale delle delibere del Consiglio;
  • esamina ed approva la delibera sulle “Modalità di applicazione del decreto legislativo 31 dicembre 2012, n. 235 e della legge 6 novembre 2012, n. 190 nei confronti del candidato, eletto non ancora proclamato, Presidente della Regione Campania e ipotesi di conflitto di interessi del Presidente del Consiglio dei Ministri quale organo deputato all’applicazione della medesima normativa” e dispone l’immediata trasmissione della stessa agli esponenti;
  • delibera in merito una segnalazione avente ad oggetto problemi  nella gestione, da parte di alcune scuole siciliane, dei progetti di edilizia/manutenzione straordinaria finanziati con Fondi strutturali europei nel contesto della Programmazione 2007-2013 – PON-FESR_2007 ‘Ambienti per l’apprendimento’- Asse II – ‘qualità degli ambienti scolastici’ – Obiettivo C, di acquisire una relazione complessiva sullo stato dei procedimenti finanziati, con evidenza dei termini e delle criticità riscontrate ed individuazione dei relativi affidamenti mediante il CIG che deve essere stato necessariamente acquisito dagli istituti scolastici anche ai fini della tracciabilità dei flussi finanziari ex art. 3 legge 136/2010;
  • delibera di confermare il proprio ruolo di Amministrazione Competente all’interno del sistema IMI limitatamente ai seguenti ambiti: cause di esclusione (casellario delle imprese), qualificazione degli Operatori Economici (attestazioni), verifica dell'esecuzione di specifici contratti da parte di Operatori Economici (certificati esecuzione lavori), Documento di Gara Unico Europeo (DGUE), ai sensi dell’art. 7 del regolamento (UE) n. 1024/2012.

Il Consiglio individua quali referenti per le attività di cui sopra i Dirigenti De Falco, Annuvolo e Travaglino e manda al Segretario generale per le comunicazioni;

  • esamina ed approva la proposta dell’Ufficio UPSI per la diffusione, attraverso un percorso formativo destinato agli uffici interni dell’Autorità, delle conoscenze sulla Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici (BDNCP);
  • approva l’appunto predisposto dall’Ufficio URUF sull’utilizzo delle ore di straordinario e della banca delle ore;
  • esamina ed approva la proposta dell’ufficio del trasferimento dei fondi in base all’Accordo ANAC/Presidenza del Consiglio per la disciplina delle modalità di trasferimento delle funzioni relative a progetti sperimentali e al “Portale trasparenza”;
  • approva il Regolamento sui tirocini curriculari e ne dispone la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale;
  • esamina ed approva il “Monitoraggio sulla esecuzione, da parte degli Uffici, delle delibere del Consiglio” chiedendo all’Ufficio di staff del Segretario generale di relazionare ogni mese sulle mancate esecuzioni delle delibere del Consiglio che abbiano superato il termine di 30 giorni;
  • delibera di sciogliere la riserva deliberata nell’adunanza dello scorso 27 maggio circa l’elenco dei soggetti aggregatori di cui all’art. 9 d.l. 66/2014 e di ammettere i seguenti soggetti ritenendo, comunque, che le ragioni per le quali erano stati ammessi con riserva erano puramente formali e non sono di certo ostative:
  • per la Regione Emilia Romagna: Agenzia Regionale Intercent-ER;
  • per la Regione Basilicata: Stazione Unica Appaltante della regione Basilicata;
  • per la Regione Lazio: Direzione regionale centrale acquisti;
  • per la Regione Liguria: Stazione Unica Appaltante della regione Liguria;
  • per la Regione Marche: Stazione Unica Appaltante della regione Marche;
  • per la Regione Sardegna: Servizio provveditorato - Dir. Gen. enti locali e finanze;
  • per la Regione Toscana: Regione Toscana;
  • per la Regione Veneto: CRAV;
  • per la Provincia Autonoma di Bolzano: Agenzia per i procedimenti e la vigilanza in materia di contratti pubblici di lavori servizi e forniture.
  • per la Provincia Autonoma di Trento: Agenzia per gli appalti e contratti;
  • esamina e delibera in  conformità alla proposta dell’ufficio in merito alla richiesta attivazione di vigilanza speciale da parte dell’Ufficio di indirizzo, determinazioni generali ed indicatori per la vigilanza - Rating di legalità impresa Società Cooperativa Sociale Camelot, Officine Cooperative.

