Bando di gara del 23 dicembre 2009

data di Pubblicazione: 23 dicembre 2009

data di Scadenza: 10 febbraio 2010

Gara europea a procedura aperta per lo sviluppo di soluzioni applicative, di analisi e di governo a supporto del sistema informativo dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

CIG: 0413785A2C

Visualizza l'avviso di aggiudicazione

Presentazione offerte 10 Febbraio 2010, ore 13,00

Prima seduta pubblica 16 Febbraio 2010, ore 11,00

Importo

Con riferimento alle prestazioni di cui al Capitolato tecnico, l’ammontare complessivo dell’appalto viene stimato in euro 8.700.000,00 (ottomiliomisettecentomila/00) oltre I.V.A., così suddivisi:

  • euro 8.699.100,00 - oltre I.V.A. - per lo svolgimento delle prestazioni  del servizio;
  • euro 900,00 - oltre I.V.A. - per il costo della sicurezza derivante dai rischi di natura interferenziale  non soggetto a ribasso d’asta.

 

Link al testo in PDF (107 kb)

 

Avviso del 6 ottobre 2010

Si comunica che la Commissione di gara si riunirà in seduta pubblica per l’apertura delle offerte economiche il giorno 11 ottobre 2010 alle ore 15,00 presso la Biblioteca dell’Autorità, sita in Via di Ripetta, n. 246 – Roma.

 

Avviso dell'11 maggio 2010

La Commissione di gara si riunirà in seduta pubblica il 18 maggio 2010 alle ore 10,30 presso la Sala Biblioteca dell'Autorità, sita in Via di Ripetta, n. 246 - I piano.

 

Avviso del 24 marzo 2010

La Commissione di gara si riunirà in seduta pubblica il giorno 1° aprile 2010 alle ore 10,30 presso la Sala Biblioteca, sita in Via di Ripetta, n. 246 - I piano.


Risposte a quesiti

D.1 In riferimento al requisito 5.9 del Disciplinare di Gara relativo al fatturato specifico, si chiede di chiarire se il 10% del fatturato specifico, che deve essere posseduto dalle mandanti di un RTI, è da intendersi sull’importo complessivo di Euro 10.500.000 (somma dei fatturati dei tre punti in cui è articolato) oppure il 10% deve intendersi relativamente ai singoli fatturati dei tre punti in cui è articolato il requisito.
R.1
Si fa presente che, in caso di RTI orizzontale, ciascuna mandante dovrà possedere almeno il 10% del requisito del fatturato specifico con riferimento ai singoli fatturati dei tre punti in cui è articolato tale requisito.

In altre parole, nel caso di RTI orizzontale, ciascuna mandante dovrà possedere:

  • almeno Il 10% del fatturato richiesto per servizi di consulenza specialistica e di program management erogati in favore della Pubblica Amministrazione;
  • almeno il 10% del fatturato richiesto per servizi di progettazione, sviluppo e manutenzione evolutiva di soluzioni applicative erogati in favore della Pubblica Amministrazione;
  • almeno il 10% del fatturato richiesto per servizi di recupero dati pregressi erogati in favore della Pubblica Amministrazione.

In caso di RTI verticale, il requisito dovrà essere invece posseduto con riferimento alle percentuali del servizio che ciascun componente del raggruppamento intende assumere. A tal fine si precisa che la prestazione principale del presente appalto è quella relativa al servizio di consulenza specialistica.

D.2Al punto 5.9 del Disciplinare di Gara vengono richiesti, quali requisiti minimi di fatturato specifico per la partecipazione alla gara, determinati valori di fatturato erogati in favore della Pubblica Amministrazione per:

  • servizi di consulenza specialistica e di program management;
  • servizi di progettazione, sviluppo e manutenzione evolutiva di soluzioni applicative;
  • servizi di recupero dati pregressi;

Si chiede di confermare se per  Pubblica Amministrazione si intendono anche Società per Azioni partecipate da capitale pubblico.
R.2 – La risposta è affermativa.

