Massime per Atto Ricercato: Determinazione n. 13 del 28/07/2004 - rif.

Determinazione n. 13 del 28/07/2004 - rif. legge 109/94 Articoli 19, 2 - Codici 19.3, 2.2.2
Nel caso di lavori di manutenzione - costituiti da un insieme di lavorazioni individuate nel loro contenuto tecnico ed esecutivo nonché nel loro numero e nella loro localizzazione - è impiegabile il contratto di sola esecuzione oppure il contratto di progettazione esecutiva ed esecuzione denominato appalto integrato.Nel caso di lavori di manutenzione - costituiti da un insieme di lavorazioni individuate nel loro contenuto tecnico ed esecutivo ma non nel loro numero e nella loro localizzazione - è impiegabile di norma il contratto aperto.L’affidamento dei contratti di sola esecuzione di lavori di manutenzione deve avvenire sulla base di un progetto esecutivo - comprendente anche il piano di sicurezza redatto nel rispetto delle disposizioni previste dal D.Lgs. 19 settembre 1994, n. 626 e s.m. nonché dal D.Lgs. 14 agosto 1996, n. 494 e s.m. dall’art. 31 comma 1, della legge 11 febbraio 1994, n. 109 e s.m. e dal D.P.R. 3 luglio 2003, n. 222e s.m, - e con l’indicazione nel bando di gara dei costi dei piani di sicurezza non soggetti a ribasso.L’affidamento dei contratti di progettazione esecutiva ed esecuzione, denominato appalto integrato, di lavori di manutenzione deve avvenire sulla base di un progetto definitivo e con l’indicazione nel bando di gara dei costi della sicurezza non soggetti a ribasso. In tale caso il progetto definitivo posto a base di gara dell’appalto integrato deve comprendere anche degli elaborati - costituenti lo sviluppo del documento facente parte del progetto preliminare denominato prime indicazioni e disposizioni per la stesura dei piani di sicurezza (articolo 18, comma 1, lettera f), del D.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554 e s.m.) - che devono essere predisposti nel rispetto delle disposizioni, per quanto impiegabili, previste dal D.Lgs. 19 settembre 1994, n. 626 e s.m. nonché dal D.Lgs. 19 agosto 1996, n. 494 e s.m. dall’art. 31 comma 1, della legge 11 febbraio 1994, n. 109 e s.m. e dal D.P.R. 3 luglio 2003, n. 222 e s.m.L’affidamento dei contratti aperti di lavori di manutenzione deve avvenire sulla base di un progetto definitivo - costituito essenzialmente dalla individuazione, per ognuno dei tipi delle lavorazioni previste nel contratto, del loro contenuto tecnico ed esecutivo e della specificazione degli apprestamenti da realizzare per garantire la sicurezza delle maestranze e degli utenti delle opere su cui si interviene - e con l’indicazione nel bando di gara del costo complessivo di ogni singola lavorazione e della quota parte di tale costo, non soggetto a ribasso, riguardante l’esecuzione dei suddetti apprestamenti.