Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 14 del 29/01/2009 - rif. PREC280/8/S

Parere di Precontenzioso n. 14 del 29/01/2009 - rif. PREC280/8/S d.lgs 163/06 Articoli 48 - Codici 48.1
La natura perentoria del termine di cui all’art. 48, c. 1, d. lgs. 12 aprile 2006, n. 163 sarebbe rinvenibile non solo nella specifica finalità che l’articolo 48 persegue, ma anche nell’espressa comminatoria di decadenza prevista dalla disposizione stessa e nelle sanzioni a carico del concorrente che non abbia comprovato i requisiti nel termine previsto. Attesa la natura perentoria del termine, l’eventuale documentazione presentata dopo il suo inutile decorso deve essere considerata come non prodotta, in quanto in presenza di un termine perentorio il mero ritardo è equiparato all’inadempimento definitivo. In base a quanto sancito da questa Autorità, inoltre, è obbligatoria l’attivazione del procedimento di verifica dei requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi, non essendo rinvenibile nella scelta del legislatore la volontà di lasciare alla stazione appaltante margini discrezionali in ordine alla realizzazione del controllo e alla comunicazione dell’eventuale esito negativo all’Autorità medesima. (cfr. determinazione 10 gennaio 2008, n. 1).