FAQ “Portale dei pagamenti dell’A.N.AC.”

Data di aggiornamento: 1 gennaio 2020

 

1. Come si può consultare la propria posizione debitoria?

Gli avvisi di pagamento afferenti alla propria posizione debitoria sono presenti nella sezione “Avvisi di pagamento” nello stato “In attesa”.

2. Cos’è necessario fare qualora venga generato un avviso di pagamento spontaneo che successivamente non si intenda più pagare?

Si deve annullare l’avviso.

3. Un avviso annullato per errore può essere reso di nuovo disponibile per il pagamento?

No. Nel caso in cui si renda necessario procedere al pagamento, bisogna generare un nuovo avviso.

4. Perché nella sezione “Avvisi di pagamento” sono visualizzati anche avvisi non generati dall’utente?

Nella sezione “Avvisi di pagamento” sono presenti anche avvisi, generati dall’Autorità o da soggetti terzi, per i quali l’utente risulta debitore.

5. Un soggetto terzo può effettuare il pagamento di un avviso?

Sì. Un soggetto terzo, che non ha visibilità diretta dell’avviso, può effettuare comunque il pagamento per conto del debitore utilizzando la funzionalità presente nella sezione “Ricerca avvisi conto terzi”.

6. È possibile pagare un avviso con una modalità difforme da quelle indicate nel “Portale dei pagamenti dell’A.N.AC.”?

No.

7. Se il versamento viene effettuato tramite la modalità “Pagamento mediante avviso”, la ricevuta di pagamento risulterà disponibile nella sezione “Pagamenti effettuati”?

La ricevuta sarà presente a conclusione dell’operazione di pagamento con esito positivo e alla ricezione da parte dell’Autorità della ricevuta telematica inviata dal Prestatore di Servizi di Pagamento (PSP).

8. Perché l’avviso risulta nello stato “in corso”, nel caso in cui si decida di non completare l’operazione di pagamento su pagoPA?

L’avviso rimane nello stato “in corso” fintanto che il “Portale dei pagamenti dell’A.N.AC.” non riceve da pagoPA la Ricevuta Telematica con l’esito del pagamento “non eseguito”.