D.3 - Con riferimento al paragrafo “C.3) Ulteriori dichiarazioni” “sottoparagrafo N.B. 2)” del disciplinare di gara, dove è indicato che le dichiarazioni di idoneità morale di cui al modello 1/BIS “devono essere presentate anche dai Procuratori Speciali o generali delle società”, si chiede di confermare che, in conformità a quanto previsto dall’art. 38, comma 1, del D.Lgs. n. 163 del 2006, sia possibile - in caso di partecipazione di Società per Azioni - far presentare tali dichiarazioni dai soli amministratori muniti di poteri di rappresentanza.
R.3 – Le dichiarazioni devono essere rese dai seguenti soggetti:

  • amministratori muniti di potere di rappresentanza, intesi per tali anche i procuratori generali;
  • direttori tecnici.

Per i procuratori speciali occorre verificare se la procura conferisce l’esercizio continuativo di poteri gestori. In tale ultimo caso ci si troverà in presenza di soggetti rientranti nella fattispecie in esame.

D.4 A pag. 26 del Disciplinare di gara è riportato lo schema di relazione tecnica, da inserire nella busta B della Offerta Tecnica. Nello schema si passa dal punto 3.7  - Formazione e Assistenza al punto 3.10 – Modalità di esecuzione del trasferimento di know-how alla chiusura del contratto. Si tratta di un mero errore di stampa?
R.4 Si conferma che si tratta di un mero errore di stampa. Non vi sono punti intermedi tra quelli riportati nello schema di relazione tecnica.

D.5  Con riferimento al paragrafo 4.5 “Gestione della manutenzione adeguativa e correttiva”, sottoparagrafo 4.5.2 “Dimensione del servizio e composizione del Gruppo di Lavoro” del Capitolato Tecnico, si chiede di chiarire la ripartizione delle giornate previste per l’erogazione del servizio in oggetto. Si evidenzia, infatti, che nella tabella proposta è prevista l’erogazione di 480 giornate/uomo nel corso del IV anno ma l’appalto in questione, secondo quanto indicato al punto II.3) “DURATA DELL’APPALTO O TERMINE DI ESECUZIONE” del bando GUUE, ha durata di 36 mesi.
R.5 La stima di impegno in giornate/uomo prevista per il servizio di manutenzione adeguativa e correttiva, nell’anno successivo a quello di scadenza contrattuale, si riferisce all’erogazione del servizio di garanzia sul software sviluppato e / o modificato nel corso del terzo anno contrattuale.

D.6 Con riferimento al paragrafo 5 “Profili professionali richiesti” del Capitolato Tecnico, si chiede di confermare che per i profili “Esperto di Data Entry” e “Operatore di Data Entry” sia richiesta una “buona conoscenza nell’utilizzo di Business Object e di XML”
R.6 Si tratta di un refuso. La buona conoscenza nell’utilizzo di Business Object e XML non è da considerarsi richiesta per i profili di Esperto di Data Entry e Operatore di Data Entry.

D.7 In relazione al paragrafo 4.6 FORNITURA DEI PRODOTTI SOFTWARE, sono elencati quelli che vengono definiti i “principali prodotti software che costituiscono parte integrante della fornitura”. Per ognuno dei prodotti oggetto della fornitura si chiedono chiarimenti in ordine al numero di utenti previsti.
R.7 L’utenza stimata per i prodotti di BPM e BI corrisponde alla popolazione coinvolta dal servizio di formazione e assistenza di cui al paragrafo 4.8.1a. Con riferimento al prodotto di Project and Portfolio Management l’utenza stimata è invece dell’ordine delle 50 unità.