Precontenzioso e Affari giuridici
Il Consiglio

  • rinvia per approfondimenti l’esame della richiesta di parere in merito al possibile divieto di nomina, ai sensi dell’ art. 14, comma 8 del d.lgs. 150/2009 e del punto 3.4 della delibera n. 12/2013 – Conflitti d’interesse del componente unico OIV dell’Autorità;
  • rinvia per approfondimenti l’esame della richiesta di parere del Comune di Mezzojuso (Palermo) in merito ad una possibile inconferibilità di un incarico la cui nomina è di competenza del Sindaco – art. 10, comma 1 lett. d) e comma 2 lett. b) d.lgs. n. 235/2012;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio con riguardo a n. 12 istanze di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del d.lgs. 12 aprile 2006 n. 163 presentate rispettivamente da Maestrini & Dolci di Maestrini Angelo & C. s.n.c., da Tributaria Italia s.p.a., società Strutture s.r.l., Arfotour s.r.l., Adotour s.r.l., RAP s.r.l., ESSETI s.r.l., ATI Ingrosso Costruzioni s.a.s. di Grande Rosanna, Consorzio di Bonifica “Cellina Meduna”, Ediguida s.r.l., Pisaniello Costruzioni s.r.l. e dall’Impresa edile Verlotta Costruzioni s.a.s.;
  • delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio sulla richiesta di parere in ordine alla possibilità di stipulare una convenzione con la fondazione IFEL, per la fornitura del servizio di assistenza tecnica agli Enti locali beneficiari del programma nazionale per i servizi di cura all’infanzia e agli anziani non autosufficienti.

 

Questioni e provvedimenti in tema di vigilanza lavori, servizi e forniture
Il Consiglio

  • esamina la richiesta di chiarimenti sulla deliberazione Anac n. 7 del 14.01.15 presentata da Desa s.r.l. , con particolare riferimento a: presupposti e limiti al corretto operare del principio di continuità, applicabilità ai contratti c.d. normativi della disciplina del Codice dei contratti pubblici e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio disponendo un approfondimento a cura dell’Ufficio Affari giuridici circa la riconducibilità della Convenzione di incarico nell’ambito dei cosiddetti contratti normativi;
  • esamina ed approva la deliberazione in merito alla progettazione esecutiva e la realizzazione di lavori degli immobili siti in Piazza S. Eurosia, congiunto al trasferimento di beni immobili ai sensi dell’art. 53 del d.lgs. 163/2006;
  • esamina ed approva la deliberazione proposta dall’ufficio in merito al contratto tra Udinese Calcio S.p.A. ed il Comune di Udine per la ristrutturazione dello Stadio “Friuli”, disponendone la trasmissione alla richiedente Sezione di Polizia Giudiziaria – Guardia di Finanza, operante per la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Udine;
  • rinvia per maggiori approfondimenti l’esame della relazione finale proposta dall’ufficio con riguardo alla Metro C di Roma - Costruzione della terza linea della metropolitana;
  • esamina ed approva la proposta dell’ufficio UVLA di apertura di un’istruttoria su specifici aspetti del Grande Progetto Pompei;
  • rinvia per maggiori approfondimenti, a seguito dell’entrata in vigore dell’art. 8 della legge n. 69 del 2015, l’esame della pratica riguardante l’appalto per la progettazione esecutiva e la realizzazione dei nuovi sistemi di videosorveglianza e di citofonia digitale nelle Filiali e in alcuni complessi immobiliari della Banca d’Italia di Roma e Frascati;
  • esamina ed approva la deliberazione proposta dall’Ufficio sull’Accordo Quadro Triennale – procedura aperta in modalità telematica per il servizio di manutenzione e assistenza tecnica delle linee per lo smistamento della corrispondenza e delle attrezzature a supporto (SMI). Poste Italiane;

 

Procedimenti sanzionatori
Il Consiglio

  • esamina ed approva le proposte dell’ufficio in merito a n. 9 procedimenti che comportano l’emissione di sanzioni pecuniarie e/o interdittive;
  • esamina e dispone l’archiviazione di n. 4 procedimenti sanzionatori deliberando in conformità alle proposte dell’ufficio USAN.

