Bando di Gara del 22 febbraio 2013

data di Pubblicazione: 22 febbraio 2013

data di Scadenza: 17 aprile 2013

Gara a procedura aperta per l’affidamento della Fornitura di infrastrutture informatiche per il programma AVCPass

CIG: 4939483E4E

Visualizza l'avviso di aggiudicazione

Avviso del 29 aprile 2013
Il Presidente della Commissione comunica il seguente calendario per la prosecuzione dei lavori in seduta pubblica:
mercoledì 15 maggio 2013, ore 11.00: comprova dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa di cui all’art. 48 del Codice dei contratti pubblici;
mercoledì 5 giugno 2013, ore 11.00: apertura delle buste “B” contenenti l’offerta economica.

Avviso del 23 aprile 2013
Il Presidente della Commissione comunica che, in data lunedì 29 aprile 2013, alle ore 11.00, la Commissione proseguirà l’esame della documentazione contenuta nella busta “A” - documentazione amministrativa, avviato nella prima seduta pubblica del 22 aprile, procederà alla elencazione delle ditte ammesse alla gara, e ad effettuare il sorteggio pubblico ai fini della comprova dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa.

Avviso di proroga termine del 4 aprile 2013

Si comunica che il termine per la presentazione delle offerte è prorogato alle ore 13,00 del giorno 17 aprile 2013. L’avviso di proroga è stato trasmesso alla GUUE in data 4 aprile 2013 e sarà pubblicato sulla GURI n. 41  dell’8 aprile 2013.
L’apertura delle offerte avverrà, in seduta pubblica, il giorno 22 aprile 2013 alle ore 11.00.


Invio Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea: 18.02.2013
Pubblicazione Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana: 22.02.2013

Presentazione offerte 05.04.2013 ore 13,00
Prima seduta pubblica 12.04.2013, ore 11,00

Importo:  euro 2.871.000,00 (IVA ed oneri della sicurezza esclusi) così suddivisi:

  1. euro 1.145.000,00 (IVA esclusa)  per la fornitura hardware;
  2. euro 1.568.000,00 (IVA esclusa) per le licenze software;
  3. euro 158.000,00 (IVA esclusa) per i servizi di formazione e supporto.

I costi della sicurezza derivanti da rischi di natura interferenziale sono pari a € 547,26 (IVA esclusa)

Bando GURI – formato.pdf 152kb


ALLEGATI:

Capitolato tecnico - formato .pdf 1Mb

Schema di contratto - formato .pdf 227kb

Disciplinare di gara - formato .pdf 241kb

DUVRI - formato .pdf 3Mb

Modulistica:

 

Risposte ai quesiti

D.1 Si chiede di chiarire “se l’azienda partecipante è una “SRL a Socio Unico”  la domanda di partecipazione Mod. 1 e 1 BIS alla lettera A) punto 1A - i dati anagrafici da inserire (dove successivamente dovrà essere compilato il modello “1/BIS” per i non firmatari dell’offerta), sono solo quelli dell’Amministratore Unico dell’azienda a Socio unico o va inserita anche l’azienda proprietaria della SRL a socio unico con i relativi soci?
Se va inserita anche l’azienda Proprietaria, il Modello “1/BIS” va fatto solo per i soci di quest’ultima?”

R.1 Per la compilazione dell’istanza di ammissione alla gara si faccia riferimento al punto 8  lettera C) del disciplinare.
In particolare alle pagine 15 e 16 dello stesso disciplinare (vds. NB 2) vengono declinati, per tipo di operatore economico,  i soggetti non firmatari dell’istanza tenuti alle dichiarazioni di cui all’art. 38, comma 1, lett. b) e c).

D.2 Rif. Capitolato Tecnico, par. 3.1.3, pag. 18. Al paragrafo 3.1.3 del Capitolato Tecnico, Sistema di Archiviazione Gerarchica e File System è scritto:“… si attingerà allo spazio disco messo a disposizione dal sottosistema storage di cui al cap 2.2.1.”Tale paragrafo è inesistente; si richiede di indicare il paragrafo/capitolo corretto a cui fare riferimento.
R.2 Il paragrafo corretto cui far riferimento è il 3.1.2

D.3 Rif. Capitolato Tecnico, par. 3.2.1, pag. 26. In relazione alla richiesta di fornitura del software "Vmware vCenter Operation Management SuiteEnterprise 5.0 (25 vm pack)", potendo attualmente quotare solo la versione ultima 5.6, quale edizione fra quelle disponibili occorre quotare?
R.3 Deve essere proposta l'edizione che rispetta integralmente i requisiti di Capitolato. Nel caso in cui eventuali componenti richieste, precedentemente aggiuntive, siano già comprese nella pacchettizazione della nuova edizione, le stesse non devono essere ulteriormente quotate

D.4 Rif. Capitolato Tecnico, par. 3.1.1, pag. 11. Miglioramento del numero e dei requisiti dei server slot richiesti attraverso la tecnologia degli enclosure Logici.Riferimento: requisito RB2. “Ogni enclosure dovrà essere dotato di 14 Server Slot del tipo Half-Height, e/o 7 Server Slot del tipo Full Height” Richiesta di chiarimento: “Si richiede conferma della possibilità di fornire una soluzione migliorativa basata su Enclosure Logici realizzati attraverso più moduli fisici (chassis) che dal punto di vista amministrativo e gestionale si presentano come un'unica entità che può scalare fino a 160 server slot.Si conferma che la soluzione proposta soddisfa tutti i requisiti, garantendo in particolare un’occupazione di spazio non superiore a 14 RU, e aumentando il numero di server slot a 16 slot del tipo Half-Height e/o 8 del tipo Full-Height.”
R.4 Se la soluzione tecnica proposta soddisfa tutti i requisiti minimi del bando, è da ritenersi accettabile.

