FAQ Istanza di parere per la soluzione di questioni controverse insorte in fase di gara – Art. 211, d.lgs. 50/2016


  1. Quale Soggetto è legittimato a presentare l’istanza di parere di precontenzioso per la Stazione Appaltante?

    - E’ legittimato a presentare l’istanza di parere di precontenzioso l’organo di vertice della Stazione Appaltante o del Soggetto Aggiudicatore, quale a titolo esemplificativo:

    - Ministeri: Ministro, Segretario Generale, Direttore Generale;

    - Enti Territoriali: Presidente della Giunta Regionale o Provinciale e Assessori, Sindaco e Assessori, Segretario Provinciale, Segretario Comunale, Segretario Generale, Direttore Generale;               

    - Università e altri istituti: Rettore, Preside, Direttore Amministrativo;

    - Altre Autorità indipendenti e Agenzie: Presidente e Segretario Generale; 

    - Aziende Sanitarie: Direttore Generale, Direttore amministrativo.

  2. Quale soggetto è legittimato a presentare l’istanza di parere di precontenzioso per i Soggetti Privati (Operatore Economico, Soggetti portatori d’interessi collettivi costituiti in associazioni o comitati)?
  3. E’ legittimato a presentare l’istanza di parere di precontenzioso il soggetto dotato di legale rappresentanza (il Presidente e l’Amministratore Delegato).

  4. Nel caso di presentazione dell’istanza singola, ai sensi dell’art. 3, comma 2, del Regolamento per il rilascio di pareri di precontenzioso, il soggetto richiedente è tenuto a dare comunicazione della presentazione della stessa anche alla Stazione Appaltante o al Soggetto Aggiudicatore?

    La risposta è affermativa.
    Il soggetto istante è tenuto a dare comunicazione della presentazione della richiesta di parere a tutti i soggetti interessati  alla soluzione della questione controversa, ivi inclusa la stazione appaltante.

  5. Con quale modalità è possibile dare comunicazione della presentazione dell’istanza a tutti i soggetti interessati alla soluzione della questione controversa (tra cui è compresa anche la Stazione Appaltante o Soggetto Aggiudicatore nell’ipotesi di presentazione dell’istanza singola)?

    L’istanza può essere portata a conoscenza di tutti i soggetti interessati tramite Posta Elettronica Certificata, raccomandata A/R, Fax.

  6. Nella istanza di parere (sia singola che congiunta) deve essere allegata la comprova dell’avvenuta comunicazione inoltrata a tutti gli altri soggetti interessati?
  7. La risposta è affermativa.
    È necessario allegare la copia della ricevuta PEC/ FAX/Racc. A/R.

  8. Con quale modalità i soggetti interessati possono manifestare la volontà di vincolarsi al parere a seguito della comunicazione di presentazione dell'istanza?

    Sia nel caso di istanza singola (recante l’espressa volontà del soggetto istante di attenersi a quanto stabilito nel parere), sia nel caso di istanza presentata congiuntamente (con espressa volontà di attenersi a quanto stabilito nel parere), gli altri soggetti interessati possono inoltrare comunicazione all’Autorità Nazionale Anticorruzione tramite pec, all'indirizzo protocollo@pec.anticorruzione.it indicando i riferimenti dell'istanza,  entro il termine di 10 giorni dalla ricezione della comunicazione di avvenuta presentazione della stessa. In tal caso il parere reso ha efficacia vincolante per le parti che vi hanno aderito.

  9. E’ possibile presentare l’istanza di parere di precontenzioso per la soluzione di una questione controversa insorta in fase di esecuzione del contratto?

    La risposta è negativa.
    Ai sensi dell’art. 211 comma 1, del D.lgs. 50/2016, l’ANAC esprime parere relativamente a questioni insorte durante lo svolgimento delle procedure di gara, ossia fino alla stipulazione del contratto.

  10. Qual è la modalità di trattazione delle istanze presentate prima dell’entrata in vigore dell’art. 211 comma 1, del D.lgs. 50/2016?

    Come specificato nel Comunicato del Presidente dell’Autorità del 05 ottobre 2016, (consultabile al seguente link: http://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/AttivitaAutorita/AttiDellAutorita/_Atto?id=dcfe0b5e0a77804234f8547a8a7f885b
    a causa delle significative modifiche subite dall’iter procedimentale per il rilascio dei pareri di precontenzioso con il nuovo Codice degli Appalti, le istanze pervenute prima dell’entrata in vigore del Nuovo Regolamento, qualora  permanga da parte dei soggetti istanti un interesse attuale e concreto al  rilascio del parere, andranno riformulate e riproposte a firma di soggetti  legittimati a esprimere verso l’esterno la volontà dell’ente, nel rispetto  delle nuove disposizioni procedimentali, mediante utilizzo del relativo modulo  informatico.

  11.  E’ possibile inviare una scansione sottoscritta del modello elettronico predisposto?
  12. No, è richiesto l'inoltro del modello elettronico in originale firmato digitalmente.

  13.  Che cosa significa che il modulo deve essere inviato esclusivamente in formato originale digitale?

    Il documento originale digitale del modulo è costituito dal modulo stesso, così come scaricato dal sito dell’Autorità e compilato dal proponente, al quale sia applicata la firma digitale del proponente. Non è accettabile la scansione digitale del modulo cartaceo, ancorché sottoscritto dal proponente, in quanto, sebbene sia in forma digitale, non costituisce originale. Per la stessa ragione non è accettabile il modulo privo di firma digitale del proponente. Non è accettabile il modulo cartaceo, ancorché firmato in originale dal proponente, in quanto non rispetta la forma del documento digitale.

  14. Che cosa significa che gli allegati, ivi comprese le memorie, devono essere presentati in formato digitale?

    Le memorie debbono essere prodotte direttamente in formato digitale (anche non firmato digitalmente);  ove disponibili, i documenti prodotti in originale digitale debbono essere allegati in questa forma all’istanza. I documenti disponibili esclusivamente in originale analogico (cartaceo) possono essere allegati in forma scansionata. In quest’ultimo caso si raccomanda una scansione in bianco/nero con risoluzione di 300 dpi. Complessivamente il messaggio ed i suoi allegati non possono superare i 50 MB. Si consiglia, comunque, di allegare documenti di dimensione singola inferiore ai 2 MB.

  15. Esiste un ordine di trattazione delle istanze pervenute?

    Sì, come previsto dall'art. 5 del Regolamento per il rilascio di pareri di precontenzioso, nella trattazione delle istanze pervenute, viene data priorità:

    a)alle istanze con manifestazione di volontà di due o più parti di attenersi a quanto stabilito nel parere;

    b)alle istanze concernenti appalti di importo superiore alla soglia comunitaria;

    c)alle istanze presentate dalla stazione appaltante;

    d)alle istanze che sottopongono questioni originali o di particolare impatto per il settore dei contratti pubblici;

    e)alle istanze concernenti appalti di importo superiore a 40.000 euro.