D.8 Nel Paragrafo 2.2 vengono elencati i prodotti resi disponibili dall’Amministrazione, ma non si desume dal capitolo seguente, in particolare quando viene dettagliata tra gli obiettivi della fornitura, la realizzazione del DWH a più livelli, se il DB, Mining, Olap e il tool di ETL devono essere oggetto della fornitura anche se non elencati nel paragrafo 4.6 o se verranno messi a disposizione dall’Amministrazione. Nel primo caso si chiede un dimensionamento in termini di utenti e Hardware.
R.8 Come specificato al paragrafo 2.1.1 l’Amministrazione rende disponibile il RDBMS Microsoft SQL Server 2005/2008 versione Enterprise. Laddove sia necessario integrare la fornitura con prodotti software non previsti in tale distribuzione del RDBMS, i relativi oneri saranno a totale carico del Fornitore. Il numero di utenze da considerare per tutti questi prodotti è dell’ordine delle 50 unità. La specifica del dimensionamento Hardware dovrà invece essere parte dell’offerta tecnica.

D.9 Sul capitolato Tecnico, a pag. 33 si legge testualmente: “dovranno essere dettagliati i requisiti di compatibilità e di certificazione della piattaforma applicativa con le apparecchiature HW ovvero con le piattaforme di virtualizzazione correntemente utilizzate”. Si chiede di conoscere quali siano tali apparecchiature HW e piattaforme di virtualizzazione e se vi siano ulteriori dettagli architetturali, non presenti nei paragrafi 2.2.3 e seguenti,  da prevedere ai fini dell’integrazione della piattaforma.
R.9 La piattaforma di virtualizzazione correntemente in uso presso la server farm dell’Amministrazione è VMWare Vsphere 4 e Vcenter server 4, ospitata su server HP Blade 460 G6 e HP Blade 460 G5. Non si ritiene utile esplicitare ulteriori specifiche architetturali per garantire l’integrazione della piattaforma.

D.10 A pag. 44 del Capitolato tecnico si riporta testualmente: “Con specifico riferimento al prodotto di Business Intelligence si evidenzia che, per le attuali esigenze di analisi dei dati e reportistica avanzata dell’Autorità, sono state sviluppate alcune soluzioni basate sulle piattaforme Microsoft SQL Server 2005 Reporting Services e Microstrategy Reporting Suite. Al fine di salvaguardare le risorse investite nell’acquisizione di conoscenza sui prodotti indicati, il Fornitore è chiamato a valutare la possibilità di prevedere nella propria offerta l’eventuale riuso o integrazione di tali soluzioni, fatte salve le esigenze di ottimizzazione ed economia di scala nonché i requisiti in termini di integrazione, relativi alla soluzione proposta nel suo complesso.”. Si chiede se i prodotti Microsoft SQL Server 2005 Reporting Services e Microstrategy Reporting Suite debbano o meno intendersi messi a disposizione dall’Amministrazione ai fini della gara in oggetto.
R.10 Il prodotto Microsoft SQL Server 2005 Reporting Services è reso disponibile dall’Amministrazione nell’ambito di Microsoft SQL Server 2005/2008 Enterprise (rif. paragrafo 2.2.1). Il prodotto Microstrategy Reporting Suite è una componente dell’architettura Microstrategy 9 distribuita ad uso gratuito direttamente dal relativo produttore.

D.11 - In riferimento al punto 5.9 del Disciplinare di Gara, relativo al fatturato specifico per servizi di consulenza specialistica e di program management erogati in favore della Pubblica Amministrazione, si chiede di confermare che tale fatturato possa intendersi sia per servizi di consulenza specialistica sia di program management, anche se erogati disgiuntamente.
R.11 La risposta è affermativa

D.12 - In merito ai requisiti di partecipazione alla Gara descritti nel Disciplinare di Gara all’art. 5.9, sono indicati gli importi minimi del fatturato Specifico relativo agli esercizi 2006-2007-2008 per servizi erogati in favore della Pubblica Amministrazione.
Chiediamo quindi di chiarire se il fatturato derivante non da contratti diretti con la P.A. ma da contratti di subappalto con società di diritto privato (p.e. S.p.A.), autorizzati da P.A., risponde al requisito richiesto di “servizi erogati in favore della P.A.”
R.12 – Sì, solo se le Società sono partecipate da capitale pubblico.

