24/11/2017
Trasparenza
Ribaditi gli obblighi di pubblicare gli emolumenti dei dirigenti

 
Sono confermati gli obblighi di pubblicare gli emolumenti complessivi a carico della finanza pubblica percepiti dai dirigenti. La circostanza in base alla quale il Tar Lazio, con ordinanza dello scorso 19 settembre, ha sollevato questione di legittimità costituzionale davanti alla Consulta nei confronti dell’art. 14, co. 1-ter, del d.lgs. 33/2013 non ha infatti alcun effetto sospensivo. Lo chiarisce il comunicato del Presidente dell’Anac dell’8 novembre, dopo che - a seguito del suddetto pronunciamento del Tribunale amministrativo - sono pervenute all’Autorità richieste di chiarimenti in ordine all’applicazione della norma. L’Autorità aveva già precisato tale circostanza con il comunicato del 17 maggio, dopo aver sospeso gli obblighi di pubblicare le dichiarazioni patrimoniali dei dirigenti e gli importi dei viaggi di servizio e delle missioni pagati con fondi pubblici. Tale decisione è stata in seguito confermata nelle adunanze del 27 settembre e dell’8 novembre.
 
Comunicato del Presidente dell’8 novembre 2017