Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 264 del 12/07/2001

Deliberazione n. 264 del 12/07/2001 legge 109/94 Articoli 17 - Codici 17.4
L'articolo 30, co. 5, della legge 11 febbraio 1994 n. 109 e s.m. , laddove prevede che il progettista, a far data dall'approvazione del progetto, deve essere munito di una polizza di responsabilità civile professionale per tutta la durata dei lavori fino al certificato di collaudo provvisorio, va inteso nel senso che i limiti temporali di copertura assicurativa sono quelli individuabili in fase di progettazione dal cronoprogramma delle lavorazioni.La polizza del progettista è obbligatoria sia nel caso di progettazione affidata all'esterno, sia in quello di progettazione affidata ad un dipendente della stazione appaltante.Per i lavori di manutenzione, la polizza assicurativa del progettista è richiesta qualora per detti interventi sia prevista la fase della progettazione.
Deliberazione n. 264 del 12/07/2001 legge 109/94 Articoli 7 - Codici 7.1
L'attività svolta dal responsabile del procedimento, in sé considerata, non ha carattere di funzione dirigenziale.
Deliberazione n. 264 del 12/07/2001 legge 109/94 Articoli 2 - Codici 2.2.2
L'attività di manutenzione identifica tutte quelle attività volte ad assicurare il mantenimento dell'efficienza di determinati beni o impianti senza alterarne la destinazione e le caratteristiche strutturali, soprattutto i volumi e le superfici: gli interventi di manutenzione ordinaria riguardano le attività dirette a riparare o a integrare le opere esistenti ed a garantire la funzionalità degli impianti, mentre gli interventi di manutenzione straordinaria riguardano le attività di sostituzione o di rinnovo che incidono su parti strutturali di opere esistenti, sempre senza alterarne la destinazione.L'art.2, co.1, della legge 11 febbraio 1994, n.109 e s.m., laddove ricomprende nell'ambito dei lavori pubblici le attività di costruzione e di manutenzione di opere e di impianti deve essere inteso nel senso che prestazioni diverse dagli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria assumono necessariamente valore di strumentalità rispetto alla prestazione principale in quanto preordinate alla sua esecuzione.