D.13 - Si chiede di confermare che la dichiarazione di cui al punto B) possa essere firmata congiuntamente da tutte le imprese del costituendo RTI.
R.13 – La risposta è affermativa

D.14 - Si chiede di confermare che la dichiarazione del fideiussore richiesta alla suddetta lettera B possa essere inserita nel testo della fideiussione richiesta al punto A), che sarà corredata da autentica notarile circa qualifica, poteri e identità dei firmatari o, alternativamente, da dichiarazione sostitutiva.
R.14 – La risposta è affermativa

D.15 - In caso di partecipazione in costituendo RTI, si chiede di chiarire se sia consentito ad una impresa del RTI ricorrere all’istituto dell’avvalimento dei requisiti di capacità economico-finanziaria e/o di capacità tecnica posseduti in eccedenza da altra impresa facente parte del medesimo RTI (cd. Avvalimento interno).
R.15 In tema di avvalimento, il divieto di cui all’art. 49, c. 8 del d. lgs. 12 aprile 2006, deve essere inteso nel senso che è vietata la partecipazione dell’impresa avvalente e di quella avvalsa alla medesima gara quando tali imprese siano in concorrenza l’una con l’altra, e quindi siano entrambe presentatrici di autonome e contrapposte offerte, ma non quando avvalente ed avvalsa facciano parte di uno stesso raggruppamento, e quindi presentino un’unica offerta facendo capo ad un medesimo centro di interessi. È, altresì, necessario accertare che i requisiti di partecipazione siano posseduti dall’impresa avvalsa in misura sufficiente a consentire sia la sua partecipazione alla gara come concorrente in RTI, sia la partecipazione alla stessa gara dell’impresa avvalente nell’ambito del medesimo RTI (Parere n. 34 dell’11.03.2009 dell’Autorità).

D.16 - Si chiede di confermare che nel computo delle 55 pagine non vadano considerati la copertina e l’indice.
R.16 – Si conferma

D.17 - Si chiede di sapere se è richiesto allegare alla documentazione di gara una copia firmata dall’offerente della documentazione di gara predisposta dall’amministrazione ( es. disciplinare di gara, capitolato tecnico, quesiti ecc.).
R.17 – No, non è necessario

D.18 - Si richiede, con riferimento al modulo 1BIS, se lo stesso deve essere fornito/dichiarato da parte di tutti i Procuratori dell’Azienda, o solo da quelli muniti di poteri atti a rendere e sottoscrivere, nell’interesse della Società, dichiarazioni sostitutive d’atti di notorietà ai sensi della normativa vigente.
R.18 – Vds. FAQ n. 3

D.19  In relazione all’indicatore di qualità IQ19, si chiede di confermare che in corrispondenza ai campi della tabella relativi a “Formule” e “Valore di soglia”, lì dove appare scritto IQ18 si debba invece considerare IQ19.
R.19 Si conferma che nell’Appendice 1 – Indicatori di qualità, con riferimento all’indicatore di qualità IQ19, le diciture IQ18(inserimento) e IQ18(sostituzione) sono da intendersi rispettivamente IQ19(inserimento) e IQ19(sostituzione)

D.20 E’ possibile assumere che il Prodotto di project and portfolio management (Soluzione PM in Offerta Economica) dovrà essere installato solo in ambiente di esercizio?
R.20 No. Si dovrà prevedere la disponibilità in ambiente di collaudo anche per il prodotto di project and portfolio management.

D.21 Con riferimento al prodotto di business intelligence e reporting (Soluzione BI in Offerta Economica), tra i requisiti della soluzione è indicato anche il “Supporto a dispositivi mobili”. Tenendo conto che tipicamente tale supporto è rivolto a una platea di “utenti direzionali” e quindi limitati e che diversi produttori forniscono tale supporto con un licensing ad hoc, si chiede indicazione del numero minimo di utenti per i quali il supporto a dispositivi mobili debba essere garantito.
R.21 Il numero di utenti attesi rispetto al supporto a dispositivi mobili della piattaforma di business intelligenze e reporting è dell’ordine delle 20 unità.