D.5 Rif. Capitolato Tecnico, par. 3.1.1, pagg. 11-13. Miglioramento del numero e dei requisiti delle interfacce richieste attraverso la tecnologia unified fabric. Riferimento: requisiti RB 3 e  RB 6. “Lo chassis proposto dovrà poter utilizzare come minimo 6 moduli di I/O (…) con 4 moduli 10Gb Eth mini-GGIC, 2 moduli FC 8 Gbps mini-GBIC e doppia scheda gestione modulo KVM” Richiesta di chiarimento: “Si richiede conferma della possibilità di fornire una soluzione migliorativa in grado di consolidare lo switching interno all’enclosure e di I/O verso il mondo esterno su una coppia di componenti di switching integrati logicamente nell’enclosure, con espandibilità modulare, intrinsecamente ridondati e a alto throughput. Si conferma che la soluzione proposta soddisfa tutti i requisiti, ma è migliorativa sul numero delle interfacce disponibili, offrendo un numero di porte pari a 32 (scalabili a 48) per ciascun componente di switching. Ogni porta può essere quindi configurata in modalità 1/10 GE, 1/2/4/8 Gbps FC e 10 FCoE  e iSCSI. Le tecnologie unified fabric e unified port, consolidando su un’unica piattaforma il traffico LAN (1 e 10 GE) e SAN (1/2/4/8 Gbps FC, 10 GE FCoE e iSCSI), consentono di ridurre i componenti HW e i consumi energetici”
R.5 Se la soluzione tecnica proposta soddisfa tutti i requisiti minimi del bando, è da ritenersi accettabile.

D.6 Rif. Capitolato Tecnico, par. 3.1.1, pag. 14. miglioramento dei requisiti di connettività richiesti attraverso la tecnologia Converged Network Adapter. Riferimento: requisito RB 12. “Ogni server Blade deve essere dotato di: n.1 Scheda FC 8Gb/s DualPort, n. 2 Schede con 2 porte 10 GB/Ethemet iSCSI” Richiesta di chiarimento: “Si richiede conferma della possibilità di fornire una soluzione di connettività migliorativa basata su 2 schede di rete indipendenti e virtualizzabili di tipo CNA (Converged Network Adapter). Si conferma che la soluzione proposta soddisfa tutti i requisiti, consentendo di scalare molto al di sopra dei valori di connettività richiesti potendo veicolare fino a 40Gbit/s di throughput per blade e potendo supportare in HW fino a 256 interfacce di rete virtualizzate delle tipologie richieste. Tali interfacce sono gestibili e configurabili direttamente dal sistema di gestione integrato nella soluzione di computing.
R.6 Se la soluzione tecnica proposta soddisfa tutti i requisiti minimi del bando, è da ritenersi accettabile.

D.7 Rif. Capitolato Tecnico, par. 3.1.3, pag. 17. Spett.le AVCP in merito al punto 3.1.3 del Capitolato Tecnico "Sistema di Archiviazione Gerarchica e Shared File System", si richiede di specificare se con la dicitura Tier1 si vuole far riferimento alla Tape le cui specifiche tecniche vengono riportate al punto RHSM3.Inoltre si chiede se con la dicitura Tier2 si intende l'esportazione dei nastri dalla Tape per archiviazione in armadi rack appositi, messi a disposizione dalla vostra spettabile azienda.In ogni caso si chiede di ricevere uno schema logico delle procedure di back-up che si intendono implementare e delle funzionalità dei 10 server ( fisici o virtuali) annesse al sistema di back-up. Grazie.
R.7 Il paragrafo 3.1.3 fornisce le specifiche corrette ed esaustive del sistema di archiviazione gerarchica. Le procedure di backup che saranno implementate sono indipendenti dalla tecnologia richiesta e pertanto non pertinenti

D.8 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.2.4, pag. 28. Con riferimento al Capitolato tecnico, par.3.2.4 “Licenze software a supporto del data center”, laddove sono richieste “N° 2 licenze ManageEngine ADManager Plus Professional Edition”, si chiede di specificare:-   Numero di tecnici IT che nominalmente avranno accesso al tool (le licenze software sono valorizzate in base al numero di utenti) -   Numero dei domini AD da gestire Si chiede, inoltre di specificare se è richiesta la fornitura di licenze permanenti o di subscription annuali (licenza temporanea). In funzione di tale risposta, si chiede di specificare se il quantitativo richiesto (2) sia pertanto riferito al numero di licenze o di annualità della subscription.
R.8 Il prodotto deve intendersi per 10 tecnici e  5 domini con n. 2 licenze permanenti

D.9 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.2.4, pag. 28. Con riferimento al Capitolato tecnico, par.3.2.4 “Licenze software a supporto del data center”, laddove sono richieste “N° 2 licenze ManageEngine ADAudit Plus – Subscription for 10 Domain Controllers+ 2 AddOn For 2 File Servers ”, si chiede di specificare se deve essere fornita la standard Edition o la Professional Edition. Inoltre si chiede di precisare se è richiesta la fornitura di licenze permanenti o di subscription annuali (licenza temporanea). In funzione di tale risposta, si chiede di specificare se il quantitativo richiesto (2) sia pertanto riferito al numero di licenze o di annualità della subscription.
R.9 E' richiesta la Professional Edition  con n. 2 licenze permanenti.

