Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 201 del 22/05/2001

Deliberazione n. 201 del 22/05/2001 legge 109/94 Articoli 26 - Codici 25.4.1
La procedura prevista dal Titolo XI del D.P.R. 21 dicembre 1999 n.554 e s.m. per i pagamenti all'appaltatore degli acconti e delle rate di saldo, non può essere derogata da un atto amministrativo - delibera giuntale - avente forza giuridica ed efficacia minore degli atti normativi generali a cui, nell'ambito della gerarchia delle fonti, è sott'ordinato.
Deliberazione n. 201 del 22/05/2001 legge 109/94 Articoli 25 - Codici 25.2
La stazione appaltante, esperita la gara, rimane l'interlocutore diretto dell'appaltatore con cui instaura il rapporto obbligatorio d'appalto, con la conseguenza che ad essa fanno capo le competenze necessarie per una regolare esecuzione dei lavori compresa quella in tema di approvazione di varianti, competenza questa che direttamente deriva dalla più generale potestà di approvare il progetto esecutivo.Compete alla ASL, in qualità di stazione appaltante, l'approvazione di perizie di variante anche nel caso di lavori di edilizia ospedaliera per i quali la Giunta Regionale abbia assunto specifiche deliberazioni in ordine ai necessari finanziamenti.Le varianti devono essere approvate dall'organo deliberante della stazione appaltante; è, pertanto, inibito al responsabile del procedimento ordinare qualunque variazione all'oggetto contrattuale in assenza della superiore approvazione, fatto salvo il caso delle variazioni previste dall'articolo 25, co. 3, prima parte, della legge 11 febbraio 1994, n.109 e s.m. alle condizioni ivi fissate.