D.22 Con riferimento al prodotto di business intelligence e reporting (Soluzione BI in Offerta Economica) e al prodotto di business process management (Soluzione BPM in Offerta Economica) è corretta l’assunzione che i prodotti dovranno essere installati sia in ambiente di esercizio sia di collaudo?
R.22 Si

D.23 Con riferimento al servizio di formazione e assistenza si chiede di  conoscere la distribuzione sulle varie sedi, dei 200 utenti BPM interni e dei 200 utenti BI interni ed esterni.
R.23  Si consideri una ripartizione 60%-40% sulle sedi di Ripetta e Mancini. L’eventuale erogazione del servizio di formazione ad utenti esterni avverrà attraverso corsi da tenersi presso una delle sedi dell’Autorità ovvero mediante moduli di formazione a distanza.

D.24 Con riferimento al servizio di "Formazione" di cui al paragrafo 4.8.1 lettera a. del capitolato tecnico viene richiesta la predisposizione e fornitura di WBT ma non vengono precisate le previste modalità di delivery ovvero se i WBT saranno caricati su piattaforma LMS gia' disponibile presso il committente o su piattaforma LMS da fornire al committente in associazione ai WBT richiesti.
R24.   L’Amministrazione non dispone di alcuna piattaforma LMS. L’eventuale erogazione di tale piattaforma si intende pertanto a carico del Fornitore.

D.25 In caso di fornitura di una piattaforma LMS in associazione ai WBT, tale fornitura del LMS e' da considerarsi limitata al periodo della fornitura o deve essere considerata integrativa ai prodotti applicativi già previsti dal capitolato di gara e rispondere ai medesimi requisiti (es: SSO, licenza perpetua, MEV etc..)?
R.25  L’eventuale erogazione della piattaforma LMS è da ritenersi limitata al periodo di fornitura dei servizi oggetto di gara. Si intendono invece di proprietà dell’Amministrazione tutti i prodotti elettronici e cartacei realizzati per l’erogazione del servizio.

D.26 Si chiede di sapere se i Curricula da allegare all’Offerta Tecnica devono essere nominativi oppure anonimi. Nella seconda ipotesi, si chiede di sapere se è necessario allegare i nominativi in una separata busta chiusa.
R.26 I Curricula allegati all’Offerta Tecnica devono essere nominativi secondo quanto previsto dal Mod. CV.

D.27 E’ ammesso avvalersi di due o più imprese ausiliarie per la dimostrazione del medesimo requisito?
R.27 Si evidenzia che il comma 6 dell'art. 49 del Codice dei contratti prevede che "Per i lavori, il concorrente può avvalersi di una solo impresa ausiliaria per ciascuna categoria di qualificazione".
L'attuale formulazione del comma 6, introdotta dal terzo Decreto Correttivo in sostituzione della precedente che imponeva al concorrente di avvalersi di una sola impresa ausiliaria per ciascuno requisito o categoria, ha limitato ai soli appalti di lavori il divieto del cosiddetto "doppio avvalimento".
Di contro, è consentito agli operatori economici partecipanti a gare di appalto di servizi e forniture di avvalersi di due o più imprese ausiliarie per la dimostrazione del medesimo requisito.

D.28 Si chiede di precisare se due o più società che partecipano in costituendo RTI possono avvalersi della medesima società ausiliaria per la dimostrazione del medesimo requisito.
R.28 Il comma 8 dell'art. 49, nella prima parte, dispone che "in relazione a ciascuna gara non è consentito, a pena di esclusione, che della stessa impresa ausiliaria si avvalga più di un concorrente".
Considerata la ratio della norma, si ritiene che essa debba trovare applicazione anche nel caso in cui i "concorrenti" siano imprese facenti parte di un costituendo RTI giacché, anche in questo caso, si pone l'esigenza di garantire che il ricorso all'avvalimento, che costituisce una rilevante eccezione al principio generale che impone che i concorrenti ad una gara pubblica possiedano in proprio i requisiti di qualificazione, si traduca nell’effettiva  disponibilità di risorse aziendali altrui.
Non è quindi possibile accogliere l’ipotesi proposta nel quesito.

