02/07/2019
Universiadi 2019
Coi controlli Anac prevenute infiltrazioni e corruttele. Cantone: “Non è vero che le verifiche rallentano i tempi, in un anno recuperato tutto il ritardo”

Dopo Expo 2015, il modello di vigilanza collaborativa messo a punto dall’Autorità nazionale anticorruzione segna un nuovo successo in tema di grandi eventi: le Universiadi che si terranno a Napoli e in Campania dal 3 al 14 luglio.

La scorsa estate il ritardo accumulato nell’organizzazione delle Olimpiadi universitarie, che vedranno la partecipazione di migliaia di studenti provenienti da 170 Paesi, era tale da aver addirittura fatto ventilare l’ipotesi di un rinvio al 2021 della manifestazione. Per merito anche di una fruttuosa sinergia istituzionale con enti locali e struttura commissariale, è stato invece possibile realizzare un insperato recupero sul cronoprogramma.

L’Autorità anticorruzione si è occupata della verifica preventiva di tutti gli appalti legati alla kermesse (in prevalenza riqualificazione di impianti sportivi), con l’obiettivo di prevenire infiltrazioni criminali e corruttele. A svolgere materialmente i controlli è stata l’Unità operativa speciale, la task force della Guardia di Finanza altamente specializzata in appalti che opera all’interno dell’Anac.

Già protagonisti dei controlli ai tempi di Expo dopo le due ondate di arresti che avevano messo a repentaglio lo svolgimento della manifestazione milanese, i finanzieri della Uos hanno controllato 144 appalti, per un importo di 205 milioni di euro. Nel complesso sono 323 i pareri di legittimità formulati (quasi tutti accolti dalla struttura commissariale), in media emessi dopo appena due giorni dalla ricezione della documentazione.

“La vicenda delle Universiadi è emblematica perché sfata il luogo comune, tanto in voga oggigiorno, secondo cui i controlli e il rispetto delle regole provocano ritardi: è vero esattamente il contrario, come dimostra quanto accaduto - afferma il Presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone -. Ancora una volta, grazie anche all’intervento dell’Anac, una manifestazione che rischiava di naufragare si svolgerà regolarmente e senza nessuna deroga sul rispetto della legalità”.

Protocollo d’intesa Anac-Commissario per le universiadi