D.10 Si chiede di confermare, in relazione all'art. 10 (Responsabilità per infortuni e danni)  dell'Allegato denominato "Schema di Contratto", qualora l'appaltatore fosse in possesso di polizza RC già attivata, che il numero di sinistri sia illimitato e che il massimale da non eccedere (€ 2.000.000,00) sia riferito ad ogni singolo sinistro e non alla totalità dei sinistri incidenti in ciascuna delle annualità di copertura della polizza.
R.10 In caso di possesso di una polizza RC comprensiva di RCVT, già attivata, la stessa dovrà avere le medesime caratteristiche indicate per quella specifica. In tal caso, si dovrà produrre un'appendice alla stessa, nella quale si espliciti che la polizza in questione copra anche la fornitura prevista dal contratto, precisando che non vi sono limiti al numero di sinistri e che il massimale per sinistro non è inferiore ad € 2.000.000,00 (duemilioni/00) mentre la durata dovrà coprire il periodo decorrente dalla data stipula del contratto fino alla sua scadenza.
Il massimale per sinistro potrà quindi eccedere il limite minimo previsto (€ 2.000.000,00) che risulta chiaramente riferito al singolo sinistro e non alla totalità dei sinistri.

D.11 Con riferimento alla Risposta R.1 da Voi fornita, si richiede se, dato che nel paragrafo da voi richiamato, Punto 8 lettera C) NB 2 del disciplinare, viene citato solamente e specificamente il "socio unico persona fisica" e non il socio unico "società di capitali" , è corretto ritenere che il "socio unico società di capitali" non sia tenuto alle dichiarazioni di cui all'art. 38, comma 1, lett. b) e c) in qualità di soggetto non firmatario dell'istanza?
R.11 Si fa presente che questa Autorità con Determinazione n. 1 del 16/05/2012, consultabile al seguente url: http://www.avcp.it/portal/public/classic/AttivitaAutorita/AttiDellAutorita/_Atto?ca=5066, ha chiarito che l'accertamento della sussistenza delle cause di esclusione di cui all'art. 38 comma 1, lettere b) e c) del D.Lgs. 163/2006 e smi va circoscritto esclusivamente al socio persona fisica sia nell'ipotesi di socio unico che nell'ipotesi di società con meno di quattro soci.
La medesima determinazione chiarisce inoltre che l'accertamento va disposto per il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci.

D.12 Si  chiede se oltre alla documentazione di busta A (Documenti amministrativi) e Busta B (Offerta economica) debba essere presentata anche una relazione tecnica sui prodotti e sulla soluzione proposta e in quale busta vada inserita.
R.12 Come indicato al par. 9 “Contenuto della busta “B” – Offerta economica” del Disciplinare di gara, la medesima busta “B” dovrà contenere, oltre all’offerta economica, anche una relazione tecnica descrittiva della fornitura offerta. Per il contenuto di detta relazione si rimanda al par. 9 pag. 20.

D.13 Con riferimento all’art. 25  punto b) dello schema di contratto si chiede con quali modalità debba avvenire la fatturazione delle licenze software e dei servizi connessi con particolare riguardo alle percentuali da fatturarsi ogni singolo anno dei tre rispetto al totale dovuto, ovvero se si intenda che il primo anno si potrà fatturare la licenza e la relativa manutenzione del primo anno, e per i due anni successivi le sole relative manutenzioni.
R.13 Si conferma.

D.14 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.2.2, pag. 27. Si richiede se, pur mantenendo le funzionalità di prodotto indicate nel Capitolato Tecnico, è possibile offrire le licenze Red Hat in modalità OEM.
R.14 Si conferma la richiesta delle tipologie di licenze indicate nel capitolato.

D.15 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.2.1, pag. 25. In relazione alla richiesta di fornitura delle licenze software "vSphere Enterprise Plus", sia rinnovo software preesistente che nuova fornitura (RIF.TO SEZIONE CAPITOLATO colonne B e C - pag. 4 DICHIARAZIONE DI OFFERTA ECONOMICA) , è possibile quotare per una parte o per la totalità di esse (vSphere Enterprise Plus) la licenza "vCloud Suite Standard" ( somma dei singoli prodotti vSphere Enterprise Plus + VCloud Network and Security + vCloud Director)?
R.15 Se la soluzione proposta soddisfa tutti i requisiti minimi del bando è da ritenersi accettabile.

D.16 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.7, pag. 22. In riferimento al requisito RUPS6 del capitolato tecnico dove viene richiesta autonomia 60 minuti a 24 kVA, e requisito RUPS5 dove viene richiesta una ridondanza 1+1 , si chiede di confermare che al fine di garantire la ridondanza 1+1 dovranno essere forniti n. 2 moduli da 30kVA. o 4 moduli da 16 kVA.
R.16 La potenza di uscita richiesta, come indicato a requisito RUPS5 del capitolato, dovrà essere >= 32KVA per ciascuna della soluzioni prosposte per garantire la ridondanza 1+1.

D.17 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.2.4 pag. 28. La fornitura di 2 licenze Acronis Backup & Recovery 11 Advanced Server (vedi Capitolato tecnico pag 28)occorre per la piattaforma Linux?
R.17 Le due licenze del prodotto Acronis Backup & recovery 11 Advanced Server sono per Windows. Sono per Linux le altre 2 licenze indicate Acronis Backup & recovery 11 Server.

D.18 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.2 pag. 15. Al punto 3.1.2 “Sistema di storage” viene richiesta una quantità di 145 TB netti in RAID5. Si chiede di specificare, le percentuali di spazio richiesto nelle diverse tecnologie richieste (SSD, SAS, Nearline, SATA).
R.18 Non sono richieste percentuali specifiche minime per tecnologia supportata.

D.19 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.2 pag. 15. Al punto 3.1.2 “Sistema di storage” viene richiesta la capacità di gestire una copia offline vaulted su nastro LTO-5 esterno alla libreria.
R.19 Nel Capitolo 3.1.2 "Sistema di Storage" non si fa alcun riferimento alla gestione di copia offline vaulted su nastro LTO-5 esterno alla libreria.

