Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 124 del 22/11/2007 - rif. PREC454/07

Parere di Precontenzioso n. 124 del 22/11/2007 - rif. PREC454/07 d.lgs 163/06 Articoli 39, 40 - Codici 39.1, 40.3
La normativa di settore non prevede l'obbligo, per le imprese, di comunicare alla Camera di Commercio il nominativo del proprio direttore tecnico, che viene inserito nel relativo certificato solo nel caso in cui la stessa impresa di sua iniziativa ne comunichi il nominativo alla Camera di Commercio stessa. Per effettuare, pertanto, la verifica concernente i requisiti di ordine generale dei direttori tecnici, occorre far riferimento esclusivamente a quanto riportato nell'attestato SOA.
Parere di Precontenzioso n. 124 del 22/11/2007 - rif. PREC454/07 d.lgs 163/06 Articoli 40 - Codici 40.3
Il sistema di qualità è requisito connesso alla classifica delle attestazioni SOA possedute: per le imprese in possesso delle classifiche I e II sussiste l’esenzione dall’obbligo di possedere il requisito della qualità aziendale. In ragione di tale previsione, le stazioni appaltanti non possono chiedere alle imprese partecipanti alle gare d’appalto munite di tale classifica, quale requisito di ammissione, il possesso del requisito della qualità aziendale.
Parere di Precontenzioso n. 124 del 22/11/2007 - rif. PREC454/07 d.lgs 163/06 Articoli 37 - Codici 37.1
È onere dell'associazione temporanea di imprese indicare nella domanda di partecipazione, ovvero nella dichiarazione nella quale rappresentano all'Amministrazione l'intendimento di costituire una associazione temporanea di imprese, le rispettive quote di partecipazione all’appalto. Detto adempimento vale anche in mancanza di un'esplicita indicazione in tal senso del bando di gara, che deve intendersi integrato dalla inderogabile previsione di cui all'articolo 37, commi 3 e 13, del d. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163.
Parere di Precontenzioso n. 124 del 22/11/2007 - rif. PREC454/07 d.lgs 163/06 Articoli 40 - Codici 40.1, 40.3
Per quanto attiene al permanere della validità dell’attestazione SOA per tutta la durata del procedimento di gara, si rappresenta che il requisito della qualificazione deve sussistere al momento della scadenza per la presentazione delle offerte, permanere per tutta la durata del procedimento di gara e, in caso l’impresa risulti aggiudicataria, per tutta la durata dell’appalto. Peraltro, non si può attribuire alla verifica triennale un mero valore ricognitivo, in quanto la società di attestazione deve effettuare una attività istruttoria tesa ad accertare il permanere in capo al richiedente dei requisiti di qualificazione, avente efficacia costitutiva.