 

Questioni e provvedimenti relativi alle SOA
Il Consiglio

  • delibera in parziale difformità alla proposta dell’Ufficio in merito alle verifiche semestrali - SOA QLP S.p.a. e SOA Quadrifoglio S.p.a. disponendo provvedimenti sanzionatori ed amministrativi nei confronti di alcuni soci ed amministratori coinvolti nelle verifiche.
  • delibera in conformità alla proposte dell’Ufficio in merito al rinnovo delle cariche sociali  - SOA RINA S.p.a.;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio irrogando sanzioni pecuniarie e sospensione dalla partecipazione alle procedure di affidamento su n. 2 procedimenti ex art. 40 co. 9-ter del d.lgs. 163/2006 per la valutazione dell’eventuale imputabilità soggettiva sotto il profilo del dolo o della colpa grave della presentazione ai fini della qualificazione di documentazione che non ha trovato riscontro oggettivo in atti dei soggetti emittenti e/o depositari e per l’applicazione della sanzione pecuniaria ex art. 6, comma 11 del d.lgs. 163/2006;
  • esamina e delibera di rigettare l’istanza di sospensione e di non ritenere opportuno, allo stato, l’audizione dei rappresentanti della SIRAM in merito all’istanza, acquisita al prot. n. 73961 e al n. 74044 del 10.6.2015, della SIRAM S.p.a. di riesame e revisione della decisione assunta dal Consiglio su istanza della Gestione Integrata S.r.l. del 27.5.2015.

Vigilanza anticorruzione
Il Consiglio

  • esamina la mancata nomina del RPC da parte della Regione Basilicata e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio;
  • delibera, in merito al procedimento sanzionatorio ex art. 19, co. 5, d.l. 24 giugno 2014, n. 90, convertito con modificazioni dalla legge 11 agosto 2014, n. 114 nei confronti dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria, di avviare il procedimento sanzionatorio nei confronti del precedente Direttore generale f.f., di avviare il procedimento sanzionatorio nei confronti dell’attuale Commissario e di approfondire le questioni riguardanti i possibili profili di inconferibilità;
  • esamina il progetto per richiedenti asilo politico SPRAR del Comune di Conza della Campania e delibera in conformità alla proposta dell’Ufficio;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio in merito alla proposta di richiesta di intervento della Guardia di Finanza per verifiche ed accertamenti a seguito di segnalazione del capogruppo consiliare del comune di Salvitelle di incarico conferito a dipendente in pensione;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio in merito alle segnalazioni dei Consiglieri comunali sigg. Danilo D’Ippolito, Gianpiero Gallone e Fabrizio Gatti del Comune di Ceglie Messapica (BR) con riguardo a presunte irregolarità che coinvolgono diversi settore dell’amministrazione comunale;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio in merito ad una segnalazione di possibile incompatibilità per conflitto di interessi del RPC dell’ASL Caserta;
  • esamina e delibera in conformità alla proposta dell’ufficio in merito ad una segnalazione su comportamenti vessatori del Soprintendente per le province di CS-CZ-KR;
  • rinvia per maggiori approfondimenti la segnalazione del Consorzio delle Associazioni dei consumatori di Cosenza a carico dell’ARPACAL (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria) per mancata applicazione della normativa anticorruzione.

 

Varie ed eventuali
Il Consiglio

  • delibera di richiedere, con una nota a firma del Presidente, inviata al Presidente della RAI, il ripristino della situazione precedente all’emissione di strumenti finanziari in data 28 maggio 2015, con riguardo alla pubblicazione dei dati relativi alla sua personale situazione economica e patrimoniale, nel contempo, l’avvio di un procedimento di vigilanza sull’esatto adempimento da parte della RAI degli obblighi di pubblicazione di cui al d.lgs. 33/2013.