D.20 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.3 pag. 18. Al punto 3.1.3 “Sistema di Archiviazione Gerarchica e Shared File System” viene indicato che verrà utilizzato uno spazio storage Tier0 di 150 TB. Si chiede di specificare se lo spazio richiesto sia da considerare spazio aggiuntivo oppure coincida con lo spazio richiesto al punto 3.1.2 nel qual caso specificare se dovrà essere considerato il valore di 145 TB o 150 TB
R.20 Si conferma che coincide con lo spazio richiesto al punto 3.1.2 requisito RS2. Il valore di 150 TB indicato al Cap. 3.1.3 corrisponde ad approsimazione per eccesso.

D.21 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.3 pag. 17. Al punto 3.1.3 “Sistema di Archiviazione Gerarchica e Shared File System” viene richiesto di gestire 3 copie dei dati, una online su disco, una nearline su nastro LTO-5 in libreria ed una offline (vaulted) su nastro LTO-5 esterno alla libreria. Si chiede di specificare se la capacità per la copia offline (vaulted) debba essere fornita nella stessa tape library richiesta per la nearline copy o se si tratti di una ulteriore libreria.
R. 21 La copia offline prodotta dal sistema richiesto, come indicato nel punto 3.1.3, è collocalta "offline su nastro LTO-5 esterno alla libreria", ossia è conservata esternamente al dispositivo.

D.22 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.2.4 pag. 18. Al punto 3.2.4 “Licenze software a supporto del Data Center” si chiede di specificare se il software soapUI Pro 4.5.1 sia richiesto con licenza standard o floating
R.22 La licenza deve intendersi "standard".

D.23 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.2.4 pag. 18. Al punto 3.2.4 “Licenze software a supporto del Data Center” si chiede di specificare se Acronis Backup & Recovery 11 Advanced Server sia richiesto per piattaforma Windows o Linux.
R.23 si veda la risposta n. 12.

D.24 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 4 pag. 18. Al punto 4.0 "Modalità di esecuzione della fornitura" si chiede di confermare se sono richiesti i servizi di installazione e configurazione per tutti i prodotti indicati al punto 3.2 Fornitura di Licenze software.
R.24 Si conferma

D.25 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.2.5 pag. 28. Relativamente al punto 3.2.5 Servizio di Formazione, si richiedono i seguenti chiarimenti riguardo alle certificazioni Red Hat. Infatti, ad ogni corso/certificazione corrisponde un numero di Training Units, che garantirebbero al cliente sia un vantaggio economico sia maggiore flessibilità nella modalità di utilizzo. Nella fattispecie, per la vostra richiesta le Training Units sarebbero le seguenti: -RHCSA per 2 dipendenti AVCP = 22 Training Units -RHCE per 2 dipendenti AVCP = 26 Training Units -RHCDS (comprende 3 corsi - RH437+RH402+RH424) per 2 dipendenti AVCP = 102 Training Units -JBCAA per 2 dipendenti AVCP = 30 Training Units -JBCD-ESB per 2 dipendenti AVCP = 16 Training Units -JBCD-Persistence per 2 dipendenti AVCP = 22 Training Units -JBCD-Seam per 2 dipendenti AVCP = 28 training Units Tot. 246 Acquistabili in multipli di 10, il totale verrebbe 250 Training Units. Volete dunque che siano quotate nell'offerte 250 TU's in luogo dei codici specifici dei corsi?
R.25 Si lascia al fornitore la facoltà di proporre la soluzione ritenuta più idonea

D.26 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.2 pag. 15. Con riferimento alle tipologie di Server Blade, si chiede di esplicitare se sono oggetto di fornitura sistemi Server di tipo “Half-­‐Height” oppure di tipo “Full-­‐Height”.
R.26 Non è richiesto come requisito uno specifico fattore-forma per i moduli Blade.

D.27 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.2 pag. 15. Si chiede di chiarire se come condizione migliorativa possa essere accettata la fornitura di n.6 Server Blade di tipo Full-­‐Height.
R.27 Nel Cap. 3.1 è specificata la richiesta di 12 nodi di calcolo. La proposta di fornitura di 6 nodi non può essere considerata migliorativa.

D.28 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.2 pag. 15. Con riferimento ai supporti di memorizzazione, dal momento che la tecnologia SATA viene impiegata limitatamente per indirizzare problematiche di spazio disco e che la naturale voluzione della stessa è oggi rappresentata dalle tecnologiemaggiormente performanti SAS eSSD si chiede di esplicitare se sia possibile offrire il supporto alle tecnologie SAS e SSD.
R.28 Si conferma, essendo già previsto all'interno dei requisiti.

D.29 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.8 pag. 23. Si chiede di specificare: se i cavi cat6 devono essere UTP o FTS.
R.29 I cavi Cat.6 devono essere UTP.

D.30 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.8 pag. 23. Si chiede di specificare: la lunghezza dei n. 30 cavi 10GB SC-SC DPX.
R.30 La lunghezza richiesta è di 10 metri.

D.31 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.8 pag. 23. Si chiede di specificare: se i cavi fibra ottica devono essere 50/125µm o 62.5/125µm.
R.31 la tipologia richiesta è 50/125µm

D.32 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.2 pag. 16. Con riferimento al requisito RS11, relativamente all’architettura no-spof altamente affidabile, si chiede di confermare che debba essere fornito uno storage array scalabile ad almeno 4 controllers in modo da garantire una superiore affidabilità della componente cache.
R.32 I requisiti rimangono quelli indicati nel RS11 del cap. 3.1.2

D.33 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.3 pag. 19. Nel requisito RHSM8, essendo richieste per la soluzione HSM tape libraries già dotate di connettività FC, si chiede di confermare che il requisito in oggetto relativo alla doppia porta 10GbE sia da intendere relativo allo storage di cui al paragrafo 3.1.2 o ad altra entità di cui si chiede ulteriore specifica.
R.33 Si confermano i requisiti di connettività contemporanea sia su FC (requisito RHSM5) che iSCSI (requisito RHSM8).