D29. Con riferimento al prodotto di business intelligence e reporting (Soluzione BI in Offerta Economica) ed al prodotto di business process management (Soluzione BPM in Offerta Economica), si chiedono i seguenti chiarimenti. Poiché numerosi produttori di tali soluzioni hanno una doppia politica di licensing: per utenti o per CPU, si chiede conferma che la richiesta è per un licensing per utenti o se è possibile anche un licensing per CPU. In quest’ultimo caso è possibile conoscere le caratteristiche dell’ambiente di esercizio e di quello di collaudo (numero processori, core, …)?
R29. E’ sicuramente possibile adottare una politica di licensing per CPU fermo restando il corretto dimensionamento delle licenze rispetto al numero di utenti attesi. Tale onere resta in capo al Fornitore in sede di offerta.

D30. Con riferimento al paragrafo 4.8.1 lettera a) del capitolato tecnico si chiede di confermare che la formazione tradizionale in aula sarà erogata esclusivamente presso le sedi di Roma dell’Autorità.
R30. Si conferma.

D31. Con riferimento al paragrafo 4.8.1 lettera a) del capitolato tecnico si chiede di confermare che gli strumenti di lavoro e la logistica necessari per l’erogazione della formazione tradizionale in aula (postazioni attrezzate, proiettore, connessione ad internet, stampante, fotocopiatrice, carta) sono a carico del Committente.
R31. Si conferma.

D32. Con riferimento al paragrafo 4.3.1 del capitolato tecnico si chiede se sia possibile avere maggiore contestualizzazione e dettaglio sul significato dei box Master Data Management, Context Broker, Managed File Transfer, NeaR-Neighbor Metadata Management e Data Integration presenti all’interno del grafico presente a pagina 32 del capitolato di gara.
R32. Come specificato nel capitolato tecnico il grafico di figura 32 è uno “schema di riferimento” per la proposta di offerta del backplane SOA. Pertanto non si ritiene opportuno fornire in questa sede il livello di chiarimento richiesto.

D33. Quali strumenti sono attualmente in uso all’interno di AVCP come repository e strumento per il versioning del codice?
R33. Allo stato dell’arte l’Amministrazione non dispone di strumenti di repository e strumenti per il versioning del codice.

D34. Con riferimento ai profili professionali richiesti al Capitolo 5 del capitolato tecnico si chiede di confermare che per la figura professionale “Architetto di Sistema” possano essere prese in considerazione altre lauree tecniche come Matematica o Fisica o Ingegneria (lauree antecedenti il 1990).
R34. Si conferma

D35. Con riferimento ai profili professionali richiesti al Capitolo 5 del capitolato tecnico si chiede di confermare che la laurea in informatica sia considerata valida per la figura professionale di “Esperto di Data Entry”.
R35. Si conferma.

D36. In considerazione del mercato dei produttori di hardware e software e delle clausole contrattuali dagli stessi correntemente applicate anche nei confronti delle amministrazioni pubbliche, si chiede di chiarire se la responsabilità dell’appaltatore possa essere limitata – e in tale ipotesi in quale misura – con riferimento ai danni che dovessero derivare dai suddetti prodotti.
R36. La risposta è negativa.


ALLEGATI:

Capitolato tecnico (PDF 798 kb)
Appendice n. 1 – Indicatori di qualità (PDF 237 kb)
Capitolato amministrativo (PDF 155 kb)
Disciplinare di gara (PDF 324 kb)
DUVRI (PDF 199 kb)

Modulistica: