Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 102 del 08/11/2007 - rif. PREC358/07

Parere di Precontenzioso n. 102 del 08/11/2007 - rif. PREC358/07 d.lgs 163/06 Articoli 38 - Codici 38.1.4
Il requisito di cui all’art. 38, c. 1, lett. i) del d. lgs. 12 aprile 2006, n. 163 forma oggetto di una verifica di tipo dinamico sulla perdurante attualità della correttezza contributiva e previdenziale del concorrente tanto che, in presenza dei prescritti presupposti, la stazione appaltante può rifiutare la stipulazione del contratto, previa revoca dell’aggiudicazione. Pertanto, la regolarità contributiva è richiesta non solo come requisito indispensabile per la partecipazione alla gara, ma l’impresa deve conservare la correttezza per tutto lo svolgimento di essa, nonché al momento della stipulazione del contratto, restando irrilevante un eventuale adempimento tardivo della relativa obbligazione. Tenuto conto che il citato articolo 38, comma 1, lettera i), richiede la sussistenza di “violazioni gravi”, la semplice menzione nel DURC dell’assenza della regolarità contributiva non può condurre di per sé all’esclusione dell’impresa risultata non in regola, assumendo preminente rilevanza l’attività di verifica che l’amministrazione deve effettuare, anche in contraddittorio con l’impresa, per valutare sia la gravità dell’inadempimento, sia la definitività dell’accertamento.