D.34 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.3 pag. 18. Si chiede di confermare che per “sottosistema storage di cui al cap 2.2.1” si faccia in realtà riferimento allo storage i cui requisiti obbligatori sono descritti al paragrafo 3.1.2 dello stesso Capitolato tecnico, in quanto il paragrafo 2.2.1 non risulta esistente nel capitolato stesso. In caso di risposta positiva, si chiede altresì di chiarire se il requisito di capacità del tier0 sia dunque da intendersi pari a 145 oppure a 150 TB utili.
R.34 Si veda la risposta n. 15.

D.35 in relazione a quanto richiesto all'art. 10 (Responsabilità per infortuni e danni) dell'Allegato denominato "Schema di Contratto", sui requisiti che deve avere la polizza RCVT, si chiede gentilmente di specificare se è previsto un “massimale per anno assicurativo”, oppure se la Compagnia assicurativa che produrrà la polizza deve prevedere la copertura di sinistri con massimale di € 2.000.000,00 cadauno ed in numero illimitato.
R.35 La polizza di cui all’art. 10 dello schema di contratto non prevede un massimale per anno assicurativo.
Per ulteriori chiarimenti si veda la risposta alla domanda D.10.

D.36 in relazione al termine di ricevimento delle domande di partecipazione alla gara alcuni operatori economici hanno richiesto di valutare l’opportunità di autorizzare un differimento della data di scadenza.
R.36 Si rende noto che il termine di ricevimento delle domande di partecipazione rimane confermato alle ore 13.00 del giorno 05.04.2013.

D.37  Con riferimento all’art. 25 – par B ) dello schema di contratto  fornitura di cui all’art.2 lett. B (licenze software e servizi connessi) è prevista la fatturazione con cadenza annuale all’esito della positiva attivazione e previo rilascio del certificato di verifica di conformità in corso di esecuzione.
Premesso che i codici da voi evidenziati e richiesti sul capitolato tecnico identificano specificatamente un unico prodotto che include in  se  la validità  per tre anni  e che la sua attivazione e rilascio  è in unica soluzione, si chiede quindi conferma che la  fatturazione sia intesa in una unica soluzione al primo ed unico rilascio (attivazione della licenza).
R.37 Si veda il quesito n. 13 e la relativa risposta.

D.38  In rif. Alla D.13  - R. 13 ed alla D.37 – R.37 riguardante l’ART. 25 fatturazione pagamenti ed in particolare alla fornitura di cui all’art.2 lett.b) (Licenze Software e servizi connessi) vista la modalità di fatturazione differita si richiede se è possibile in sede di offerta economica evidenziare i prezzi che daranno poi seguito alla fatturazione più precisamente a titolo di esempio esporre il prezzo della licenza comprendente la licenza stessa e la manutenzione  per il primo anno, il prezzo della manutenzione per il secondo anno, il prezzo della manutenzione per il terzo anno.
R.38 Si conferma

D.39 Con riferimento allo schema di contratto art.25-Fatturazione e pagamenti al punto b) si chiede di confermare se la fatturazione ha cadenza annuale all’esito della positiva attivazione e previo rilascio del certificato anche nel caso in cui i codici richiesti nel capitolato tecnico si riferiscono  ad un solo prodotto che prevede la validità per 3 anni con attivazione e rilascio in un’unica soluzione, o viceversa la fatturazione è da considerarsi in un’unica soluzione alla data del rilascio e attivazione della licenza.
R.39 Si vedano i quesiti 13, 37 e 38 e le relative risposte.

D.40  Con riferimento alla fidejussione bancaria o polizza assicurativa per la partecipazione alla gara in oggetto si richiede se tale documento debba essere prodotto con autentica notarile o meno.
R.40 Come indicato al puntoA) Garanzia a corredo dell’offerta del disciplinare di gara (pagina 12 di 26) le fideiussioni e le polizze relative alla garanzia provvisoria dovranno essere corredate da idonea dichiarazione sostitutiva, rilasciata dai soggetti firmatari il titolo di garanzia ai sensi del D.P.R. 445/2000, circa l’identità, la qualifica ed i poteri degli stessi. Si intendono per soggetti firmatari gli agenti, i broker, i funzionari e comunque i soggetti muniti di poteri di rappresentanza dell’Istituto di Credito o Compagnia Assicurativa che emette il titolo di garanzia. Tale dichiarazione dovrà essere accompagnata da fotocopia di un documento d’identità in corso di validità dei suddetti soggetti. In alternativa, la garanzia dovrà essere corredata da autentica notarile circa la qualifica, i poteri e l’identità dei soggetti firmatari il titolo di garanzia, con assolvimento dell’imposta di bollo. In caso di RTI dovrà essere costituita una sola garanzia, ma la fideiussione/polizza suddetta dovrà essere intestata a ciascun componente il RTI.

D.41 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.2 pag. 15. In riferimento al Capitolato tecnico 3.1.2 “Sistema di Storage” Req. RS1 si chiede di confermare che la funzionalità descritta nel requisito debba operare online, cioè mantenendo il volume movimentato ed il relativo servizio attivo, ed a comando diretto.
R41. Si faccia riferimento a quanto espressamente previsto dal capitolato.

D.42 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.2 pag. 16. In riferimento al Capitolato tecnico 3.1.2 “Sistema di Storage” Req. RS8 si chiede di confermare che il requisito descritto faccia riferimento ad una funzionalità di tiering automatico sub-Lun e che tale funzionalità debba essere supportata ma non fornita in gara.
R42. Si faccia riferimento a quanto espressamente previsto dal capitolato.

D.43 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.1 pag. 13 Con riferimento al requisito RB6.a si chiede di confermare che i 4 moduli switch 10Gb/Eth debbano essere forniti con un numero di porte 10Gb di uplink pari a 4 per ogni singolo modulo switch.
R43. Si faccia riferimento a quanto espressamente previsto dal capitolato nel requisito indicato ed al requisito generale del paragrafo che prevede la "ridondanza delle interfacce " e la "ridondanza dei moduli di I/O".

D.44 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.2 pag. 15 Rif.to Capitolato tecnico 3.1.1. 13/22 Requisito RB6b Si chiede di confermare che i 2 moduli switch FC 8Gb/s debbano essere forniti con un numero di porte 8Gb/s di uplink pari a 4 per ogni singolo modulo switch.
R44. Si faccia riferimento a quanto espressamente previsto dal capitolato nel requisito indicato ed al requisito generale del paragrafo che prevede la "ridondanza delle interfacce " e la "ridondanza dei moduli di I/O".

D.45 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.3 pag. 17 Si richiede una copia di 150TB di dati su tecnologia LTO5 da mantenere all’interno della Tape Library ed altrettanti 150TB (vaulted) fuori della libreria. Considerando che la tecnologia LTO5 oggi è superata dalla versione LTO6 (2.5TB per cartuccia invece di 1.5TB –LTO5- e maggiore tranfer rate 160MB/sec. invece di 140MB/sec. – LTO5-), è possibile considerare i tape drive LTO6 come migliore soluzione proponibile in offerta?
R45. E' accettabile ed equivalente la tecnologia LTO5 o superiore. Si rammenta che il criterio di aggiudicazione è quello del prezzo più basso e che eventuali caratteristiche migliorative offerte non saranno prese in considerazione ai fini della valutazione.

D.46 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.3 pag. 18 In Riferimento a Pag. 18, in caso di risposta affermativa sull’uso di tape drive LTO6, come miglioramento rispetto agli LTO5, è possibile rivedere (rif.RHSM3 l’espandibilità del numero di slot fisici richiesti per la Tape Library, da 400 (600TB con LTO5), a 300 (750TB con LTO6)?
R46. Vale il requisito minimo del capitolato.

D.47 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3 pag. 8 Con riferimento allo schema di cui  capitolo 3 pag. 8 si richiede se possa essere possibile averne pubblicato il medesimo con piu' alta definizione per consentire una maggiore leggibilità.
R47. File dello schema di cui al cap. 3 pag.8: schema capitolato - .pdf 50 kb.

D.48 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.3 pag. 17 Al capitolo 3.1.3 si dichiara che "per la on-line copy (Tier0) si attingerà dallo spazio disco messo a disposizione dal sottosistema storage di cui al capitolo 3.1.2". Per la on-line copy (tier0) sono richiesti 150 TeraBytes mentre lo spazio minimo richiesto per il sottosistema storage è di 145 Terabytes. Si prega voler verificare se tali indicazioni quantitative siano corrette.
R48. Si faccia riferimento alla risposta della domanda n.20.

D.49 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.1 pag. 13 Si richiede che i server blade forniti siano dotati di processori compatibili con quelli già presenti nell'installato attuale per consentire lo spostamento a caldo dei server virtuali VmWare. Si richiede di specificare se sui blade da fornire dovrà essere utilizzato un ambiente VmWare, oppure sistemi opeartivi nativi (Linux, Windows) oppure un mix delle due architetture (virtualizzata e non). Si richiede inoltre,in caso di ambiente virtualizzato, quale versione di VmWare sarà utilizzata sulla nuova infrastruttura.
R49. Si faccia riferimento esclusivamente a quanto espressamente indicato nel capitolato.

D.50 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.3 pag. 17 E’ ammesso l’utilizzo di due o più prodotti distinti e separati per realizzare la soluzione di archiviazione gerarchica e shared file system?
R50. No, il prodotto fornito deve offrire tutte le funzionalità richieste.

D.51 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.3 pag. 18 Per l’accesso allo stesso filesystem in modalità SAN (“a blocco”) , è ammesso l’utilizzo di due prodotti distinti e separati rispettivamente per i client windows e linux?
R.51. No, il prodotto fornito deve offrire tutte le funzionalità richieste.

D.52 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.4 pag. 19 In merito al requisito RSW5 “Supporto di funzionalità di livello 3 etc....”, si richiede se gli apparati debbono solo supportare tali funzionalità o se queste debbano essere fornite
R52. Le funzionalità indicate devono essere supportate e fornite.

D.53 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.2 pag. 16 In merito al requisito RS7 “Il sistema deve consentire il supporto contemporaneo di almeno due delle seguenti teconologie RAID, oltre al RAID6: RAID 0, RAID 1, RAID 5”, si chiede se il RAID 10 si può considerare alla stregua del RAID 1, ai fini del soddisfacimento del requisito minimo.
R53. No

D.54 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1 pag. 9 Nella fornitura dovrà essere compreso anche il Rack?
R54. Il capitolato specifica esattamente l'oggetto della fornitura. 

D.55 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.1 pag. 13 Nel bando sono richiesti processori della famiglia 26xx o superiore con capacità dei dischi di 146 GB. Possiamo in alternativa proporre apparati con processore E5-2470, che hanno performance superiori alla famiglia E5-2650 e che supportano dischi con capacità superiori ai 146GB richiesti?
R55. Sono espressamente richiesti processori della famiglia 26xx. 

D.56 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.1 pag. 13 Il requisito RB6 a pag 13 chiede la presenza di 4 moduli di interconnessione Ethernet 10 GB, mentre il requisito RB12 richiede la presenza di 2 porte di rete 10 GB. Si fa presente che per il soddisfacimento del requisito RB12 basterebbero solo 2 dei 4 moduli di interconnessione Ethernet richiesti con il requisito RB6, mentre se si vuole soddisfare a pieno al requisito RB6 sarebbe necessaria la presenza di 2 schede 10 dual port 10 GB.
Quale dei 2 requisiti bisogna soddisfare? Sarebbe possibile rispondere al requisito RB12 tramite l’utilizzo di 2 porte CNA 10 GB partizionabili in modo da avere un numero di schede di rete logiche superiore e di conseguenza utilizzare per rispondere al requisito RB6 dei moduli di interconnessione Ethernet in grado di realizzare tale partizionamento delle schede dei server?
All’interno del requisito RB6 si parla di moduli di interconnessione Ethernet ED FC completi di mini GBIC. In considerazione del fatto che tali moduli possono ospitare moduli a velocità e tecnologia differente, si richiede se è possibile fornire: n° 2 miniGBIC 10 Gb SR SFP+ per ciascuno dei moduli Ethernet richiesti n°2 miniGBIC 8 Gb per ciascuno dei moduli di interconnessione SAN richiesti
R56. Entrambi i requisiti devono essere soddisfatti. I mini GBIC per le connessioni ethernet sono 10 Gb SR SFP+, quelli per le connessioni F/C sono miniGBIC 8 Gb, come indicato nel requisito RB6.

D.57 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.2.5 pag. 28 Relativamente alla certificazione LPIC-3, si chiede di specificare se il percorso formativo legato a LPIC-3, comprende LPIC-3 Core e 1 specializzazione (Security, Mixed Environment e Virtualization & HA), oppure LPIC-3 Core + tutte le 3 specializzazioni.
R57. Lpic3 core + le tre specializzazioni

D.58 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.9 pag. 23 Relativamente al Sistema di Archiviazione Gerarchica e Shared File System si chiede conferma che su detto sistema non sia richiesto il “training on the job”.
R58. Si precisa che l'attività formativa prevista nel capitolato, anche sotto forma di training on the job, comprende il sistema di archiviazione gerarchica, in quanto ricompreso nella voce di sistemi di storage.

D.59 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.2 pag. 35 Relativamente al Software fornito si richiede se si intenda una installazione standard o personalizzata, qualora si intenda la seconda si chiedono maggiori dettagli.
R59. E' richiesta l'istallazione standard delle licenze sofware.

D.60 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.9 pag. 13 e cap. 3.2.5 pag. 28 Relativamente al Servizio di Formazione si chiede se è da intendersi presso le vostre sedi di ROMA o se da intendersi presso la sede del fornitore su ROMA
R60. Il Capitolato non vincola le sedi dei corsi, che per ragioni di praticità dovranno comunque essere nella città di Roma.

D.61 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.3 pag. 18 Relativamente al capitolato tecnico  pagina  18   “ il sistema  dovrà essere in grado  di gestire 3  copie dei dati, di cui  una on line  su disco, una nearline su nastro LTO-5 in libreria ed una una off line  su nastro  LTO-5   esterno alla libreria” ; si intende  che  una cassetta LTO 5 verrà conservata   all’esterno della libreria ?  Oppure si intende che dovrà esser fornito un ulteriore  LTO5 esterno alla libreria principale ?
R61. Si faccia riferimento alla risposta della domanda n.21.

D.62 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.2.3 pag. 27 Si chiede di specificare se per la piattaforma Alfresco non sono da considerare attività di migrazione dalla versione open in vs. possesso a quella Enterprise da voi richiesta, in caso contrario si richiedono maggiori dettagli per definire l’effort di detta attivita’
R62. Non sono da considerare le attività di migrazione.

D.63 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.6 pag. 21 Con riferimento al capitolato tecnico 3.1.6 si richiede di conoscere , relativamente alle memorie da 8 GB per blade server (già Installati) di conoscere quali siano le tipologie di memorie già installate
R63. Le tipologie di memorie da fornire sono chiaramente indicate nel capitolato

D.64 Rif Capitolato Tecnico, cap 3.1.3 pag. 17 Al capitolo 3.1.3 si riporta che il "Files ystem dovrà essere accedibile in modalità "a blocco" con accesso diretto alla LUN ......da tutti i nodi interessati al servizio"; si può intendere che i nodi debbano o possano accedere al filesystem attraverso i metadata server?
R64. Si conferma la possibilità di mediazione all'accesso attraverso i metadata server.

D.65 Rif Capitolato Tecnico, cap 3.1.6 pag. 21 Con riferimento a  “Upgrade apparati esistenti”, espansione dischi e cestelli per EVA 8400, si chiede di confermare che l’upgrade in oggetto debba essere fornito con garanzia HW erogata da parte del produttore delle componenti richieste, anche in caso di fornitura di componenti ricondizionate.
R. 65 Si conferma

Rettificato come segue:
R65 Si conferma il requisito della garanzia da parte del produttore o del fornitore della parte richiesta.

D.66 Rif Capitolato Tecnico, cap 3.1.1 pag. 13 Con riferimento al requisito RB7 si chiede di chiarire il numero di core e  il clock del processore Intel Xeon desiderato;  in particolare si chiede di confermare come requisiti minimi i valori di 6 core e 2,5GHz di frequenza.
R.66 Si conferma

D. 67 In considerazione della proroga concessa, si richiede se la cauzione provvisoria debba essere riemessa con la nuova scadenza.
R.67 Come indicato al par. 8 del disciplinare di gara (pag.11), la cauzione provvisoria deve avere validità almeno pari a 180 giorni, decorrente dal giorno fissato quale termine ultimo per la presentazione delle offerte.
Pertanto, i concorrenti che hanno già ottenuto il rilascio della cauzione provvisoria con validità decorrente dal precedente termine di presentazione dell’offerta (5/04/2013), dovranno chiedere la riemissione di una nuova cauzione con validità decorrente dal nuovo termine, oppure integrare la cauzione già costituita con un’appendice, rilasciata dallo stesso fideiussore, che tenga conto della nuova data di scadenza di presentazione dell’offerta (17/04/2013).

D. 68 in considerazione alla proroga concessa, si richiede di indicare il termine ultimo entro il quale è possibile inoltrare le richieste di chiarimenti sia di natura tecnica che giuridico amministrativa.
R.68 Il disciplinare di gara al punto 2 indica la modalità di richiesta di chiarimenti ponendo esclusivamente il termine entro cui questa amministrazione è tenuta a formulare la risposta ai chiarimenti richiesti, così come previsto dall’art. 71, secondo comma, del D.Lgs 163/2006 e smi.
Al fine di permettere un corretto adempimento da parte di questa amministrazione e consentire agli operatori economici interessati alla partecipazione alla presente gara di prendere visione dei chiarimenti che verranno pubblicati, si ritiene che il termine ultimo entro il quale sia possibile inoltrare dette richieste possa essere fissato almeno sette giorni prima del termine di presentazione delle offerte e cioè entro le ore 13.00 del  10 aprile 2013. Alle richieste che perverranno oltre  tale termine non verrà fornito alcun chiarimento.

D. 69  In merito allo schema di contratto, nella fattispecie l’art. 25 – Fatturazioni e pagamenti, con riferimento al metodo di fatturazione del software, dal momento che viene richiesta una licenza per l’applicativo Alfresco con validità tre anni e che la stessa è rilasciata in una unica soluzione contraddistinta da un unico codice prodotto e da un unico certificato rilasciato dal produttore: si chiede di confermare l’emissione della fattura in unica soluzione all’installazione dell’applicativo.
R. 69 Si vedano i quesiti 13, 37, 38 e 39 e le relative risposte.

D. 70 Si chiede di confermare, in caso di rilascio di licenza valida per tre anni  (come alfresco, redhat e vmware) in unica soluzione e unico certificato, se la fatturazione può essere in unica soluzione.
R. 70 No. La fatturazione non può essere in unica soluzione, ma con cadenza annuale così come previsto all’art. 25 dello schema di contratto. Pertanto il primo anno si potrà fatturare la licenza e la relativa manutenzione/sottoscrizione e per i due anni successivi le sole relative manutenzioni/sottoscrizioni. Inoltre, come riportato al chiarimento n. 38, in sede di offerta economica verranno evidenziati i prezzi che daranno seguito alla fatturazione differita.

D. 71 Rif. Capitolato Tecnico, cap. 3.1.7, pag. 22.  In riferimento al requisito RUPS5 del capitolato tecnico si chiede di indicare  il valore della potenza di uscita espressa in KW.
R. 71 Si prenda a riferimento la formula utilizzata comunemente per il calcolo approssimato della potenza di uscita per carichi da apparati informatici, ovvero KVA*sqrt(2).

D. 72 rif. Capitolato Tecnico cap. cap 3.1.1 pag. 13. A fronte del chiarimento alla domanda 66 si chiede di chiarire quale sia il riferimento corretto per determinare i requisiti minimi in relazione al processore da utilizzare, considerando che nel capitolato tecnico viene espresso genericamente un processore che sia equivalente alla famiglia E5-2600 di Intel , mentre nel chiarimento si fa riferimento ad uno specifico modello. Si chiede di definire quale sia il valore di banchmark  desiderato e di dare la possibilità di  soddisfare il requisito e  documentarlo  a prescindere dal numero di core o dalla velocità di clock.
R. 72 Nella risposta al quesito 66 si fa riferimento al modello citato inteso come minimo nella famiglia di riferimento.

D. 73 Rif. Capitolato tecnico, cap. 3.1.3 Pag.17. Nel sistema di archiviazione gerarchica e shared file system si specifica testualmente: “ Tale File System dovrà essere accessibile in modalità “a blocco” con accesso diretto alla LUN se nodi fisici….” Domanda:E’ accettata  una soluzione con nodi fisici che via back-end acceda via protocolli SAN (modalità a blocco) e via front-end sia accessibile via protocolli NAS (CIFS-NFS)?
R. 73 E’ accettata.

D. 74 Rif. Capitolato Tecnico cap. 3.1.2, pag.15. Al punto RS1 è richiesto testualmente “….funzionalità di disaccoppiamento dell’allocazione delle LUN rispetto ai dischi presenti nel sistema in grado di effettuare movimentazione automatica dei blocchi dati sui dischi…” Domanda:Prego confermare che si intende la funzionalità di “LUN Migration”?
R. 74 Si conferma.

D.75 Rif. Capitolato tecnico cap 3.2.4 pag 27. In riferimento al punto 3.2.4 “ Licenze Software a supporto della gestione del data center”, si richiede se tutte le licenze indicate  debbono essere fornite con  36 mesi di maintenance oppure solo laddove è specificato (soapUI Pro 4.5.1).
R. 75 Si conferma la richiesta di maintenance di 36 mesi solo laddove indicato.

D. 76 Rif. Capitolato Tecnico  cap. 3.1.6 pag. 21. Facendo riferimento alla domanda D.63 e alla risposta R. 63 si richiede la seguente precisazione:i server Blade oggetto di upgrade di memoria RAM pur essendo della stessa generazione (G6) possono alloggiare tipologie di RAM differenti a seconda del processore che essi stessi ospitano.Ad esempio come da configuratore HP possono alloggiare o le memorie HP 8GB (1x8GB) Dual Rank x4 PC3-10600 (DDR3-1333) Registered CAS-9 Memory KitCod. 500662-B21 o le memorie HP 8GB (1x8GB) Dual Rank x4 PC3L-10600 (DDR3-1333) Registered CAS-9 Low Power Memory Kit Cod. 604506-B21.
R. 76 il Capitolato non richiede alcun requisito riguardo il basso consumo.